A Macao la Bmw e Andy Priaulx difendono con successo i loro titoli WTCC

A Macao la Bmw e Andy Priaulx difendono con successo i loro titoli WTCC


Andy Priaulx (GBR) del BMW Team UK si è aggiudicato il suo terzo titolo piloti consecutivo nel FIA WTCC. Sul circuito “Guia” di Macao, si era assicurato una posizione perfetta per la partenza grazie al suo piazzamento all’ottavo posto nella prima gara.

In gara due, ha trasformato la pole position in una vittoria schiacciante. Con 92 punti all’attivo, Priaulx ha relegato Yvan Muller (FRA/SEAT) al secondo posto nella classifica generale. Anche nel Campionato Costruttori, la BMW è riuscita a conquistare il terzo titolo mondiale. Nel corso delle ultime 22 gare, il marchio ha accumulato un totale di 255 punti.

Il pilota privato Stefano d’Aste (ITA) del Wiechers-Sport Team ha vinto il Trofeo Indipendenti, facendo sì che la BMW ottenesse l’en plein nel WTCC 2007.

Il finale di stagione nell’ex colonia portoghese si è rivelato un vero thriller. Mentre Priaulx era felicissimo dopo la sua vittoria, i due piloti del BMW Team Germany hanno subito una buona dose di sfortuna. Augusto Farfus (BRA), mentre era in seconda posizione, è stato urtato da Gabriele Tarquini (ITA/SEAT) nell’ultimo giro di gara uno, andando a schiantarsi contro le barriere e costretto al ritiro. Di conseguenza, Farfus era già fuori causa per il titolo prima della partenza di gara due. Il 24enne pilota brasiliano ha finito la sua prima stagione del WTCC con la BMW al quarto posto assoluto con 71 punti.

Jörg Müller (GER) ha mancato per poco l’occasione di conquistare almeno i quattro punti a Macao che gli sarebbero toccati se fosse stato in grado di finire quinto in gara due. Tuttavia, come era successo prima al suo compagno di squadra, anche lui è stato eliminato da un altro avversario nell’ultimo giro. Müller ha terminato il Campionato Piloti al settimo posto con 66 punti.

Nella prima gara della giornata, Priaulx ha posto le basi per riuscire nella difesa del titolo. Ha potuto trarre beneficio dal ritiro di Muller nell’ultimo giro e dall’incidente tra Farfus e Tarquini. E’ stato così in grado di risalire dalla 12° posizione in griglia ad un prezioso ottavo posto che gli ha permesso di ottenere la pole per gara due. Alla partenza, Farfus ha superato Tarquini ed è rimasto a ridosso dei due piloti al comando, Muller e Alain Menu (SUI/Chevrolet). Dopo il ritiro di Muller, Farfus sembrava sulla buona strada per festeggiare la sua rimonta nella lotta per il titolo. Ma le sue speranze sono svanite quando Tarquini ha tamponato la sua BMW 320si WTCC. I due piloti del BMW Team Italy-Spain. Alessandro Zanardi (ITA) e Félix Porteiro (ESP), hanno terminato la gara al 10° e 12° posto rispettivamente. Müller ha tagliato il traguardo in 13° posizione, mentre Fredrik Ekblom (SWE) ha conquistato il 16° posto per il BMW Team UK. La vittoria è andata a Menu.

Prima della seconda gara, era già chiaro che soltanto Priaulx e Thompson avevano la possibilità di conquistare il titolo iridato, poiché Muller non poteva prendere il via. Ma non c’era dubbio sulla determinazione di Priaulx di conquistare sia la vittoria che il titolo. Ha effettuato un’ottima partenza e ha mantenuto il comando. Dopo alcuni giri, il pilota 33enne aveva già realizzato un buon margine di vantaggio su Thompson, che era stato capace di risalire dalla quarta alla seconda posizione. Priaulx ha resistito alla pressione e, senza fare errori, ha tagliato il traguardo da vincitore per la terza volta quest’anno, assicurandosi così il quarto titolo consecutivo FIA Vetture Turismo. Nel 2004, aveva primeggiato anche nelle classifiche del Campionato Europeo.

