Auto ecologiche - ultimi articoli


Un'esperienza nuova. Il divertimento di guida esente da emissioni: la Mini E

BMW Group presenta come prima Casa automobilistica premium del mondo una flotta composta da circa 500 vetture a propulsione esclusivamente elettrica per l’utilizzo privato nella guida giornaliera. La MINI E sarà azionata da un elettromotore da 150 kW/204 CV approvvigionato di energia da una potente batteria agli ioni di litio il quale trasmetterà la propria potenza silenziosamente e senza emissioni alle ruote anteriori attraverso un ingranaggio a ruote dentate cilindriche. La tecnica delle batterie sviluppata appositamente per l’applicazione automobilistica offre un’autonomia di circa 200 chilometri/120 miglia.

 

Mini E, la Mini elettrica svelata ufficialmente

A Los Angeles verrà mostrata la nuova Mini con 204 CV. Non si tratta però di una nuova versione della Cooper, ma della Mini E, la vettura elettrica che BMW realizzerà e noleggerà a partire dal 2009 in una piccola serie di 500 veicoli.La trazione arriva alle ruote anteriori da un motore elettrico da 204 CV e 220 Nm, un motore del tutto particolare dunque visto che solitamente i motori elettrici hanno un rapporto fra coppia massima e potenza massima decisamente sbilanciato a favore della prima.

 

Arriva sulle strade norvegesi la Mazda ad idrogeno con motore rotativo

Mazda Motor Corporation ha annunciato oggi l’arrivo della Mazda RX-8 Hydrogen RE (motore Rotary) sulle strade della Norvegia in collaborazione con il progetto Hydrogen Road of Norway, (HyNor), che ha come obiettivo quello di realizzare un sistema di trasporto ad energia pulita con alimentazione ad idrogeno. Questa è la prima volta che un veicolo Mazda ad idrogeno viene posto in uso regolare su strada al di fuori del Giappone. La RX-8 Hydrogen RE è un ulteriore esempio della strategia  “Zoom-Zoom Sostenibile” per lo sviluppo di tecnologie che abbiano un minor impatto sull’ambiente, pur garantendo il piacere di guida e sicurezza.

 

2010 Toyota Prius, è la foto vera?

Sul sito Priuschat.com sono comparse queste immagini che ritrarrebbero la nuova Toyota Prius modello 2010.Il condizionale è d'obbligo, perchè non siamo affatto sicuri che si tratti davvero di foto trapelate in qualche modo dalla casa giapponese. Del resto non mancano in rete veri e propri artisti del fotoritocco, capaci di compiere miracoli.Quello che però sembra indicare la possibilità che quella ritratta sia davvero la nuova Toyota Prius sono i dettagli delle immagini, in particolare l'interno ma anche il frontale.

 

Il Comune e la Provincia di Como viaggiano in Civic Hybrid

Honda Automobili Italia ufficializzerà la consegna di una vettura Civic Hybrid in comodato d’uso gratuito all’Amministrazione comunale ed alla Provincia di Como. Le chiavi verranno consegnate al Sindaco della Città comasca, Stefano Bruni, e al Presidente della Provincia, Leonardo Carioni, alla fine della conferenza stampa, che avrà luogo nella Sala degli Stemmi in Comune. Con questa iniziativa Honda Automobili Italia collabora al diritto di una mobilità sostenibile ed allo stesso tempo al diritto di libera circolazione con una vettura che ha già riscosso grandi apprezzamenti negli Stati Uniti, in Giappone e nel resto dell’Europa.

 

Lumeneo Smera, una micro car elettrica rivoluzionaria

Si fa tanto parlare di auto elettriche, ma per adesso le offerte sul mercato non sono sufficientemente interessanti da permettere un uso quotidiano di queste vetture, con inoltre i costi ed i dubbi sull'ecocompatibilità dei pacchi batterie attuali.Servono le batterie agli ioni di litio, dicono tutti gli addetti ai lavori, ma queste batterie ancora stentano a decollare sulle auto elettriche in produzione di serie.La Lumeneo Smera è una vettura che fa proprio dell'innovazione del pacco batterie la sua arma vincente: grazie ad una batteria agli ioni di litio da 144 volt che alimenta due motori elettrici sull'asse posteriore (ciascuno su una ruota, senza differenziale meccanico), la Lumeneo Smera offre prestazioni interessanti per l'uso cittadino, con oltre 150 km di autonomia ed una velocità di 130 km/h.

