Auto d'epoca e storiche - ultimi articoli


Old Time Show 2009: in mostra anche l'Itala protagonista della Pechino-Parigi del 1907

Sono ormai tutti sulla linea di partenza i veicoli del passato protagonisti della prossima edizione di Old Time Show il 14 e 15 marzo alla Fiera di Forlì. Sono ormai cinque le edizioni sulle spalle della manifestazione sono ormai cinque, ma Old Time Show non conosce vecchiaia e nella edizione 2009 rinnova i propri contenuti pur mantenendo inalterata la formula vincente: la passione per i motori vissuta attraverso pezzi che stanno a metà tra storia e leggenda. Per la Sesta Edizione di Old Time Show la Fiera di Forlì, Asi, Crame ed il Velocifero gli organizzatori della manifestazione, propongono un rapporto tra un pilota e la sua vettura, accendendo i riflettori sulla passione dell’uomo per la sua moto o la sua auto e sul brivido che pervade un uomo alle prese con la sfida di una gara e di un’impresa destinata a lasciare un segno nella storia.

 

Gilera e Ferrari alcuni dei protagonisti dell'Esposizione dei veicoli di una volta

Ultimi preparativi per Old Time Show 2009 in scena il 14 e 15 marzo alla Fiera di Forlì. Manca circa un mese all’apertura della Sesta edizione della mostra scambio che ospita ogni anno, tra gli espositori, proprietari, appassionati, ricambisti, venditori di auto e di moto d’epoca e richiama circa ventimila visitatori. Quest’anno la manifestazione, organizzata dalla Fiera di Forlì -che si avvale della collaborazione dell’Automotoclub Storico Italiano e dei club Velocifero e Crame- dedica particolare attenzione ad una delle più prestigiose e note case motociclistiche italiane che proprio quest’anno festeggia il centesimo compleanno dalla fondazione.

 

Fuoriserie: alla Fiera di Roma dal 18 al 19 aprile il Salone dedicato alle auto e moto d'epoca

Passione e storia a quatto ruote. Appuntamento il 18 e 19 aprile 2009 alla Fiera di Roma con Fuoriserie, il Salone dedicato alle auto e moto d’epoca, e non solo. La rassegna, giunta alla terza edizione, si conferma l’evento di riferimento nel centro –sud Italia, e seconda per volumi espositivi e affari alla rassegna autunnale di Padova “Auto e Moto d’epoca”. 38.000 metri quadri di area espositiva, 355 espositori, 630 vetture in mostra e oltre 20.000 visitatori,  i numeri della scorsa edizione che ha registrato una crescita significativa di presenze (+30%), a testimonianza di un settore in salute che vede l’auto d’epoca non solo opportunità economica ma fenomeno culturale.

 

Salvato in extremis il Jim Clark Revival 2009: si correrà al Lausitzring

Gli appassionati europei di autostoriche tirino pure un sospiro di sollievo. Il Jim Clark Revival si terrà regolarmente anche nel 2009. “Cambiamo sede – dichiara l’organizzatore Ronny Bredhauer – ma il revival, giunto alla sua quinta edizione, si tiene regolarmente il 17 maggio”. Gli organizzatori non hanno raggiunto l’accordo con l’Hockenheimring, sede storica della manifestazione, e sono stati giocoforza costretti ad “emigrare” al Lausitzring.

 

Old Time Show, a Forlì in fiera Nuvolari, Arcangeli, Ascari e molti altri

Si sta delineando il programma della Sesta edizione della manifestazione della Fiera di Forlì, evento di riferimento per i cultori dei motori d’epoca. Prende forma l’Edizione 2009 di Old Time Show, la manifestazione che ha come protagonisti le auto ed i motori d’epoca. Grazie alla presenza dei principali registri storici nazionali, alla manifestazione, che quest’anno è giunta alla Sesta Edizione, sarà possibile ammirare alcuni dei più bei pezzi d’epoca della nostra tradizione.

