Auto ecologiche - ultimi articoli


Cala il PM 10 prodotto dalle auto

E' stato presentato l'11 marzo il IV Rapporto Apat (Agenzia per la protezione dell'ambiente e i servizi tecnici) sulla qualità dell'ambiente urbano, edizione del 2007, che raccoglie i dati sulla situazione ambientale di 24 capoluoghi di provincia con una popolazione superiore a 150.000 abitanti. Alcuni dati interessanti riguardano le auto e il verde pubblico. Aumenta il numero di auto a basse emissioni, con le Euro 4 che superano il 10% in tutte le città, con il valore più alto a Roma (24,6%), dove in sei anni sono aumentate del 129%.

 

L'Hummer H2 sarà alimentato ed etanolo

Ci viene quasi da ridere (o sarebbe meglio dire da piangere) ad inserire questa news nella sezione "auto ecologiche", visti i livelli di consumo della vettura di cui parliamo più simili a quelli di un aereo che non ad una city car, ma tant'è... la Hummer H2 sarà compatibile con l'E85, il carburante ecologico basato su una miscela composta dal 15% di benzina e l'85% di etanolo, un alcool ottenuto dalla distillazione di derivati vegetali.Dal 2010 il grusso SUV americano (sia nella versione chiusa che in quella pickup), sarà dunque disponibile nella versione Flex-fuel, in grado di essere alimentata con la miscela di etanolo, un carburante alternativo che negli USA si sta diffondendo rapidamente perchè promette di ridurre notevolmente le importazioni di petrolio dai paesi produttori che spesso sono in forte contrasto politico con gli Stati Uniti.

 

Arriverà nel 2009 la Hyundai Avante ibrida

Hyundai ha annunciato che presto inizierà la produzione in serie di un'auto ibrida, una mossa che oramai non stupisce: il mercato è pesantemente condizionato dal costo del petrolio e dalle restrizioni sempre più pesanti imposte ai veicoli con emissioni di CO2 elevate, ma non siamo ancora convinti che le auto ibride, perlomeno nell'attuale configurazione, siano la soluzione, come dimostra la recente comparativa sui consumi fra la Toyota Prius e la BMW 520d. Ad ogni modo, Hyundai avrebbe in cantiere addirittura due ibridi, uno che debutterebbe il prossimo anno ed uno - di fascia inferiore - previsto per il 2010, mentre nel 2012 potrebbe arrivare un'auto a fuel cell.

 

Test comparativo: la BMW 520d consuma meno della Toyota Prius

Un percorso fra Londra e Ginevra, che simula decisamente bene l'utilizzo medio di una vettura e ne evidenzia il vero consumo. Città, traffico, autostrade, strade provinciali. Insomma, una vasta gamma di strade che permettono di verificare quello che è il consumo reale di un auto, al di là delle (a volte fin troppo trionfalistiche) dichiarazioni delle case. Ed a percorrerlo due vetture decisamente diverse fra loro: la Toyota Prius, dallo stile tanto orrendo che è diventata uno status symbol nel mondo del cinema e dei VIP, tanto ansiosi di poter affermare di avere una vettura ecologica mentre salgono sulla scaletta del loro jet privato, e la BMW 520d.

 

2009 Nissan Denki Cube Concept al New York Auto Show

Sarà presentata domani al New York Auto Show la Nissan Denki Cube, un prototipo di auto elettrica che la casa giapponese ha pianificato di esportare negli Stati Uniti a breve, sia per l'utilizzo in flotte aziendali che - in seguito - per la vendita a privati. La Nissa Denki Cube dovrebbe avere un'autonomia di circa 180 km con una carica delle batterie, con una velocità massima di 130 km/h, un valore notevole che permetterebbe alla Cube di muoversi agevolmente anche sulle autostrade.