 

L'auto elettrica di Audi è in arrivo

Audi avrebbe confermato i propri progetti per la realizzazione di una piccola city car a propulsione eletrrica, basata probabilmente sulla concept car Up! presentata dalla Volkswagen.é stato uno dei membri del consiglio di amministrazione di Audi, Peter Schwarzenbauer, a confermare la notizia alla rivista inglese Autocar, durante lo scorso Salone di Parigi.Schwarzenbauer ha dunque ribattuto alle voci di una possibile nuova Mini elettrica, una vettura che dovrebbe essere presentata a novembre al prossimo Motor Show di Los Angeles.

 

Una Lexus ibrida derivata dalla Toyota Prius

La Toyota Prius ha avuto un notevole successo negli USA, nonostante il prezzo non certamente basso, la linea bruttina e valori di consumo medio non troppo diversi da quelli di una berlina media con un moderno motore turbodiesel.In Europa però è tutta un'altra storia: le nostre città sono piene di city car con motori moderni e decisamente poco assetati di carburante, oltretutto molto meno costosi dell'ibrida giapponese, per cui le vendite della Prius sono rimaste limitate ad una cerchia ristretta.

 

Volvo schiera una delle gamme di modelli E85 più ampie del mercato

Volvo Cars vanta una delle più ampie gamme di modelli E85 del mercato automobilistico. Nel complesso, i modelli offerti sono cinque, ognuno dei quali è disponibile con uno o due motori Flexifuel. Ultime in ordine di tempo, sono state introdotte le varianti a bioetanolo dei modelli V70 e S80 dotate di motore Flexifuel turbo cinque cilindri di 2,5 litri da 200 CV (147 kW) e 300 Nm di coppia. Da un punto di vista puramente tecnico, i motoristi di Volvo Cars sarebbero stati in grado di aumentare la potenza del motore un poco oltre i 200 cavalli.

 

Volvo ReCharge Concept

Volvo ReCharge Concept è un'ibrida plug-in con un motore elettrico in corrispondenza di ciascuna ruota e batterie che si ricaricano ogni giorno attraverso una presa elettrica domestica. Una soluzione che consente al conducente di percorrere circa 100 chilometri con la sola energia elettrica. Quando è necessario, si attiva il motore quattro cilindri a combustione dell'auto, per ricaricare le batterie mentre si è in viaggio. "Nel nostro portafoglio prodotti del futuro inseriremo una quantità di auto elettriche.

 

Chevrolet Volt in versione produzione: una nuova razza di automobile elettrica

Al Salone dell'Automobile di Parigi debutta l’attesissima versione di serie di Chevrolet Volt, che non solo percorre fino a 60 chilometri senza benzina e senza emissioni inquinanti, ma ha anche la possibilità di prolungare la sua autonomia di diverse centinaia di chilometri.  «Volt è il simbolo dell’impegno futuro di GM e concretizza appieno il tipo di innovazioni tecnologiche di cui ha bisogno il nostro settore per rispondere alle problematiche ambientali ed energetiche dei nostri giorni e degli anni a venire» ha detto Rick Wagoner, presidente ed amministratore delegato di GM.

 

Parigi 2008: Honda Insight

La prima cosa che colpisce nel design della Honda Insight, presentata oggi al Salone di Parigi, è la sua incredibile somiglianza con la Toyota Prius, come se le auto ibride dovessero forzatamente avere quella linea scialba e poco attraente che fino ad ora ha contraddistinto la sua concorrente diretta.Nel caso della Honda Insight però le linee sono più decise e spigolose, con un risultato finale ancora peggiore: la macchina non è bella, e per far presa sui clienti europei dovrà dimostrare doti di risparmio di carburante davvero notevoli.

 

Parigi 2008: Nissan Nuvu Concept

Ecco la prima immagine del nuovo Nissan Nuvu, una concept car che prefigura le linee la prossima generazione di Nissan Micra.La foto del Nissan Nuvu Concept, arrivata prima della presentazione ufficiale al Salone di Parigi, mostra un'auto decisamente oriantata ad un pubblico giovane o femminile, così come lo è stata la Micra specialmente nell'ultima versione.La casa giapponese ha confermato che il Nissan Nuvu dovrebbe entrare in produzione intorno al 2014, con una motorizzazione elettrica che verrà utilizzata anche in altri modelli Nissan.

