Nissan GT-R: niente cerchi aftermarket, arigato

Nissan GT-R: niente cerchi aftermarket, arigato

Su Motor Trend è stato pubblicato un interessante servizio sulla Nissan GT-R. Scott Kanemura ha intervistato Michizio Niikura, presidente della MINE's Motor Sports, un produttore di componenti sportivi per auto che sta lavorando sulla nuova Nissan GT-R.

Il problema di questa vettura è che dispone di serie di un controllo elettronico sulla velocità, limitata a 180 kmh tranne che quando il GPS di bordo si accorge che state girando su una delle piste ufficialmente riconosciute da Nissan, perlomeno in Giappone.

In questo caso il sistema si può disattivare (non premendo un semplice bottone, ma navigando fra i menu del computer di bordo...), permettendo alla Nissan GT-R di erogare tutta la sua potenza.

Dopo che il sistema è stato disattivato, sembra che Nissan pretenda che il proprietario effettui un controllo presso un Nissan High Performance Center del costo di circa 1000 dollari, senza il quale la garanzia della vettura decadrebbe.

Ma non basta: sembra che le voci che giravano durante il Motor Show di Tokyo si siano rivelate vere. La Nissan GT-R non può utilizzare cerchi after market diversi da quelli montati di serie, per via di alcuni sensori presenti sulle valvole montate sui cerchi originari.

Nissan ha già dichiarato che il sistema GPS di riconoscimento delle piste non verrà impiegato per le vetture vendute negli USA, ma è fuori dubbio che il futuro del tuning e delle eleborazioni e personalizzazioni è messe sempre più a duira prova non solo dalle leggi ma anche dall'elettronica delle nuove vetture, sempre più invasiva.

comments powered by Disqus

Articoli precedenti su DueMotori.com

Le nuove Mercedes SL63 AMG e SL65 AMG

Le nuove Mercedes SL63 AMG e SL65 AMG
in Novità auto

Toyota backs new Sprint Series

Toyota backs new Sprint Series
in Sport