 

Una BMW elettrica negli USA per il 2012

Dopo gli ibridi, finalmente si inizia a parlare di auto elettriche. Siamo molto scettici sulla reale possibilità di ridurre consumi ed emissioni con gli attuali ibridi, soprattutto nel caso di grosse SUV che - nonostante la tecnologia ibrida - consumano abbondantemente più di una normale berlina a gasolio. Adesso sembra però che BMW stia pensando di produrre una vettura completamente a propulsione elettrica da vendere sul mercato americano a partire dal 2012, ma sembra che la casa tedesca stia ancora valutando la possibilità di affidarne la produzione ad un costruttore americano invece che reealizzarlo internamente.

 

Lightning GT, una supercar elettrica

L'annuncio da parte della Lightning Car Company di voler realizzare un'auto sportiva di lusso basata su un motore elettrico risale solo allo scorso giugno, quando il costruttore inglese parlò per la prima volta alla stampa della Lightning GT. Adesso questa innovativa berlinetta è stata presentata al Salone di Ginevra, attirando l'attenzione di tutti gli addetti ai lavori per il design tipicamente british, elegante e distintivo, e per la convinta decisione di basarsi sulla tecnologia del motore elettrico al posto degli ibridi che oggi vanno per la maggiore o per le soluzioni ad idrogeno.

 

Una smart fortwo electric drive alla RWE

Una smart fortwo electric drive è entrata a far parte del parco vetture dell’azienda elettrica RWE. Herbert Kohler, Direttore della divisione Ricerca e Sviluppo Sistemi Strutturali e Propulsione Autoveicoli di Daimler AG, ha consegnato il primo veicolo sperimentale in Germania al Dr. Jurgen Grossmann, Presidente del Consiglio di Amministrazione della RWE AG. Nell’utilizzo quotidiano, la smart fortwo a trazione elettrica fornirà preziose informazioni per perfezionare ed incrementare ulteriormente l’efficienza di questo sistema di propulsione.

 

Mercedes-Benz GLK diesel-hybrid

La nuova SUV compatta della casa tedesca, la Mercedes GLK che ha fato il suo debutto ufficiale all'Auto Show di Detroit, potrebbe essere mostrata al Salone dell'Automobile di Ginevra con un motore diesel-ibrido. La Mercedes GLK a Detroit montava un propulsore a quattro cilindri Bluetec diesel da 2.2 litri, un motore molto interessante dal punto di vista dei bassi consumi ed emissioni. Secondo Automotive News però Mercedes potrebbe portare a Ginevra una versione della GLK mossa da un V6 da 3.

 

Un ibrido Ssangyong a Ginevra?

Ssangyong è un costruttore cino-coreano noto fino ad ora per aver realizzato alcune fra le auto più brutte mai vendute sul mercato italiano. La Ssangyong Actyon di cui vi mostriamo una foto, ad esempio, ha rovinato il sonno a più di un automobilista, dopo averla incrociata ad un semaforo o in un parcheggio in centro... Per rendere più attraenti le sue vetture, la casa coreana (di proprietà cinese) ha deciso di presentare un SUV mosso da un motore ibrido che dovrebbe ridurre il consumo mediamente del 30%.

 

BMW Serie 7 ibrida in arrivo?

Entro un paio d'anni potrebbe debuttare una BMW Serie 7 ibrida. Questa perlomeno è la voce che gira nell'ambiente, ed a cui viene attribuita una certa attendibilità. All'inizio si parlava di una Serie 5 ibrida, ma adesso sembra che la casa di Monaco si sia concentrata sull'ammiraglia della gamma, quella Serie 7 che da tempo viene fatta guidare in versione ad idrogeno da attori e personaggi del mondo dello spettacolo. La tecnologia utilizzata per la BMW Serie 7 ibrida utilizzerebbe principalmente l'energia recuperata in fase di frenata per alimentare - tramite batterie - un motore elettrico che supporterebbe il motore principale a combustione interna.