 

Una Range Rover elettrica in arrivo

Le vendite delle Land Rover sono precipitate nel 2008, e la casa britannica, adesso interamente di proprietà del gruppo indiano Tata, sta sviluppando una vettura a propulsione elettrica per risollevare il marchio.Si tratterebbe di un fuoristrada con un'autonomia di almeno 350 km, una Range Rover elettrica che utilizzerà anche pannelli solari sul tetto per ricaricare le batterie.Il prototipo della Range Rover elettrica è stato realizzato in Inghilterra, e dovrebbe essere presentato ufficialmente durante il 2009.

 

Nuova Mini elettrica, ecco la foto

BMW aveva annunciato quest'estate che avrebbe realizzato una piccola serie di 500 Mini mosse da un motore elettrico. La rivista WorldCarFans pubblica ora le foto di una di queste vetture sorpresa durante gli ultimi test pre-produzione.Nonostante gli adesivi sulle fiancate s sul portellone, che riportano la scritta “hybrid erprobungfahrzeug” (veicolo di prova ibrido), sembra però che si tratti effettivamente di un'auto elettrica e non ibrida, come anche l'assenza del tubo di scarico posteriore farebbe supporre.

 

GEM Peapod EV, un'altra auto elettrica da Chrysler

L'offensiva del gruppo Chrysler nel settore delle auto elettriche si fa forte di un'altro modello, oltre alle Dodge EV, Jeep EV e Chrysler EV di cui vi abbiamo appena parlato.GEM (un acronimo per Green Eco Mobility) è una piccola zienda di proprietà del gruppo Chrysler, specializzata nella produzione di piccole auto elettriche. Fondata nel 1998, la GEM ha fino ad ora venduto circa 38.000 auto elettriche, ed ora presenta la Peapod EV, una vettura ispirata alla smart fortwo che strizza l'occhio ai giovani.

 

Dodge EV, Jeep EV e Chrysler EV: offensiva nel settore delle auto elettriche

Il gruppo Chrysler non gode di buona salute, ma l'annuncio di ieri sulle tre nuove auto elettriche - Dodge EV, Jeep EV e Chrysler EV - ha riportato l'attenzione di media e pubblico sulla casa americana.La commercializzazione di almeno uno di questi tre modelli è prevista nel 2010, più o meno nello stesso periodo in cui debutterà sul mercato la tanto attesa Chevrolet Volt.L'attenzione si è subito focalizzata ovviamente sulla Dodge EV, la più appariscente delle tre nuove auto elettriche.

 

Anteprima Salone di Parigi: Kia cee'd Hybrid

La casa coreana Kia presenterà al prossimo Salone di Parigi la cee'd Hybrid, una vettura ibrida che sarà commercializzata a partire dal 2010.La Kia cee'd Hybrid è basata sulla versione a 5 porte della nota cee'd, ed è spinta da un motore a benzina da 1.6 litri abbinato ad uno elettrico da 20 CV. Il motore elettrico viene quindi utilizzato per aumentare la potenza totale al momento del bisogno e per recuperare l'energia in fase di frenata ricaricando così la batteria.

 

BMW 750i ActiveHYBRID, 427 CV per consumare meno...

Teoricamente le case automobilistiche dovrebbero cercare di sviluppare la tecnologia ibrida per realizzare vetture dai consumi e dalle emissioni inquinanti contenute. Con questa premessa riusciamo davvero poco a capire cosa possa significare un'auto come la BMW 750i ActiveHYBRID, una berlina spinta da un motore V8 da 4.4 litri turbocompresso a benzina che farà il suo debutto ufficiale al prossimo Salone di Parigi.Il primo modello ibrido che verrà prodotto in serie da BMW sarà dunque la 750i ActiveHYBRID, che utilizza lo stesso sistema impiegato sulla nuova Mercedes S400 BlueHYBRID, una tecnologia realizzata congiuntamente dalle due case tedesche e dalla General Motors.

 

Suzuki porterà la sua ultima vettura a fuel cell al Salone di Parigi

La tecnologia a fuel cell è rimasta un po' in ombra negli ultimi mesi, dopo il clamore suscitato lo scorso anno e le tante discussioni su come renderla fruibile per un uso quotidiano.Al prossimo Salone di Parigi, Suzuki porterà l'ultima evoluzione della SX4-FCV, una vettura laboratorio che per adesso però non sembra fornire nuove soluzioni ai problemi di questa tecnologia.La Suzuki SX4-FCV utilizza un motore elettrico alimentato da un generatore a fuel cell, che sfrutta come "carburante" l'idrogeno contenuto un uno speciale serbatoio.

