Mille Miglia 2015, Memorabile: decretati a Monza i vincitori della Freccia Rossa

di redazione Italia DueMotori.com

Mille Miglia 2015, Memorabile: decretati a Monza i vincitori della Freccia Rossa


Oggi la storica corsa per auto d’epoca “Mille Miglia”, prima della sua passerella finale di Brescia, ha fatto visita ad uno dei templi dell’automobilismo mondiale, l’Autodromo Nazionale di Monza, in una grandissima giornata di sport e divertimento. L’Automobile Club Milano è riuscito a regalare a tutti gli appassionati delle quattro ruote una domenica indimenticabile: le 438 iscritte alla “Freccia Rossa 2015” e le oltre 120 super car del “Tribute Mille Miglia” si sono sfidate in una prova cronometrata sull’intero tracciato, compreso l’Anello di Alta Velocità, il mitico ovale contraddistinto dalle sue curve sopra elevate.
E proprio Monza ha stabilito la classifica finale ed i vincitori dell’edizione 2015 della Mille Miglia, competizione che ha visto aggiudicare il premio Alberto Ascari, istituito da AC Milano in memoria del grandissimo pilota italiano, a 60 anni dalla sua scomparsa, avvenuta proprio sul circuito di Monza, ed assegnato ai vincitori della prova odierna. 

Ed è proprio in mezzo ad una splendida cornice di pubblico, che ha contraddistinto l’intera giornata monzese, si è aggiudicato il prestigioso premio, istituito da Automobile Club Milano, l’equipaggio composto da Ezio Martino Salviato e Maria Caterina Moglia alla guida di una Bugatti T40 del 1928.

La premiazione finale, tenutasi all’arrivo di Brescia, ha visto le eredi della famiglia Ascari, Corinna e Veronica, consegnare l’ambito riconoscimento. Per la cronaca questo equipaggio è risultato terzo nella classifica generale dell’intera edizione della Mille Miglia 2015, giunta questa mattina a Monza con una classifica incertissima, vinta alla fine dagli argentini Juan Tonconogy e Guillermo Berisso sempre su una Bugatti T40 ma del 1927.




A corollario dell’odierna manifestazione sportiva da segnalare altri momenti  significativi  quali  l’inaugurazione  della  mostra di auto  d’epoca appartenenti alla famosa collezione Lopresto “Eleganza Dinamica, Talento Italiano”, aperta al pubblico sino al 21 giugno presso la Sala Regione Lombardia del circuito, ed un pomeriggio interamente dedicato al pubblico: tutti gli appassionati hanno avuto la possibilità di percorrere con le proprie auto lo stesso tracciato riservato alle splendide vetture partecipanti alla rievocazione storica della Mille Miglia, curve sopraelevate comprese. Un sogno divenuto realtà per tutti i grandi amanti dei motori accorsi che di certo non dimenticheranno facilmente questa esperienza.

Si è conclusa così una splendida giornata di sport, un unicum nella leggendaria storia della Mille Miglia, un matrimonio tanto agognato ed infine celebrato: due eccellenze della nostra storia motoristica si sono incontrate per la prima volta con la volontà di ripetere il grande evento negli anni a venire. La storia della Mille Miglia è arrivata a Monza ed ha intenzione certamente intenzione di tornarci.

