Milano AutoClassica 2015: il report della quarta edizione

di Redazione Italia DueMotori.com

Milano AutoClassica 2015: il report della quarta edizione

50 mila metri quadri, più di mille le auto esposte, 321 espositori, 10 tra le più importanti case automobilistiche al mondo, due musei - Ferrari e Maserati – l’unveiling della nuova Lamborghini Aventador LP 750-4 Superveloce per la prima volta disponibile per il pubblico italiano ma soprattutto 43 mila visitatori appassionati che, per tre giorni, hanno respirato, vissuto e parlato di automotive a 360 gradi grazie ad un mix  tra heritage e moderno. Sono numeri importanti quelli dell’edizione 2015 di Milano AutoClassica. 

L’appuntamento che si è svolto nei padiglioni di Fiera Milano Rho dal 20 al 22 Marzo, diventa ogni anno più prestigioso: quest’anno Maserati ha offerto la possibilità di guidare una fuoriserie a fianco di un pilota della Maserati Driving School, il Gruppo FCA l’opportunità di provare i più recenti modelli Alfa Romeo.

Il pubblico ha assistito alle esibizioni svolte nel Classic Circuit Arena, la pista esterna omologata che ha ospitato il MAC Historic Rally, il nuovo trofeo dove grandissimi piloti si sono sfidati per la gioia del pubblico, prove delle vetture di FORMULA F1 e F JUNIOR degli anni ’50 - ’60, le sfide delle vetture anteguerra GP Sport e GTS Sport fino agli anni ’70 ed inoltre l’esibizione in pista della Lamborghini Gallardo Super Trofeo guidata da Milos Pavlovic, trionfatore sia del Super Trofeo Europeo che della World Final 2014.


Il trentacinquenne comasco Paolo Corbellini su Porsche 911 Carrera 3000 da 300 cavalli ha trionfato nel corso della finalissima di Milano AutoClassica dedicata al mondo dei rally anni 70’-80’. Il trofeo Historic Rally ha visto vincitore il pilota Lariano che ha preceduto il ventunenne pavese Riccardo Canzian al volante della Opel Kadett GT/E gruppo 4. Terzo gradino del podio per il novarese “Febis” sulla mitica Lancia Stratos motorizzata Ferrari che ha preceduto il ferrarese Alex De Angelis su Porsche 911 SC.

Accolti dalle "Tre Regine del Salone": la Ferrari 340 MM Scaglietti Spyder, la Ferrari 500 TR e la Maserati A6 GCS, I visitatori hanno celebrato importanti ricorrenze per il mondo dell'automotive italiana, date fondamentali, parliamo degli 80 anni di Jaguar, dei 60 anni della Citroen DS oltre al 60° anniversario della Fiat 600, l'auto del “boom economico”. 



Come ogni anno, Milano AutoClassica è anche Concorso di Eleganza; ecco le categorie e le vetture premiate quest’anno:
Per la categoria “1^ classe - style and speed class the best mix of elegance and performance”, premiate da Gregorio Milanesi - direttore finanza di Banca Generali - al 1 posto Ferrari 250 GTL, al 2 posto  Lamborghini Miura SV del Gruppo Bonaldi e al 3 posto la Maserati A6G54 del Museo Maserati.
Per la categoria “2^ classe - perfection class, the most sensitive restauration” ,premiati da Marco Graziano - Anchorman del TG5 - al 1 posto una xk120 fhc del 1951, al 2 posto  Aston Martin db 2/4 mentre al 3 posto arriva una Mercedes 300sl della collezione Mercedes Benz Milano.
Per la categoria “best of show”, premiate da Andrea Martini - Presidente di Milano AutoClassica – al 1 posto 500 tr Ferrari, al 2 posto Fiat 1800 e infine al 3 posto Lancia Stratos Alitalia.

Tantissimi gli approfondimenti organizzati nell'Area Incontri: un ricco calendario di workshop e momenti di approfondimento hanno rapito l'attenzione del pubblico del Salone. Attesissimo quello sulla Mercedes Pagoda curato da Emilio della Serra. Il giornalista Paolo Ciccarone ha spiegato, insieme agli esperti, come difendersi dalle multe ingiuste. Grazie alla collaborazione con il team di FormulaPassion.it ha preso vita il "Forum F1, 1955-2015 dal Mito all'Utopia" dedicato all’analisi dell’evoluzione tecnica degli ultimi 60 anni di questo appassionante sport, a parlare di F1 anche lo storico ingegnere Ferrari, Mauro Forghieri. Inoltre Mario Donnini ha presentato il libro: "Senna & Imola Una storia nella storia" 

Grazie alla collaborazione con il mensile Ruoteclassiche, quest’anno Milano Autoclassica si è fatta portavoce della "vox populi” degli appassionati con l’iniziativa social #RuoteclassicheAnniversary che ha coinvolto i lettori nella votazione dei modelli più rappresentativi degli anni 1955, 1965, 1975, 1985. 

comments powered by Disqus

Articoli più letti