 

Saab 9X Air Concept al Salone di Parigi

La Saab 9X Air concept è stata presentata durante una conferenza stampa tenuta da General Motors, dutente la quale sono state diffuse le prime foto ufficiali ed alcuni dettagli tecnici su questa vettura.Basata sul prototipo 9X BioHybrid mostrato allo scorso Salone di Ginevra, la Saab 9X Air concept ha però una capotte in tela al posto del tetto rigido, ed un vetro posteriore che esce da un alloggiamento nella coda della vettura.Il motore è un quattro cilindri a benzina turbo da 1.

 

Peugeot Prologue concept al Salone di Parigi

La Peugeot Prologue è una concept car ibrida che verrà presentata al prossimo Salone di PArigi, a partire dal 2 ottobre.Per adesso sono state rese disponibili da Peugeot solo alcune immagini, mentre i dettagli tecnici sono davvero pochi, ma la Prologue sembra davvero una vettura interessante.La linea è piacevole, più da crossover che da normale hatchback, con cinque porte ed una parte posteriore decisamente bella. Il motore ibrido della Peugeot Prologue eroga ben 200 CV, con un livello di emissioni di CO2 contenuto in soli 109 g/km, valore che scende ovviamente a zero quando la Prologue viaggia con il solo motore elettrico attivo.

 

Anche la cinese Chery produrrà un'auto ibrida

Nonostante la benzina in Cina costi una frazione di quel che costa nei vari paesi europei, il problema del consumo comincia ad essere sentito anche nel paese dei dragoni, visto che lo sviluppo economico sta rivoluzionando il mondo del trasporto urbano con la vendita di milioni di nuove auto.Ovviamente auto ibride come la Toyota Prius non hanno molto appeal in Cina, perchè il loro costo d'acquisto, abbinato al ridotto costo del carburante, rende impossibile recuperare l'investimento se non in molti (troppi) anni di utilizzo.

 

Inizia la produzione della Tesla Roadster

La Tesla Roadster sta finalmente per essere messa in produzione: l'accattivante sportiva spinta da un motore elettrico che le consente prestazioni davvero notevoli, inizierà ad essere prodotta a partire dalle prossime settimane.La svolta è dovuta alla fine dei test sulla nuova trasmissione, che dopo la sostituzione del motore elettrico con uno più potente ha visto il cambio iniziale essere abbandonato in favore di uno più prestante. Il risultato finale è una coppia maggiore di circa il 30% e un'autonomia incredibile, dichiarata in oltre 390 km.

 

Anteprima Salone di PArigi: per Volvo l'efficienza passa dai diesel

Al prossimo Salone di Parigim Volvo presenterà tre nuovi modelli basati su motori diesel ad alta efficienza, che vantano ridotti consumi di carburante e bassi livelli di emissioni di CO2.Si tratterò dell'argomento centrale dello stand Volvo, che sulle nuove DRIVe C30, C40 e V50 punta parecchio. Tutti e tre questi modelli sono spinti dal motore a quattro cilindri in linea da 1.6 litri turbodiesel, abbinato ad un cambio manuale a cinque rapporti con gli ultimi tre decisamente allungati per favorire i bassi consumi.

 

Hyundai Santa Fe Concept ibrida a Parigi

Hyundai farà debuttare a Parigi la Santa Fe Concept ibrida, una vettura spinta da un motore a benzina abbinato ad uno elettrico.La nuova concept avrà linee simili alla Santa Fe attuale, ma per adesso non sono state diffuse immagini della nuova vettura.Al di là dell'aspetto estetico però, in un'auto ibrida la cosa più importante è certamente l'economia di marcia, ed in questo caso il motore a benzina da 2.4 litri, abbinato ad un motore elettrico da 30 kW (circa 41 CV) e ad un cambio a sei marce automatico, dovrebbe garantire un consumo medio di 6,4 litri per 100 km, non certo un dato eccezionale, alla portata di molte berline medie con normali motori turbodiesel.

 

Una city car elettrica da Toyota nel 2010

Secondo quanto riportato in un articolo su Bloomberg.com, Toyota starebbe intensificando i test sulla nuova Prius dotata di batterie al litio e lavorando anche su una nuova vettura completamente elettrica.Si tratta di una city car da commercializzare all'inizio del 2010, ha affermato il presidente di Toyota Motor, Katsuaki Watanabe. La mossa indica una precisa volontà da parte della casa giapponese di rimanere leader del mercato delle auto ecologiche, ed anche i test sulle nuove batterie della PRius, inizialmente previsti per il 2010, sono stati anticipati per ridurre i tempi per la commercializzazione definitiva.

