GP Italia Vs. Monza - Scontro Vs. Networking

di Svan

GP Italia Vs. Monza - Scontro Vs. Networking

Meno di due mesi al GP 2014, Parla Ecclestone e tutti si svegliano, additando la gestione monzese come la peggiore al mondo e che farà certamente perdere il GP Italia al circuito che sembra oggi sempre meno un tempio della velocità, stando a sentire le altisonanti voci dei critici, ma soprattutto analizzando il possibile calendario gare del 2015 / 2016.
  
Diciamoci la verità: è complesso capire le dinamiche di organizzazioni articolate e strutture di livello internazionale, come pur se non sembri potrebbe, o meglio dovrebbe, essere l’Autodromo Nazionale, che per continuare a vivere e adeguarsi crescendo, deve necessariamente aver a che fare con interlocutori di ogni dimensione e provenienza.

Eppure da noi, quell’aria di provincia con il modo di fare che si porta dietro, con i pregiudizi e soprattutto i “pre-comportamenti” furbescamente chiusi a mo di clan, riesce sempre a mettere in ombra il lato buono e bello per far emergere errori, imprecisioni e carenze che in effetti si sono negli anni accumulate non poco, se il riferimento deve essere il top del Motorsport mondiale.

  

 
NETWORKING DA PROVINCIA. Di chi è la colpa se abbiam visto sempre meno gare di alto livello e forse ancor meno ne vedremo a Monza in futuro? Difficile dare un’indicazione singola e precisa, come difficile capire chi adesso stia remando contro per far piazza pulita davvero, o solo per rimescolare le medesime carte in ballo. Chiedete a qualcuno di veramente illustre (ve ne son tanti che parlano da testate famose o social seguitissimi, non certo qui su DueMotori) se possa fare nomi per davvero: difficilmente ne uscirà qualcuno, mentre invece tutti presumiamo siano davvero in molti, ad aver tenuto troppo chiuse quelle porte che dovevano invece essere aperte per tutti, per fare quello che oggi si definisce network costruttivo, donando qualcosa e non tenendosi nel proprio giardinetto quello che si ha per smuoverne una piccola parte, solo se in cambio di qualcosa.

Ecco, andando fuori dal Motorsport, sovviene un recente esempio citato durante un seminario della BAA, inerente il tema delle relazioni umane, in particolare sul come fanno cenno al networking umano gli americani, col pollice verso l’alto e un sorriso verso i coinvolti. Bene, pensiamo a come invece lo si intenda più spesso noi, ovvero con il tipico “fare network? Uguale.. Aumm - aumme”. Quello che viene ben espresso con labbro arricciato, sguardo socchiuso e mano roteante a mo di afferrar sotto banco; già, un paragone per sorridere ma che serve anche fare dire che per tanti motivi umani Monza non è Indianapolis, dove parlando di tracciati storici che durano, han fatto passare le proprie vicissitudini superandole, per far correre anche le MotoGP, partendo da una storia fatta di altro. Il contrario che da noi, dove avendo tutto si riesce a perderlo, o farlo costare maggiormente.
Allora quel che ci vuole non è la polemica sterile, ma un vero cambio non solo di nomi e persone e nemmeno di generazioni, ma di mentalità nelle singole azioni, nei singoli modi di approcciare, ascoltare e magari dare ad altri quello che, ammettiamo forse per bravura oltre che fortuna, in passato da solo bastava a mantenere in vita un bel giardinetto. Se così non sarà il giardinetto rimane meno usato, meno curato e gradualmente spento, definitivamente brutto; se invece pur meno ricco e arricchente per i gestori sarà ben curato, anche fuori stagione (chissà come mai le polemiche solo desso, ndr) con lo spunto costruttivo permesso a molti senza tornaconti e gelosie, anche se di un gusto diverso non perfetto, potrà rifiorire.

I giovani e gli appassionati veri possono aver mollato in parte la propria fede, o la seria volontà di impegnarsi a fare qualcosa per Monza, di fronte a certe chiusure manifestatesi per anni. Ma se si comincia a pensare che la gestione autodromo passa in parte dalle elezioni che a breve ci saranno per la dirigenza ACI Milano, forse da li occorre partire, senza lesinar critiche costruttive e soprattutto controlli costanti su quanto accade e non accade dopo l’instaurarsi di un nuovo, o parzialmente rinnovato gruppo.

comments powered by Disqus

Articoli precedenti su DueMotori.com

GP Inghilterra 2014, Silverstone: l'anteprima

GP Inghilterra 2014, Silverstone: l'anteprima
in Formula 1

Monza Power Run 2014: sabato 19 luglio tutti in pista

Monza Power Run 2014: sabato 19 luglio tutti in pista
in Eventi e raduni

Video BMW: nuova M3 berlina e nuova M4 Coupé

Video BMW: nuova M3 berlina e nuova M4 Coupé
in Novità auto