62^ Coppa Intereuropa Storica: appuntamento a Monza

di redazione Italia DueMotori.com

62^ Coppa Intereuropa Storica: appuntamento a Monza

Dal 19 al 21 giugno, l’Autodromo di Monza aprirà le porte alla Coppa Intereuropa Storica, la più importante manifestazione italiana dedicata alle auto storiche e una delle più prestigiose a livello europeo. Più di 200 auto e piloti provenienti da tutto il mondo arriveranno a Monza: un appuntamento irrinunciabile durante il quale ogni appassionato potrà ammirare in gara una selezione unica delle auto da corsa più affascinanti e rappresentative del motorsport d’altri tempi.


L’Autodromo Nazionale di Monza ospiterà, dal 19 al 21 giugno, la 62^ edizione della Coppa Intereuropa Storica, gara che rappresenta un’eccellenza nel panorama delle rievocazioni dedicate alle auto d’epoca.

Senza ombra di dubbio, la più importante manifestazione italiana riservata alle vetture storiche, ma con un appeal che valica i confini nazionali, rendendola una delle più prestigiose manifestazioni nel suo genere anche livello europeo. 


“L’Autodromo di Monza si appresta così a regalare al proprio pubblico un’altra grande giornata - dichiara Ivan Capelli, Presidente di Automobile Club Milano - solamente ad un mese di distanza dal grande evento di domenica 17 maggio 2015, data del primo storico passaggio della Mille Miglia all’interno del tempio italiano della velocità: una splendida giornata di sport, premiata da una vasta cornice di pubblico, realizzatasi grazie all’operato di AC Milano”.

La Coppa Intereuropa, dopo la momentanea sospensione dell’anno scorso, torna a far parlare di sé: non si tratterà di una passerella, ma di una vera e propria manifestazione sportiva, articolata su numerose gare divise per categoria che vedranno in pista vetture che hanno scritto la storia dell’automobilismo sportivo. Più di 200 auto e piloti provenienti da tutto il mondo arriveranno a Monza per sfidarsi sul leggendario tracciato. In occasione dell’evento, inoltre, mostrando il biglietto di ingresso della manifestazione si potrà accedere gratuitamente alla mostra "Eleganza Dinamica, Talento Italiano" che vedrà al centro dell’attenzione le auto storiche della Collezione Lopresto. 
 
“Ogni appassionato di auto d’epoca deve far incontrare un giorno nella vita la propria auto con l’autodromo di Monza. Non credo ci sia al mondo nulla di simile, per tracciato, posizionamento e storia.  – afferma l’Avv. Pietro Meda, Consigliere di Automobile Club Milano – La Coppa Intereuropa è un altro mito in questo senso. Un’occasione per guidare e per guardare. Anche sognare può essere bello! Le auto che partecipano alla Coppa Intereuropa sono ancora oggetti vivi che portano in sé il ricordo di quando i piloti erano davvero uomini speciali. Gente che rischiava, gente avvolta dal mito e in qualche caso dalla leggenda. Ve lo devo dire da avvocato?  Non esistono attenuanti, perdersi questo evento sarebbe davvero un delitto”.

Tra le varie categorie spiccano ben tre campionati FIA: il “Masters Historic Formula One”, con Lotus, Williams, Tyrrel, McLaren, March e le più belle monoposto di Formula Uno degli anni ‘70/’80 schierate in una doppia gara la domenica pomeriggio; il “Masters Historic Sports Car”, con le straordinarie Sport-Prototipo degli anni ‘70 (Ferrari, Porsche, Alfa Romeo, Matra, Lola, Chevron) e, infine, il “Lurani Formula Junior Trophy”, con le auto che caratterizzarono la Formula Junior degli anni ‘60. 

Ad impreziosire ulteriormente l’evento ci penseranno il Trofeo Historic Formula 2, con due gare dedicate alle rarissime Formula 2 degli anni ’70 e le spettacolari Gruppo C, con due gare destinate a far rivivere i fasti e l’emozione delle gare endurance. Senza dimenticare i due appuntamenti “Tutto Alfa” riservati alle vetture del mitico marchio italiano e la corsa di 90 minuti valida per la categoria Gentlemen Drivers & Masters Pre-66 Touring Cars. In questa categoria saranno impegnate vetture GT e Turismo del periodo precedente il 1966, protagoniste delle storiche passate edizioni della Coppa Intereuropa.

Il fine settimana sarà, inoltre, arricchito dall’inaugurazione del nuovo Museo della Velocità dell’Autodromo,  dalla presenza di numerosi Club di Auto e Moto Storiche, dal Raduno “Vespa Club Milano”, da parate in pista con passaggi sulle curve sopraelevate e dalla “Monza Gallery”, una mostra-scambio con ricambi, accessori per auto d’epoca ed editoria specializzata.



La prima edizione della Coppa Intereuropa, datata 1949, rappresentò l’evento inaugurale della prima stagione sportiva completa di Monza, quella che dopo la riapertura parziale dell’autunno precedente vide il grande ritorno, a settembre, del Gran Premio d’Italia. L’Italia cercava di ricostruire la propria identità dopo il conflitto mondiale, spinta da una grande voglia di rinascita e rinnovamento. All’interno di questo quadro la passione per l’automobilismo era totalizzante, un vero e proprio credo. La Coppa Intereuropa, inizialmente riservata alle vetture Turismo e Turismo Veloce che gareggiavano sulla distanza delle 3 ore, si impose subito come una delle manifestazioni di maggior appeal, capace di richiamare all’Autodromo di Monza un numero sempre più consistente di spettatori. Veri e propri gentlemen drivers si sfidavano spingendo al massimo vetture pensate per la strada, che animavano le vie del Belpaese.

Nel corso degli anni varie categorie di auto parteciparono alla contesa, sfidandosi su diverse distanze chilometriche ma a partire dal 1952, per circa un ventennio, la corsa divenne una sorta di “antipasto” della Formula 1, andando regolarmente in scena la mattina del Gran Premio d’Italia. A metà degli anni 80 si poté assistere alla trasformazione della gara in rievocazione storica, status mantenuto fino ai giorni nostri. La nuova denominazione di Coppa Intereuropa Storica fotografa al meglio il cambio di identità dell’evento: un nostalgico e affascinante tuffo nel passato, una rivisitazione in pieno sapore revival delle auto da corsa più belle e rappresentative del motorsport d’altri tempi. 

comments powered by Disqus

Articoli più letti