 

La CitroŽn Hypnos Hybrid concept in anteprima a Parigi

Hypnos, secondo la mitologia greca, era il dio del sonno. Ma la CitroŽn Hypnos Hybrid non sembra certo far venire voglia di dormire, semmai di sognare: si tratta infatti di un crossover sportivo, che potremmo genericamente inserire nello stesso segmento della BMW X6, e che non mancherà di attirare l'attenzione quando verrà presentata al prossimo Salone di Parigi.Spinta da una motorizzazione ibrida, la CitroŽn Hypnos Hybrid concept ha una potenza di 200 CV (non sappiamo se solo del motore a combustione interna o se insieme al motore elettrico), sufficienti a garantire ottime prestazioni con un consumo dichiarato di soli 4,5 litri per 100 km nell'utilizzo medio, un valore eccellente per un'auto di questa potenza.

 

Ener1: il prezzo delle batterie al litio dimezzerà

La diffusione delle auto elettriche è legata essenzialmente all'evoluzione tecnica delle batterie.Fino a che non saranno infatti disponibili in quantità batterie al litio di prezzo ragionevole, non verranno realizzati veicoli elettrici per il grande pubblico, visto che l'autonomia e le prestazioni garantite dalle normali batterie sono assolutamente insufficienti per l'uso generico dell'auto, e che i costi di smaltimento e le preoccupazioni sull'inquinamento generato sono davvero alte.

 

Quattro modelli ibridi per Fisker

La Fisker Karma (nella foto) è una splendida berlina che dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine del 2009. Si tratta di una vettura ibrida, prodotta da una casa che sta facendo parlare parecchio di sè negli ultimi tempi.Oltre alla Karma però, Fisker sembra stia lavorando addirittura su altri tre modelli di auto ibride, un'impresa notevole per una piccola casa automobilistica, seppur prestigiosa.Ovviamente la motorizzazione ibrida rimarrebbe la stessa per tutte e quattro le auto, compreso il pacco di batterie agli ioni di litio: si tratta di componenti realizzate in collaborazione con la Quantum Technologies, una società specializzata nella costruzione di veicoli militari.

 

Problemi per la Mercedes ML 450 ibrida

Non c'è bisogno di ripetere che riteniamo le SUV ibride delle bestialità: se vi piacciono le grosse sport utility, e vi potete permettere di acquistarle, non pretendete anche di passare per ecologisti solo perchè avete una scritta "ibrido" sul culo...Che però la tecnologia ibrida non sia la soluzione immediata, anche se applicata a ben più logiche ed economiche normali berline invece che a mastodontiche SUV, sembra emergere anche dai problemi che affiorano negli ultimi tempi sulla stampa internazionale riguardo ai produttori di batterie.

 

Un rombo da V8 per le auto elettriche...

La silenziosità delle auto elettriche, e delle ibride quando viaggiano in modalità solo elettrica, è certamente ritenuta dai più un pregio, in confronto al rumore prodotto normalmente dal traffico.Ma nei centri cittadini, dove molti pedoni affollano le strade, proprio questa silenziosità crea notevoli problemi, ed è per questo che molti autobus elettrici nei centri delle nostre città sono preceduti da un fastidioso cicalino elettronico.Dalla Lotus Engineering però arriva la soluzione: un altoparlante che diffonde un suono simile a quello di un motore V8, piazzato sopra il radiatore di una Toyota Prius utilizzata come veicolo di prova, il cui suono varia a seconda dela velocità del veicolo e della posizione del pedale dell'acceleratore.

 

Audi ci ripensa: il prossimo ibrido sarà una Q5

Secondo quanto riportato dalla rivista Autocar, Audi avrebbe riconsiderato l'idea di mettere in produzione una versione ibrida della Q7.Abbiamo più volte espresso la nostra opinione, secondo la quale le grosse SUV ibride sono un vero e proprio nonsense, auto di tre tonnellate in grado di ottenere consumi paragonabili a quelli di una qualunque berlina ma con una complessità ed un dispendio di energia per la loro produzione enorme, senza considerare i problemi ecologici per lo smaltimento delle batterie.