Intanto, in pista succedevano diversi episodi turbolenti. Nel cercare di evitare un’altra vettura, Zanardi si è trovato nella via di fuga della curva “Lisboa” subito dopo la partenza. Al terzo giro, si è ritirato a causa di problemi tecnici. Il suo compagno di squadra Porteiro è stato premiato per una notevole prestazione nella sua prima uscita sul circuito di Macao, finendo settimo in gara due. Egli ha concluso la stagione al 12° posto in classifica, mentre Zanardi ha conquistato la 15° posizione. Nel suo terzo weekend di gara con il BMW Team UK, Ekblom ha ottenuto il primo punto WTCC, finendo nono. Il pilota Colin Turkington (GBR/Team Aviva), che era stato invitato a partecipare alla gara in qualità di ospite e che si era piazzato all’ottavo posto su una BMW 320si, non ha potuto usufruire di punti per il campionato. Müller, che aveva fatto una bella rimonta dalla 12° alla quinta posizione, ha lasciato Macao a mani vuote a causa dell’incidente accaduto poco prima della fine della gara.

Reazioni:

Mario Theissen, Direttore BMW Motorsport:
“Questa è stata certamente finora la stagione più competitiva nel Campionato Mondiale Vetture Turismo. Mai prima c’eravamo trovati in una posizione di partenza così difficile. Per la prima volta, recandoci a Macao non eravamo tra i favoriti. Sapevamo che qualcosa di inaspettato sarebbe dovuto accadere per permetterci di vincere il titolo. Ma Macao è stata sempre una gara speciale. Si deve spingere al massimo fino al traguardo ed è ciò che è successo oggi. Non potevamo prevedere ciò che sarebbe successo durante le gare, ma i nostri piloti hanno colto le chance offerte loro. Congratulazioni ad Andy Priaulx, al BMW Team UK e a tutti i nostri dipendenti di Monaco che hanno lavorato moltissimo per questo successo. Congratulazioni vanno anche ai nostri avversari che non ci hanno reso facile la vita fino all’ultima gara”.

Andy Priaulx (BMW Team UK):
“Non mi sono mai arreso. Ma sapevo che oggi occorreva qualcosa di speciale. Per vincere il campionato, bisogna avere un po’ di fortuna, ma bisogna anche esserci e cercarla. Questa è stata semplicemente la mia giornata. Grazie alla BMW e a tutti coloro che mi hanno appoggiato anche dopo una giornata difficile come quella di ieri, siamo riusciti ad emergere nelle gare di oggi. Tuttavia, vorrei anche dire che mi dispiace per Yvan Muller, che ha disputato una stagione fantastica. D’altra parte, ora sono semplicemente contentissimo”.

Augusto Farfus (BMW Team Germany):
“Ovviamente, sono molto deluso. Dopo il ritiro di Yvan Muller, avevo di nuovo l’occasione di giocare un ruolo importante nella lotta per il titolo, ma poi è successo quell’incidente inutile. Le mie congratulazioni ad Andy. Oggi si è trovato nel posto giusto al momento giusto”.

Jörg Müller (BMW Team Germany):
“Ho fatto del mio meglio nella seconda gara per recuperare terreno, ma non mi è stato permesso. Se si viene spinto fuori pista da un avversario nell’ultimo giro, si resta sempre delusi. Sono contento che la BMW sia riuscita ancora una volta a conquistare i titoli. Farò un altro tentativo per la conquista del titolo nel 2008”.

Calendario gare:
11 marzo – Curitiba (BRA), 6 maggio – Zandvoort (NLD), 20 maggio – Valencia (ESP), 3 giugno – Pau (FRA), 17 giugno – Brno (CZE), 8 luglio – Porto (PRT), 29 luglio – Anderstorp (SWE), 26 agosto – Oschersleben (GER), 23 settembre – Brands Hatch (GBR), 7 ottobre – Monza (ITA), 18 novembre – Macau (MAC).

comments powered by Disqus

Articoli più letti