 

Un autobus Fiat-Padane in esposizione il 4 ed il 5 dicembre al Motor Show

Tra le tante curiosità del Motor Show 2008 va segnalata l'iniziativa di Mobil1, che porterà a Bologna un autobus FIAT 642 RN PADANE (nella foto) immatricolato nel 1953 e completamente restaurato. Il Fiat Padane sarà esposto all’Ingresso Costituzione, nei pressi del Centro Congressi di BolognaFiere, in occasione del Salone Internazionale dell’Automobile il 4 ed il 5 dicembre. Sulle sue fiancate, oltre al logo storico della Di Fonzo, la società che ne ha curato il restauro, campeggeranno i marchi Motor Show 2008, Interauto News (il prestigioso giornale sul mercato automobilistico diretto da Tommaso Tommasi), Federaicpa (la federazione dei concessionari auto Italiani) e Mobil 1.

 

Conclusa la venticinquesima edizione di Auto e Moto d'Epoca

Dai primi conteggi sono circa 50.000 (+3%) visitatori di “Auto e Moto d’Epoca”, la grande rassegna europea dedicata all'auto da collezione chiusa ieri (domenica 26 ottobre) alla Fiera di Padova. La mostra, con 1200 espositori, più di 2300 macchine e oltre cento club storici, si afferma come il più importante appuntamento europeo dedicato ai collezionisti di questo segmento emergente del settore auto. Da segnalare la crescita dei visitatori stranieri, intorno al 30%, con una presenza significativa di visitatori dal Giappone.

 

Auto e Moto d’Epoca a Padova fino al 26 ottobre

Apre domani, venerdì 24 ottobre 2008, la venticinquesima edizione di “Auto e Moto d’Epoca”, alla Fiera di Padova fino a domenica 26. La rassegna è l’evento di riferimento per appassionati e collezionisti con 1.200  espositori su 90.000mq e più di 2000 veicoli in mostra.   Tre le sezioni tematiche: la prima riservata a case  automobilistiche ufficiali, scuderie, registri di marca ed istituzioni; il secondo segmento dedicato ai principali commercianti nazionali e restauratori; e una terza area con ricambistica e memorabilia.

 

Conti (Scuderia Biondetti) campione italiano montagna (storiche)

Dopo aver disputato nove cronoscalate titolate alla guida della propria BMW 2002 TI ed aver conseguito 68 punti validi per il campionato, Claudio Conti ha avuto la certezza della conquista del titolo assoluto con la Coppa del Chianti, allorché il distacco sul secondo in classifica è risultato aritmeticamente insuperabile. Va sottolineato che, dal punto di vista sportivo, il risultato è ancora più importante essendo stato raggiunto dopo che Claudio Conti, in tutte le nove gare, ha ottenuto non solo le vittorie di classe utili a cumulare il punteggio, ma anche due vittorie  (alla Coppa della Consuma ed al Castello di Venere) e cinque secondi posti in classifica assoluta.

 

Lancia e il Progetto M.I.T.E. insieme all’Elba Graffiti 2008

Dal 18 al 20 settembre si svolgerà la ventesima edizione del Rallye Elba Storico, uno dei più affascinanti e prestigiosi appuntamenti del circus delle auto storiche. In concomitanza prenderà il via anche l’Elba Graffiti, la gara di Regolarità che ricalcherà buona parte del percorso del Rally Storico. Proprio a quest’ultima competizione parteciperà anche Lancia con una splendida Lancia Stratos HF Alitalia Gruppo 4 del 1974 condotta da Daniel Claramount e Daniela Fiordalisi.

 

Auto e Moto d'Epoca alla Fiera di Padova

1.200 espositori su oltre 90.000 mq di superficie con più di 2.000 vetture i numeri di questa 25° edizione. Tre le sezioni della rassegna: case automobilistiche e motociclistiche, club e scuderie, commercianti e restauratori, ricambistica e modellismo.  Tra i grandi marchi presenti: Alfa Romeo con modelli d’antan e la novità Mito; Porsche, nel sessantesimo anniversario dalla fondazione con i suoi gioielli, e Maserati con le vetture che hanno fatto la storia della casa del Tridente.

 

Ottimo successo il 22 giugno per la rievocazione dello "Stradale del Mugello"

Sotto il cocente sole di giugno, con base tattica nella deliziosa città di Firenzuola, 110 vetture storiche, gran parte delle quali degne di figurare nel miglior museo, hanno animato la 21esima edizione del Circuito Stradale del Mugello. Firenzuola, per 3 giorni, si è trasformata nel salotto buono del motorismo italiano ed internazionale. Tra  gli ospiti si sono visti Nino Vaccarella, Teodoro Zeccoli, Nanni Galli, Sergio Perdetti, detto “Kim” (indimenticato protagonista di una fantastica corsa proprio qui, nel 1964) ed il mitico “Ciccio” di Cefalù, il calzolaio dei Campioni, che cistruiva a mano le migliori scarpe da corsa per tutti i più blasonati campioni dell’automobilismo europeo.