 

BMW X5 Vision EfficientDynamics Concept a Ginevra

Sembra proprio che la tendenza di quest'anno sia la presentazione di concept car "verdi", intendendo con verdi ovviamente auto "ecologiche". Ora, a parte che una concept car solitamente non è un'auto ma un manichino, che senso ha presentare ad esempio un manichino a forma di auto e dire che è un'auto ad aria? :-) Fino a che le concept car rappresentavano le tendenze future dellos tile dell'automobile avevano un loro senso, ma ci sembra che ultimamente ci si stia approfittando della cosa solo per attirare l'attenzione dei media.

 

Fiat 500 Aria, l'ecologia rimane obiettivo primario per Fiat

A Ginevra Fiat porterà anche la concept car 500 Aria oltre al prototipo Panda Aria già visto in altri saloni. Si tratta di veicoli studio che intendono dimostrare la volontà della casa torninese di continuare a ricercare e ad investire nel settore ecologico, per ridurre le emissioni inquinanti e di CO2 nell'atmosfera. Insieme a questi due prototipi, verranno esposti anche modelli della produzione Fiat che rientrano sotto al limite dei 120 g/km di CO2, come ad esempio la Fiat 500 Sport con il motore 1.

 

A Londra girare in auto diventa un lusso per ricchi

Come risolvere i problemi di traffico a Londra, una delle città più care del mondo: il sindaco Ken Livingstone, soprannominato Ken il rosso per le sue simpatie molto orientate a sinistra e noto alle cronache per aver dato della kapò nazista ad una giornalista ebrea nel 2006, sembra aver trovato la soluzione giusta. Per entrare a Londra da oggi bisognerà pagare fino a 25 sterline al giorno, circa 33 e spicci Euro, per le auto, e fino a 200 sterline al giorno per i veicoli commerciali.

 

UK: no congestione charge for some Fiat models in rule change

Models from the Bravo, Grande Punto, Panda and new 500 ranges will be London Congestion Charge exempt when new rules concerning the city traffic scheme come into force in October, says Fiat Group Automobiles UK. Ken Livingstone, the Mayor of London, today approved new rules governing this part of London’s environment programme, and announced that from 27 October, cars in VED bands A and B – those emitting less than 120g/km of CO2 – will receive a 100 per cent discount from the congestion charge.

 

Bollino obbligatorio per la circolazione nelle Zone a Traffico Limitato in Germania

Dall’inizio di quest’anno in Germania tutti i veicoli a motore, anche dei visitatori stranieri, devono esporre la Feinstaubplakette, un bollino che certifica la classe di inquinamento del mezzo e consente di poter circolare nelle Umweltzone, le Zone Ambientali istituite nelle principali città tedesche. In Italia questo bollino è rilasciato da DEKRA, attraverso i suoi 700 centri di revisione affiliati. Dal 1 gennaio di quest’anno, per le vetture che circolano nelle Zone Ambientali (le cosiddette Umweltzonen) di alcune città tedesche si è resa obbligatoria l’esposizione di un bollino (definito Feinsteinblaupakette), che ne identifica la classe di inquinamento.

 

Fisker Karma Convertible: la prima foto

Dopo il debutto a Detroit della Fisker Karma, Henrik Fisker ha mostrato ufficialmente durante una conferenza stampa a San Francisco la prima foto della Karma Convertible, una versione a due porte e quattro posti cabriolet della berlina, che sarà disponibile a partire dalla fine del 2009. In seguito probabilmente arriverà anche la versione coupè. La Fisker Karma Convertible sarà ovviamente basata sull'attuale piattaforma impiegata per la Karma berlina, e sarà spinta dallo stesso motore ibrido con batterie al litio.