“Siamo molto orgogliosi della splendida festa dei motori andata in scena oggi a Monza – così l’Avvocato Geronimo La Russa, vicepresidente di Automobile Club Milano con delega alle manifestazioni storiche e più volte partecipante alla Mille Miglia – il lavoro dietro all’accordo con Automobile Club di Brescia, storici organizzatori della Mille Miglia è stato lungo e laborioso ma per noi un motivo di grande soddisfazione testimoniata dall’incredibile colpo d’occhio del paddock di quest’oggi: mai visti tanti gioielli su quattro ruote tutti insieme! L’evento odierno rappresenta solo l’inizio di una collaborazione che in futuro porterà ulteriori interessanti iniziative congiunte per la valorizzazione del patrimonio dell’automobilismo storico. Ci sono voluti quasi novant’anni per celebrare questa liaison (l’Autodromo è stato costruito nel 1922), ma finalmente, grazie al lavoro ed alla collaborazione fra Automobile Club Brescia ed Automobile Club Milano, quello che è sempre stato un sogno di tutti gli sportivi è oggi divenuto finalmente una splendida realtà. Nell’anno di Expo Milano 2015, la Mille Miglia Revival, transita quindi da Monza, in un passaggio che celebra i suoi simboli: la Villa Reale, il Parco ed ovviamente l’Autodromo Nazionale di Monza”.



“MILLE MIGLIA 2015” – I NUMERI
Cifre mai viste prima in gara, a testimonianza dell’incredibile successo della Mille Miglia 2015: 4 giorni di gara, come le tappe previste: giovedì 14 maggio Brescia-Rimini, venerdì 15 Rimini-Roma, sabato 16 Roma-Parma e domenica 17 Parma-Brescia con il passaggio all'Autodromo Nazionale di Monza e passaggio sull'Anello di alta velocità avvenuti quest’oggi; 7 le regioni attraversate, oltre 200 le città interessate, 67 le case automobilistiche rappresentate; 38 i Paesi stranieri presenti e ben 438 vetture ufficialmente in competizione sui 1.760 km di gara. Scelte, queste, fra i modelli che abbiano preso parte - o completato l'iscrizione - ad almeno un'edizione della Mille Miglia di velocità (1927-1957). 

“MILLE MIGLIA”- CENNI STORICI
La “Freccia Rossa”, forse la più famosa corsa italiana nel mondo, è entrata nella fantasia collettiva e popolare e la sua fama non si è mai spenta. Dal 1927 fino al 1957 ha rappresentato un appuntamento irrinunciabile nel panorama automobilistico italiano. Perché essa oltre ad essere una novità, rappresentò qualcosa di più una semplice corsa. Essa incarnò lo spirito di un’epoca, forse l’ultima, in cui le corse erano ancora una romantica avventura, umana oltre che sportiva, un epos moderno celebrato con la complicità tecnologica del motore.        Ali di folla, qualcuno ha addirittura parlato di milioni di persone, contornavano i circa 1.600 chilometri di strade aperte, sul tracciato Brescia-Roma-Brescia: una competizione durissima, estenuante, che metteva a dura prova uomini e mezzi. Competizione che conobbe il suo canto del cigno nel 1957, dopo la tragedia di Guidizzolo, un tragico scontro che segnò la soppressione della gara. 
Tutto finito? Neanche per sogno! Nel 1977, la corsa bresciana riprese sotto le vesti di rievocazione storica come gara di regolarità classica a calendario internazionale per vetture rigorosamente costruite negli anni della gara originale. Un evento che ha scatenato una moda e a cui partecipano centinaia di gioielli d’epoca provenienti da tutto il mondo. Le richieste d’iscrizione superano puntualmente di gran lunga i posti disponibili e quanto a fama e reputazione, dopo più di 30 anni (il 2015 celebra la trentatreesima edizione), essa quasi rivaleggia con la corsa originale. 



Il resto è storia di questi giorni, con la conferma di un appuntamento storico: la Mille Miglia ha varcato oggi, per la prima volta in assoluto, i cancelli dell’Autodromo Nazionale di Monza e lo ha fatto grazie all’accordo realizzato fra Automobile Club Milano ed Automobile Club Brescia. I due enti lombardi, storiche emanazioni dell’Automobile Club d’Italia, si sono messi finalmente alle spalle la grande rivalità che le vede contrapposte sin dal 1922, anno nel quale il Gran Premio d’Italia “migrò” dal circuito di Montichiari (BS) all’Autodromo Nazionale di Monza. 
 

 

comments powered by Disqus