 

Lo "stradale" del Mugello rivive dal 20 al 22 giugno

Dal 20 al 22 Giugno 2008 le strade collinari del Mugello torneranno ad essere oggetto di quella grande manifestazione motoristica che in passato ha fatto sognare tantissimi appassionati di corse automobilistiche. Il “Circuito Stradale del Mugello”, manifestazione sportiva per auto storiche organizzata dalla Scuderia Clemente Biondetti e dall’Automobile Club di Firenze con la collaborazione del Club Ruoteclassiche di Prato, è oggi la ideale continuazione di quella corsa automobilistica disputata per la prima volta nel 1914 con la denominazione di “Circuito automobilistico toscano”, per iniziativa di Lorenzo Ginori Lisci, allora presidente dell’AC Firenze.

 

Il Circuito di SPA: La storia, la memoria

L’ ETAI, specializzata nei libri di argomento automobilistico e motociclistico, ha recentemente fatto uscire il volume dello storico Patrick Sinibaldi CIRCUIT DE SPA FRANCORCHAMPS, con prefazione di Henri Pescarolo.Il libro, di taglio divulgativo e corredato di moltissime significative foto (al 90% in bianco e nero), ripercorre per intero la storia del circuito delle Ardenne, dal 1922 al 2007. E per un appassionato è veramente magia vedere Fangio impegnato sul lungo rettifilo del Masta che fa da trait d’union al “magnifico triangolo” Francorchamps-Malmedy-Stavelot (le tre città toccate dal circuito nella vecchia configurazione di 15 chilometri) oppure Jack Brabham affrontare la Source seguito a ruota da Stewart e da un giovanissimo idolo locale, Jacky Ickx.

 

I libri della Scuderia Biondetti

La Scuderia “Clemente Biondetti” di Firenze, oltre all’attività agonistica nelle autostoriche in senso stretto, svolge una (benemerita) attività editoriale a tema. Già tre i volumi editi: CLEMENTE BIONDETTI, UN UOMO UN PILOTA -- RAYMOND: LE MACCHINE, LE GARE, I PILOTI -- IL CIRCUITO DEL MUGELLO 1914-1970 ED OLTRE…. .CLEMENTE BIONDETTI, UN UOMO UN PILOTA. Il primo libro della serie non poteva che essere dedicato a Clemente Biondetti; sardo di nascita, ma fiorentino per parte di madre e residente a Firenze sin da bimbo.

 

La storia della Lancia Delta

Lancia Delta nasce nell’autunno del 1979 e nel 1980 è eletta “vettura dell’anno” da una giuria di giornalisti specializzati. Carrozzeria moderna di forte personalità, e motori ad alto rendimento, il modello rappresenta un vero salto generazionale, sia per la concezione globale della vettura, sia per i suoi contenuti tecnici, estetici e qualitativi. Non a caso il successo è immediato anche tra il pubblico, che nella Delta ritrova le eccellenti prestazioni, la cura delle rifiniture e la bontà dei materiali tipici delle grandi Lancia.

 

Domenica La 56a COPPA INTEREUROPA STORICA a Monza

CELEBRATI I 50 ANNI DELLA FORMULA JUNIORSono trascorsi 50 anni dal debutto della Formula Junior, la categoria addestrativa ideata da Giovanni Lurani Cernuschi, figura di spicco dell'automobilismo sportivo internazionale, giornalista, scrittore, dirigente sportivo e per oltre quarant'anni, fino agli anni Novanta, vice presidente dell'Automobile Club di Milano.Per numerosi piloti degli anni Sessanta la Formula Junior è stata la scuola in cui mossero i primi passi, il  trampolino di lancio verso le categorie più prestigiose del mondo delle corse.