 

Seat Leon Ecomotive, abbasso i consumi

Arriva la versione ecologica della Seat Leon: la versione Ecomotive della media spagnola non lascia trasparire nulla dall'aspetto esterno, rimasto pressochè invariato rispetto agli altri modelli della gamma Leon, ma le novità sono tutte sotto il cofano. La Seat Leon Ecomotive infatti è equipaggiata con il motore diesel 1.9 TDI da 105 CV, che per questa vettura ha avuto diverse modifiche all'elettronica di gestione per ottimizzarne consumi ed emissioni. Inoltre la Seat Leon Ecomotive vanta il filtro antiparticolato di serie, ed il cambio manuale a cinque marce ha le ultime tre marce allungate sempre nell'ottica di ridurre i consumi.

 

Seat sempre più impegnata a favore dell'ambiente

Continua a ritmo serrato l’impegno della SEAT per uno sviluppo industriale sostenibile. Contemporaneamente alla produzione di auto caratterizzate da bassi livelli di emissioni di CO2, come la Ibiza Ecomotive e la Leon Ecomotive, la Casa di Martorell mira a ridurre l’impatto sull’ambiente in tutte le fasi della produzione, dello sviluppo e del riciclo dei propri prodotti. Lo scorso 18 gennaio, per la prima volta un treno ha collegato lo stabilimento della SEAT con il porto cittadino di Barcellona.

 

GMC Denali XT hybrid, un pickup sportivo al Chicago Auto Show

GMC esporrà all'Auto Show di Chicago l'innovativa concept Denali XT hybrid, un SUT (sport utility truck, un pickup sportivo a due ruote motrici, insomma), che colpisce per le sue linee grintose e sportive oltre che per il risparmio di carburante stimato intorno al 50% rispetto a veicoli della sua categoria. Il GMC Denali XT ha la trasmissione posteriore, ed utilizza il sistema ibrido GM bimodale abbinato ad un motore capace di utilizzare il carburante E85, una miscela di etanolo all'85% e benzina.

 

L'Hummer? E' più ecologico della Prius

In un episodio della serie "Boston legal", che lo scorso anno è andata in onda anche in Italia sui canali Sky, si affronta il tema dell'ecologia. Lo studio di avvocati su cui si impernia la serie è stato in un episodio citato in giudizio da un gruppo denominato "Green People" per frode, perchè avrebbe affermato di tenere un comportamento ecologico mentre nei fatti sembra non fosse così. In aula però lo studio si difende chiedendo ad uno dei membri dei "Green People" che macchina guidasse, ed alla risposta "un ibrido" l'avvocato dello studio ribatte che un Hummer è più ecologico di un'auto ibrida.

 

Ultimi test per la Mercedes S400 Hybrid

Le normative europee antinquinamento stanno dando una bella spinta al settore automobilistico, con i costruttori tedeschi che nei prossimi anni dovranno ridurre sensibilmente le emissioni medie della propria gamma. Mercedes sta provvedendo con nuovi modelli entry level a basso consumo (ed a basse emissioni) come le rinnovate Classe A e Classe B con i nuovi motori diesel, che debutteranno a brevissimo, ma anche introducendo modelli meno inquinanti di fascia alta, un "must" ormai dopo il successo della Lexus LS600h.

 

Toyota entro il 2010 inizierà la commercializzazione di automobili ibride 'Plug-in' con batteria agli ioni di litio

Toyota  ha annunciato al Salone di Detroit 2008 che entro il 2010 prevede di iniziare la commercializzazione, in USA e su altri mercati ai "clienti flotte", di automobili ibride con batterie agli ioni di litio e sistema di ricarica esterna "Plugin".TMC ed il Gruppo Matsushita stanno attualmente esaminando la capacità delle batterie agli ioni di litio prodotte in grande serie nell’impianto di Omori in Giappone che fa parte della loro società in joint-venture, Panasonic EV Energy Co.