 

Nuova Toyota Prius, le prime foto

Molti fino ad ora si sono chiesti: ma un'auto ibrida deve forzatamente essere brutta come la Toyota Prius?Adesso che sta per uscire la nuova versione dell'auto ecologica giapponese, la curiosità è tanta, sia per i dati effettivi di consumo (che non sono certo esaltanti nel caso del modello attuale) sia per l'estetica.Le prime foto spia di un prototipo della nuova Prius, pubblicate su NextAuto, mostrano che la vettura manterrà l'impostazione a cinque porte, e si conferma l'aumento di dimensioni sia in lunghezza che in larghezza.

 

Loremo, il fututo fa 67 km con 1 litro

Chi pensa che auto ecologiche voglia dire prestazioni ridicole dovrà ricredersi.Oltre a vetture come Tesla, capaci di coniugare prestazioni da supercar con emissioni zero (ma a prezzi da supercar) adesso cominciano ad arrivare progetti anche di auto più "normali", vetture con un consumo medio notevolmente inferiore a quello di qualunque city car attuale ma con prestazioni analoghe a quelle di una qualunque city car.Loremo è un costruttore tedesco, una piccola casa che ha progettato una vettura a basso consumo ed a basse emissioni, basandosi essenzialmente sulla riduzione del peso ed il miglioramento dell'aerodinamica, la stessa strada intrapresa da Ford con la Fiesta ECOnetic.

 

Honda e Nissan: il futuro è nella fibra di carbonio

La riduzione di peso è una delle opzioni più pratiche ed effettive per ridurre i consumi e le emissioni delle odierne automobili, senza inficiarne la sicurezza.La reingegnerizzazione dei componenti e l'utilizzo di materiali pregiati è una delle strade più praticate fino ad ora, e molte vetture già fanno ampio uso di alluminio per la scocca o il telaio.Più difficile invece l'utilizo in grandi produizioni di serie della fibra di carbonio, un materiale che consentirebbe rispermi di peso enormi ma che ha ancora costi troppo elevati per essere utilizzato al di fuori della componentistica di qualche esotica supercar.

 

Ronn Motors Scorpion: 450 CV, 18 km con un litro

Le auto ad idrogeno sono ben lontane dal poter essere prodotte in serie, ma l'idrogeno come carburante potrebbe trovare un nuovo modo per arrivare nei serbatoi delle auto.Parliamo di benzina mischiata ad idrogeno, un mix di carburante che potrebbe consentire notevoli rispermi dal punto di vista del consumo di carburante insieme a emissioni ridotte.La novità arriva dal Texas, più precisamente dalla Ronn Motors.L'azienda americana ha costruito un auto, la Scorpion, con un motore a sei cilindri da 3.

 

Lightning GT EV, una sportiva elettrica

La Lightning GT è stata presentata ufficialmente al Motor Show di Londra nei giorni scorsi, ed ha suscitato molto scalpore per la sua linea interessante e piacevole ma soprattutto per le caratteristiche tecniche innovative.Si tratta di un'auto sportiva a propulsione elettrica con una carrozzeria in fibra di carbonio, una scelta che contribuisce a ridurre notevolmente i pesi ma che rimane adatta solo a piccole produzioni di pochi esemplari.Ma è sotto al cofano che si celano le novità più interessanti, e precisamente le batterie Altairnano NanoSafe usate anche dalla Phoenix SUT, che in questa configurazione permettono di alimentare quattro motori elettrici dalla potenza complessiva di oltre 700 CV!I motori elettrici utilizzati sono i PML, montati su ciascuna ruota, gli stessi già visti su una Mini elettrica da 640 CV.

 

Nuova Ford Fiesta ECOnetic, 3,7 litri per 100 km!

Altro che ibridi: la nuova Ford Fiesta ECOnetic, presentata al Motor Show di Londra, è una "normale" vettura che consuma solo 3,7 litri per 100 km.Meglio di qualunque auto ibrida attualmente sul mercato, senza il costo aggiuntivo, la complicazione e le future difficoltà di smaltimento del pacco di batterie aggiuntivo.Insomma, in Ford hanno dimostrato che non occorrono magie per mettere sul mercato auto dai consumi ridotti.Basata sulla Fiesta 1.6 TDCi, la ECOnetic ha ottenuto l'eccellente consumo medio di 3,7 litri per 100 km nel ciclo combinato, con emissioni di soli 98 g di CO2 ogni km, il 10% in meno della Fiesta 1.

 


Prec. Prec.Pag. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10Succ. Succ.