 

Mille Miglia 2008: Luca e Paolo conquistano la 87ma posizione su BMW 327

L’edizione rievocativa 2008 della Mille Miglia si è conclusa domenica mattina a Brescia con il successo sportivo dell’Alfa Romeo 6C 1500 Super Sport del 1928 della coppia Viaro-Viaro. Al terzo posto la BMW 328 del 1938 della coppia Aghem-Conti. A entusiasmare la folla lungo i circa 1600 chilometri del percorso anche la coppia formata da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Iscritti con il numero di gara 88, i due attori comici genovesi a bordo della BMW 327/28 del 1939 sono giunti al traguardo in 87ma posizione, lottando contro la sfortuna e i problemi tecnici che hanno più volte interrotto la loro cavalcata verso Brescia.

 

Sulle tracce di una leggenda: Luca e Paolo su BMW 327 e Saltalamacchia/Castronovo su BMW 328 alla Mille Miglia 2008

Settant’anni fa la BMW 328 veniva schierata per la prima volta sulla linea di partenza. Oggi BMW Classic ne schiera ben quattro, su un totale di sette vetture al via, mentre in gara con team privati ci sono altre nove BMW. Gli attori Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu al via da Brescia a bordo della BMW 327/28 connumero di gara 88Luca e Paolo su BMW 327 e Saltalamacchia / Castronovo su BMW 328Tra gli equipaggi BMW Classic vale la pena di ricordare che, per il secondo anno consecutivo, figura la coppia formata da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.

 

Mille Miglia: lo spirito di una leggenda, stasera su ESPN Classic

Nel giorno della partenza dell’edizione 2008, ESPN Classic (canale 216 di Sky) manda in onda, alle ore 21.30, in anteprima assoluta per l’Italia, “Mille Miglia: lo spirito di una leggenda”. Il documentario (della durata di 92 minuti), diretto da Philip Selkirk, si sofferma sulla corsa della leggendaria corsa automobilistica, riservata alle auto d’epoca costruite tra il 1927 e il 1957. La corsa si snoda su un percorso di 1600 Km (mille miglia): la partenza e l’arrivo sono fissati a Brescia con giro di boa a Roma.

 

Mille Miglia 2008. Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu ci riprovano con la BMW 327

Al traguardo entro i primi 50. È l’obiettivo degli attori Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, al via da Brescia a bordo della BMW 327 Cabrio con numero di gara 80. Sulla linea di partenza con la BMW 328 n. 87 anche Marco Saltalamacchia, Senior Vice President Region Europe di BMW Group, e Andrea Castronovo,Presidente e Amministratore Delegato BMW Group ItaliaParte giovedì 15 maggio da Brescia l’edizione 2008 della Mille Miglia, la prova di regolarità per auto storiche giunta ormai alla sua 26a edizione.

 

Fiat Group Automobiles partecipa alla 'Mille Miglia 2008'

Fiat Group Automobiles con i marchi Fiat, Lancia e Alfa Romeo prende parte alla rievocazione storica della “Mille Miglia 2008” in qualità di Joint Presenting Sponsor. La “corsa più bella del mondo” – secondo la celebre definizione di Enzo Ferrari - prenderà il via da Brescia il 15 maggio per farvi ritorno il 17, dopo aver attraversato l’Italia, toccando alcuni centri storici delle più affascinanti città d’Italia.Affascinante e impegnativa, alla gara di regolarità che si snoda lungo 1600 km parteciperà l’equipaggio ufficiale Fiat - composto Giuliano Bensi e Paolo Monferino (C.

 

Bellezze da sogno sul lago di Como. I vincitori del Concorso d'Eleganza Villa d'Este 2008

Bellezza, eleganza e perfezione tecnica si fondono in modo spettacolare al Concorso d’Eleganza Villa d’Este. Inoltre, l’atmosfera del Grand Hotel Villa d’Este, sulla riva del lago di Como, rende questo concorso di bellezza, sin dalla prima edizione nel 1929, un’esperienza straordinaria per tutti i visitatori. E così, anche quest’ultimo fine settimana di aprile, oltre 50 auto d’epoca così come 12 concept car e prototipi hanno risposto all’invito del Grand Hotel e delBMW Group per mostrarsi alla competenza di pubblico e giuria.