 

Peugeot 308 'Nature efficace'

La ricerca della massima efficacia ambientale è stata alla base di tutte le fasi di sviluppo della Nuova Peugeot 308.Il 99% della massa può essere raggruppata in sole cinque grandi categorie di materiali facilmente riciclabili o valorizzabili: metalli (70% della massa), plastiche (14%), fluidi (5%), gomme (5%), vetro (5%).L’aerodinamica (Cx 0,29), le sospensioni, l’utilizzo di pneumatici Michelin Energy Saver (che ottimizzano la resistenza al rotolamento del 20%, riducendo la quantità di energia necessaria all’avanzamento del veicolo con un risparmio di quasi 0,2 litri di carburante per 100 km nel ciclo misto, pari ad una riduzione di 4 g di CO2 al km), il controllo del peso (con l’utilizzo di materiali compositi, alluminio e lamiere ad elevata resistenza) contribuiscono ad ottimizzare i consumi di carburante e limitare le emissioni di CO2.

 

Noleggio auto 'verde' negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti le compagnie di noleggio auto fanno a gara per dare la possibilità ai propri utenti di affittare vetture ibride o, addirittura, offrono l’opzione di compensare le emissioni di CO2 pagando una sovrattassa. Hertz sta incrementando di 2400 unità la propria flotta di auto ibride per arrivare a un totale di 3400 veicoli noleggiabili nei 50 principali aeroporti degli States. Avis non è da meno offrendo 2500 auto ibride nelle tre diverse classi, affittabili in California e in alcune grandi città.

 

e-Snake, tre ruote elettriche presentate al Bike Expo di Padova

L’ "e–Snake", il prototipo a tre ruote alimentato da un motore elettrico, recentemente presentato dai Dipartimenti di Ingegneria Meccanica e di Ingegneria Elettrica dell'Università degli Studi di Padova, sarà presente a Bike Expo 2008, nell’Area Design. Il mezzo unisce una formula meccanica a tre ruote ai più recenti sistemi di propulsione elettrica, capaci di garantire un'autonomia fino a 100 km. Partendo da un veicolo a tre ruote dotato di avantreno rollante – capace, cioè, di piegarsi rispetto al piano stradale – e di retrotreno stabile, uniti da un "quadrilatero", un collegamento innovativo tra le due parti meccaniche, i due gruppi di ricerca dell'Università di Padova hanno applicato un motore elettrico all'interno della ruota.

 

A Detroit la Ferrari va ad etanolo

Ferrari ha mostrato al Naias di Detroit una vettura basata sulla F430 Spider spinta da un motore alimentato a biofuel, un carburante che sta diventando sempre più popolare negli USA (ma anche in Nord Europa) grazie al ridotto impatto ambientale ed alla promessa indipendenza dal petrolio. La Ferrari F430 biofuel utilizza l'E85, una miscela di etanolo (85%) e benzina, facilmente acquistabile in moltissimi distributori negli Stati Uniti. Non deve sorprendere però questa scelta: il biofuel non deve essere visto come uno snaturamento dell'immagine delle supercar modenesi, anzi.

 

GM produttà etanolo a basso costo con una nuova tecnologia

Al North America International Auto Show, General Motors ha annunciato di aver reggiunto un accordo con l'aziensa Coskata per lo studio e la realizzazione di un innovativo tipo di biocarburante. La partnership si chiamerà "A Next Generation Ethanol Company", ad ha fra i suoi assets dei brevetti che riguardano la produzione di bioetanolo attraverso microrganismi e reattori biologici capaci di rendere il processo produttivo molto più economico dei processi attuali. Si parla di un costo di produzione ben inferiore ad un dollaro a gallone (3,78 litri), quindi circa 17 centesimi di Euro al litro.

