Porsche CarreraGT Mirage GTR

Purtroppo è solamente una Concept Car, ma una cosa è certa: per questa Porsche Carrera GT, Uwe Gemballa ha dato veramente il meglio di sé.
Sì perchè difficilmente si sarebbe potuto ipotizzare qualcosa di più raffinato del modello "di serie" proposto da Porsche - dal vivo è davvero emozionante, ve l''assicuriamo - e, spesso, se si pensa ad un''auto passata tra le mani di un preparatore tedesco difficilmente si parla di opere d''arte.

Ed invece per questa Carrera GT tutto è stato studiato in ogni minimo dettaglio...e, ad essere sinceri, sotto alcuni punti di vista preferiamo questa versione a quella originale.

I perchè non risiedono solamente nelle cure riservate al propulsore, ma anche alla interessantissima rivoluzione stilistica che ha portato la vettura ad essere una vera coupè piuttosto che una spider col tettuccio.

Certo, sul lungomare di Saint Tropez una spider coi fiocchi è sicuramente preferita...ma a chi l''auto la vede più come un oggetto con il quale far impazzire i cronometri, la maggior pulizia delle forme che si denota ammirando l''immagine del 3/4 posteriore non può che suscitare "strani pensieri".

Molto originale anche la reinterpretazione del cofano così come sono molto aggressive le filanti prese d''aria posizionate sapientemente tra gruppi ottici e paraurti. Si fanno notare anche le porte ad ali di gabbiano - spesso scelte da Gemballa per le sue interpretazioni più estreme - così come la totale assenza degli specchietti retrovisori, mandati in pensione da telecamere che proiettano le loro immagini sul display LCD al centro della plancia.

Non mancano assetto ultra-ribassato, minigonne e deviatori di flussi di ogni genere ed un curioso snorkel sul tetto, messo a punto per pescare aria fresca da sparare nei cassoncini d''aspirazione del V10.

Poche delle modifiche apportate al propulsore sono state dichiarate, ma visti i 1000 CV ed i 1150 Nm di coppia massima c''è da presupporre che ci sia qualcosa in più di una semplice coppia di turbine...
Con numeri del genere ed una struttura aerodinamica realizzata in leggerissima fibra di carbonio è lecito attendersi numeri spaventosi: Gemballa dichiara 403 km/h di velocità massima, 3.5 secondi per passare da 0 a 100 km/h ed appena 4.5 secondi in più per toccare i 200 km/h.

Anche Gemballa entra dunque di pieno diritto nel club dei "400", al quale appartegono costruttori come Bugatti, Konisegg o Saleen, anche se la reale prestazione - per il momento - non è ancora stata ufficializzata.

Powered by Racewaynews.net

comments powered by Disqus

Articoli più letti

Articoli precedenti su DueMotori.com

A New Wave of Pacifica Rolls Ashore

A New Wave of Pacifica Rolls Ashore
in Auto news