 

Trent'anni fa nasceva la BMW M1

Il marchio "M" attaccato su una BMW adesso è un'immagine comune, tanto è il successo della divisione sportiva del costruttore tedesco. Un successo creato in trent'anni di attività: è stato infatto al Salone di Parigi del 1978 che la divisione "M" di BMW presentò la sua prima realizzazione, un'auto sportiva a motore centrale che fece sognare gli appassionati dell'epoca, la BMW M1. Per BMW si trattò di una vettura speciale, fra l'altro l'unica mai prodotta con questo tipo di architettura, uscita dalla matita di Giorgetto Giugiaro e sviluppata grazie anche alla collaborazione della Lamborghini.

 

Fuoriserie: le auto e le moto più belle del mondo alla nuova Fiera di Roma

Fuoriserie, una delle più grandi rassegne di auto d’epoca del mondo torna alla nuova Fiera di Roma per celebrare nuovamente il binomio con la capitale che ha segnato già dalla prima edizione un enorme successo di pubblico e una grande partecipazione di espositori (38.000 mq espositivi, 20.000 visitatori, 400 auto e moto in esposizione e vendita) collocandosi come il più grande mercato di compravendita di fuoriserie e supercar in Italia. Il Salone, dedicato alle auto e alle moto che hanno fatto la storia, è realizzato da Mario Carlo Baccaglini presidente di Intermeeting, organizzatore del Salone di Auto e Moto d’Epoca di Padova, che coinvolge ormai da quasi trent’anni espositori e visitatori a livello internazionale.

 

A Old Time Show protagoniste le mitiche auto della Mille Miglia

Old Time Show 2008 taglia il traguardo delle cinque edizioni con una nuova affascinante avventura motoristica. Arrivano infatti da due leggendarie competizioni su strada come la Mille Miglia e la Milano Taranto le protagoniste delle mostre tematiche che accoglieranno i visitatori nei padiglioni della Fiera di Forlì. Ma Old Time Show non è solo mostra; è cresciuta negli anni la presenza dei commercianti e dei saloni che commerciano i veicoli storici, così da far diventare la rassegna di Forlì uno dei mercati più interessanti per i collezionisti e non solo italiani.

 

Le mitiche auto della Mille Miglia e le moto della Milano-Taranto a Old Time Show

Old Time Show 2008 taglia il traguardo delle cinque edizioni con una nuova affascinante avventura motoristica. Arrivano infatti da due leggendarie competizioni su strada le protagoniste delle mostre tematiche che accoglieranno i visitatori nei padiglioni della Fiera di Forlì.Il 15 e il 16 marzo 2008 le auto della Mille Miglia e le moto della Milano-Taranto, racconteranno storia, vicende e leggende di una passione, quella per i motori, che da sempre accomuna gli italiani.Ormai arcinota  la storia della Mille Miglia, eppure sempre bella da ricordare, riandando alla primavera del 1927, quando due rampolli della nobiltà bresciana, Aymo Maggi e Franco Mazzotti insieme a Renzo Castagneto e Giovanni Canestrini, giornalista della Gazzetta dello Sport, trasformarono un’idea in un successo senza precedenti.

 

...amour 2CV 60 anni d’amore

Intramontabile decana, la 2 CV ha compiuto 60 anni ed il suo capitale di simpatia presso le generazioni che si sono susseguite non è mai stato minimamente intaccato. Quelli che la conoscono, quelli che la scoprono s’innamorano subito delle sue forme generose e dei suoi occhi “rétro”. Una carica di simpatia che la Petite Citroën continua a mostrare sulle strade di tutto il mondo. Perfino oggi, non è affatto raro incrociare questa eterna fanciulla.Grazie alla sua concezione semplice e poco dispendiosa che riunisce le ultime evoluzioni tecnologiche dell’epoca, la 2 CV ha rivoluzionato l’industria automobilistica ma anche la società, inaugurando l’era delle vetture poco costose, popolari e polivalenti.

 

Fuoriserie: le auto e le moto d’epoca alla Fiera di Roma il 12-13 Aprile 2008

Fuoriserie a Roma per celebrare nuovamente un incontro, quello della Capitale e del veicolo d’epoca, un binomio che ha segnato già dalla prima edizione un enorme successo di pubblico, una grande partecipazione di espositori e un grande interesse dei media collocandosi come il più grande mercato di compravendita di fuoriserie e super cars in Italia. I 38.000 mq espositivi della Nuova Fiera di Roma hanno ospitato già dalla prima edizione un pubblico di 20.000 visitatori che hanno potuto ammirare più di 400 auto e moto in esposizione e vendita.