 

Emissioni: una ricerca inglese mostra come siano rimaste pressochè invariate

Cleangreenscar ha pubblicato una ricerca svolta sulle auto commercializzate nel Regno Unito nel 2007 che mostra come la riduzione di emissioni di CO2 rispetto al 2006 sia stata minima, solo dell'1,16%, nonostante gli sforzi, le pubblicità e le dichiarazioni da parte delle case.Questo è il risultato finale per tutte le auto vendute nel 2007 in UK:   2006g/km CO2 2007g/km CO2 improvement Overall Average 166.32 164.39 1.16% L'accordo fra le case costruttrici di autolimitare l'emissione media di CO2 a 140 g/km per il 2008 ed a 130 g/km per il 2012 sembra oramai assolutamente irrealizzabile, ed a questo tasso di miglioramento serviranno più di 10 anni per raggiungere anche solo i 140 g/km promessi per il 2008.

 

Hybrid Drive sulla Porsche Panamera

La Porsche AG produrrà anche una versione ad alimentazione ibrida della nuova Panamera. La berlina Gran Turismo a quattro porte che avrà caratteristiche di guida sportive e dinamiche tipiche delle Porsche, potrà contare sulla tecnologia ibrida che sarà adottata sulla Cayenne ibrida commercializzata entro la fine del 2010. Grazie all’alimentazione ibrida di nuova progettazione, basata sullo schema Full Parallel, la Cayenne consumerà meno di 9 litri di carburante per 100 km.

 

Vuoi andare in Germania? Paga!

Il primo gennaio 2008 ha visto l'introduzione delle prime tre zone ambientali in Germana, a Berlino, Colonia ed Hannover. Queste zone Verdi sono indicate da una segnaletica stradale specifica. A partire da marzo 2008 anche altre città tedesche seguiranno lo stesso esempio. Ogni veicolo che accede ad una zona ambientale - indipendentemente dal fatto che sia stato immatricolato in Germania o in un'altra nazione - ora deve esporre un contrassegno ambientale. Questi contrassegni hanno validità illimitata per il veicolo interessato e per tutte le zone ambientali tedesche.

 

Un clone cinese elettrico della Smart

La Smart deve avere decisamente un gran numero di appassionati in Cina, vista la quantità di vetture provenienti dall'oriente decisamente "ispirate" alla piccola tedesca. La cinese FlyBo è un'altra di queste auto, che definire "simile" alla Smart sembra decisamente poco, ma in questo caso al posto del motore a benzina o diesel utilizza un propulsore elettrico che consente alla FlyBo di arrivare a quasi 70 km/h con un'autonomia fino a 160 km. La FlyBo è già venduta negli Stati Uniti, dove sembra stia suscitando un certo interesse,  al costo di circa 10.

 

Volkswagen Golf 1.6 BiFuel g

Da un rapporto collaudato come quello tra la Volkswagen e l’Avis è nata un’iniziativa che si prefigge di influire positivamente sulla riduzione dell’impatto ambientale del traffico. La Volkswagen ha infatti fornito alla società di noleggio leader in Italia una flotta di 250 Golf Bifuel, una versione della bestseller tedesca equipaggiata con impianto di alimentazione a gas GPL. La scelta di destinare le vetture ai 4 uffici Avis di Milano sottolinea la volontà di dare un contributo alla lotta all’inquinamento, attivando l’iniziativa proprio in un’area metropolitana che si trova quotidianamente a fare i conti con una qualità dell’aria fortemente compromessa dalle emissioni nocive.

 

Le case dichiarano consumi fasulli per le auto?

Ne hanno parlato la rivista tedesca Autobild, l'italiana City Car ed ora anche Quattroruote: le case automobilistiche dichiarano consumi per le proprie autovetture assolutamente non veritieri, misurati secondo un protocollo che darebbe risultati non ottenibili su strada. Non si tratta di differenze di poco conto: in alcuni casi lo scarto fra i consumi dichiarati e quelli reali arriva al 50%, e di conseguenza anche le emissioni dichiarate di CO2. Ma come vengono eseguiti i test di omologazione che misurano il consumo di carburante? Si tratta di test fatti con vetture su rulli.

 

Una nuova Honda Civic ibrida, ma sarà questo il futuro delle auto?