 

Progetto firma anche quest'anno la partenza italiana del Montecarlo Historique

Anche quest’anno Progetto, concessionaria appartenente alla Holding Ifas Gruppo, sponsorizzerà la partenza torinese del Montecarlo Historique, la gara di regolarità divenuta ormai un classico invernale. Venerdì 1 febbraio, infatti, nella centralissima Piazza Castello prenderà il via l’undicesima edizione della prestigiosa competizione rallystica per auto storiche a livello internazionale. Saranno 60 le vetture che partiranno alle ore 21.00 da Torino per ritrovarsi poi con le altre 300 in arrivo da Barcellona, Copenaghen, Reims e Monte Carlo.

 

Quattroruote d'epoca del Museo Nicolis di Villafranca fra gli oggetti-simbolo del nuovo 'Design Museum' alla Triennale di Milano

Per gli appassionati è un oggetto di culto, ma sorprenderà tutti la Fongri del 1919, un gioiello motorizzato di inizio secolo proveniente dal Museo Nicolis di Villafranca e selezionato dalla Triennale di Milano per il nuovissimo Museo del Design che si inaugura proprio oggi. Con l’esposizione di questa magnifica vettura (quella esposta è il prototipo costruito nel 1913 a Torino dai fratelli Grignani) si concretizza la collaborazione del Nicolis di Villafranca con le più importanti istituzioni culturali del nostro paese, una collaborazione fortemente auspicata e “alimentata” anche da Confindustria e Assolombarda che proprio con questo obiettivo hanno dato vita a Museimpresa, l’associazione Italiana dei Musei e archivi d’impresa.

 

1 e 2 dicembre: in auto d'epoca alla scoperta di Brescia

Brescia, conosciuta anche come la “Leonessa d’Italia” grazie all’appellativo datole da Giosuè Carducci, è una città storica dove l’età romana, l’occupazione longobarda, l’epoca comunale e l’occupazione viscontea, il ventennio fascista e la ricostruzione successiva alla guerra hanno lasciato come eredità importanti ed interessanti siti da visitare: luoghi in cui la storia ancora si respira e dove si può tornare indietro nel tempo semplicemente mettendo piede in uno dei bellissimi musei o visitando lo storico castello che sovrasta la città.

 

Le auto più costose del mondo

Interessante l'articolo lanciato da Business Week e ripreso poi da diversi siti internet: fra le quindici auto più costose del mondo non compaiono pezzi esclusivi come la Bugatti Veyron o la Lamborghini Reventon... Il che significa che se anche avete in tasca quel milioncino di Euro che vi avanza, non vi potrete neppure avvicinare al prezzo di acquisto di queste supercar. La lista, stilata dalla rivista economica Business Week, indica solo le auto che sono state vendute nel corso del 2007 e di cui quindi si conosce il prezzo di acquisto, e - giusto per partire dal basso - vi diciamo subito che la quindicesima classificata è stata venduta per oltre 2.

 

Opel Corsa compie 25 anni

E’ passato un quarto di secolo dal debutto della prima generazione di Opel Corsa sul mercato italiano. Porta la data del 22 Novembre 1982 il primo listino italiano di questo modello. Da allora circa 1.190.000 italiani hanno acquistato una Corsa. “Opel Corsa è la piccola della Opel”. Recitava così, un quarto di secolo fa, la prima campagna pubblicitaria italiana di Opel Corsa, sottolineando come il nuovo modello fosse la prima esperienza della Casa tedesca del gruppo General Motors - fino ad allora specializzata in automobili di categorie superiori - come costruttore di un’autovettura del segmento B.

 

Il Museo Nicolis di Villafranca dal 16 al 25 novembre offre visite guidate, tariffe ridotte e sorprese a non finire per adulti e bambini

Settimana della Cultura d’Impresa dal 16 al 25 novembre; perché non andare alla scoperta di un “Museo-non-Museo”, un luogo non convenzionale che con la cultura ha moltissimo a che fare ma che, soprattutto, propone emozioni, divertimento e sorprese e non finire? L’indirizzo è: Museo Nicolis di Villafranca, a pochi chilometri da Verona, un palazzo avveniristico in vetro e acciaio che ospita spettacolari collezioni d’auto d’epoca, moto e biciclette, strumenti musicali, macchine fotografiche, ma anche juke box, oggetti di modernariato, opere inedite dell’ingegno umano.

 

La Mercedes 300 SL Roadster compie 50 anni

Da oltre mezzo secolo le sportive Mercedes che portano la leggendaria sigla “SL” sono considerate fra le vetture più affascinanti e ricercate del mondo. Considerate automobili da sogno, le differenti generazioni Mercedes SL sono tutte accumunate da doti senza tempo, quali: stile affascinante, tecnologia d’avanguadia ed avvincente piacere di guida. Queste doti si ritrovano in ogni generazione di SL, fino alla Mercedes-Benz SL Evo attuale. Il “Mito” Mercedes SL ebbe inizio a New York, nel Febbraio 1954, quando la Casa di Stoccarda presentò due SL che divennero altrettante leggende della storia dell’automobile: la 300 SL coupé “ali di gabbiano” e la 190 SL decappottabile.

 

Nel 2008 grandi festeggiamenti per il quarantesimo della Ferrari 365GTB4 Daytona

“Ci stiamo preparando per festeggiare nel 2008, i quarant’anni della Ferrari 365 GTB4 “Daytona”. Lo ha annunciato, oggi, venerdì 26 ottobre 2007, Roberto Vaglietti (Responsabile Ferrari Classiche e Corse Clienti), ad Auto e Moto d’Epoca, la rassegna italiana di riferimento nel settore, alla Fiera di Padova fino a domenica 28 ottobre. A Padova, Ferrari, presente per la prima volta ad una manifestazione italiana di auto d’epoca, ha illustrato alla stampa e al pubblico i numeri di “Ferrari Classiche”, l’ente preposto al restauro, manutenzione, assistenza tecnica e Certificazione d’Autenticità delle “Rosse”.

 

Venduta a 240.000 Euro la Mercedes di Padre Pio

È stata venduta ieri, sabato 27 ottobre 2007, per 240.000 euro l’auto di Padre Pio. La Mercedes Benz 190 D del 1959, appartenuta al Santo era il lotto più famoso dell’Asta Coys che si è svolta ad Auto e Moto d’Epoca, la principale rassegna italiana del settore alla Fiera di Padova fino a domani, domenica 28 ottobre 2007. La casa d’aste inglese ha proposto all’incanto  anche una Lamborghini Miura P400, celebre super car degli anni’60, una introvabile Porsche 356 Carrera 1600 B GT, esempio rarissimo della leggendaria 365 con un motore a 4 camme molto speciale, una Ferrari Carma FF del 1979 costruita per il Gruppo 5 per il Campionato Mondiale Costruttori del 1979 con un motore dotato di KKK biturbo,  il cui peso raggiungeva soli 950 kg, e una  Fiat 519 Weymann Berlina del 1925, che venne consegnata nuova a un gentiluomo inglese dalla Fiat (Inghilterra) Ltd.

 

Mille Miglia: gli aneddoti delle varie edizioni

1930 La lotta per il primato si rivelò un duello tra Achille Varzi e Tazio Nuvolari, quest’ultimo avvantaggiato dal fatto di essere partito dieci minuti dopo il pilota di Galliate che, sembra, non fosse stato bene informato negli ultimi tratti del ritmo di gara che stava mantenendo il rivale. La leggenda, forse eccessivamente romanzata, racconta che Nuvolari abbia sorpassato Varzi a Desenzano, poco prima del traguardo, dopo averlo seguito a fari spenti per coglierlo di sorpresa. L’Alfa si aggiudicò anche la Coppa Brescia a squadre.

 

La storia della Mille Miglia

La leggenda della Mille Miglia ha origine alla fine del 1926, quando quattro giovani appassionati di auto e gare (i “quattro moschettieri”), il Conte Aymo Maggi di Gradella, il suo amico, e primo finanziatore, Conte Franco Mazzotti, entrambi alla guida della neonata AC Brescia, Renzo Castagneto, dotato di ottime capacità organizzative e con un passato da pilota, e il giornalista Giovanni Canestrini della “Gazzetta dello Sport” idearono e progettarono la Corsa, in risposta alla mancata assegnazione a Brescia, loro città natale, del Gran Premio d'Italia.

 


Prec. Prec.Pag. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7Succ. Succ.