Le recenti dichiarazioni dell'amministratore di Honda Takeo Fukui, che ha affermato di voler competere più seriamente nel settore delle auto ibride con Toyota, riportano all'attenzione la questione dei bassi consumi. Ma davvero le auto ibride possono rappresentare la soluzione per il futuro? Che necessità cìè di acquistare un'auto costosa e sofisticata come un'ibrida per alla fine consumere più di una Mini Cooper D? Spesso acquistare un'auto ibrida è solo un modo di mettersi in evidenza, e non è un caso che la Toyota Prius negli USA sia spesso acquistata da star del cinema che poi magari preferiscono tenerla in garage per girare con il jet privato.

 

Ibridi: Porsche ci ripensa, la Cayenne Hybrid solo nel 2010

Per adesso i risultati ottenuti dalle auto ibride commercializzate soprattutto negli USA non ci hanno particolarmente impressionato: per quale motivo dovremmo comprare un SUV ibrido di tre tonnellate che percorre 12 km con un litro quando possiamo comprare un'ottima berlina turbodiesel che di km con un litro ne fa tranquillamente 16 senza il problema di costosissime (ed inquinantissime...) batterie? C'è poi il problema dell'affidabilità delle ultime batterie agli ioni di litio, con episodi (da approfondire) che riguardano addirittura esplosioni e incendi.

 

Volvo ReCharge Concept

Volvo Cars presenta la Volvo ReCharge Concept, una cosiddetta ibrida “plug-in”, con motori elettrici individuali e batterie che si possono ricaricare collegandole ad una normale presa elettrica, a tutto vantaggio dell’ambiente. La ricarica consente all’auto di viaggiare per circa 100 chilometri utilizzando la sola alimentazione a batteria, prima che sia necessario avviare il suo motore Flexifuel quattro cilindri per ricaricarla. La Concept Volvo ReCharge fa il suo debutto al Motor Show di Francoforte, sotto forma di una Volvo C30 appositamente progettata.

 

Tata Elektro Ace, un asso per lavorare

Ace, il nome si presta al gioco di parole perché il piccolo ma versatile mini cargo Tata è veramente un asso ben giocato per tutti coloro che hanno esigenze di trasporto di piccoli carichi in aree limitate, come i centri urbani, dove molto conta l’agilità nel sapersi muo-vere nel traffico caotico. Non per niente Tata Ace è tra i mezzi da lavoro preferiti per chi opera nelle megalopoli indiane, Bombay e Banga-lore in primis. Il veicolo originale ha motore a gasolio, a 4 cilindri, di 700 cc, da 16 cv ma è italiana l’idea di renderlo ancora più agile, più adatto a muoversi in città senza sottostare ad alcuna limitazione.

 

La Gamma Seat Ibiza si amplia granzie alla Ecomotive

La SEAT, come noto, è attenta alla tematica del rispetto ambientale grazie a un impegno che spazia da processi produttivi ecologicamente sostenibili, all’uso razionale delle risorse e ora anche alla commercializzazione di vetture dalle performance spiccatamente ecologiche. Vista per la prima volta al Salone dell’Automobile di Francoforte lo scorso settembre, la Ibiza Ecomotive rappresenta l’ottimizzazione dell’efficienza del propulsore 1.4 TDI 80 CV, dei consumi e della produzione di CO2 che si attesta a soli 99g/km.

 

Una piccola flotta di automobili Bmw a idrogeno al Quirinale

Le Hydrogen 7 hanno accompagnato dal Presidente della Repubblica la delegazione del World Energy Congress e i presidenti degli Enti che hannocollaborato alla realizzazione dell'evento a RomaMercoledì 14 novembre a Roma una piccola flotta di vetture alimentate a idrogeno è entrata al Quirinale per l'incontro tra il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e una delegazione del World Energy Congress guidata da Chicco Testa, presidente del WEC, e che comprendeva Andrea Castronovo, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Group Italia.

 


Prec. Prec.Pag. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10Succ. Succ.