Bella vittoria per Comandini ad Imola nel tricolore GT

Bella vittoria per Comandini ad Imola nel tricolore GT

Primo successo stagionale per il pilota romano della Best Lap Stefano Comandini sul tracciato di Imola in occasione della quinta prova della serie tricolore GT. Dopo i problemi patiti nella gara di Luglio sul tracciato del Santerno un nuovo BOP (Balance of performance) ha consentito alle BMW Z4 del Team ROAL Motorsport di colmare un gap prestazionale abbastanza evidente consentendo così al pilota romano di presentarsi al via di questa gara post ferie con tutti i presupposti per ben figurare. Dopo il quinto tempo ottenuto nel secondo turno di qualifiche, Comandini vedeva partire in Gara 1 il suo compagno Colombo dalla prima posizione grazie ad un ottima pole position ottenuta dal pilota lombardo nella Q1.

Al via della prima manche Colombo manteneva la prima piazza allungando sugli inseguitori e consegnando la coupè tedesca al pilota Best Lap con un buon margine di vantaggio.

Al romano ex Porsche Carrera Cup non rimaneva dunque che fare un secondo stint di gara costante amministrando il vantaggio accumulato e andando così a conquistare una meritatissima vittoria che lo rilanciava in classifica di campionato nella classe regina GT3. Nella GT Cup Donativi era anche lui autore di una gara molto consistente che lo vedeva salire in vettura nella seconda parte della manche e concludere in quarta piazza non distante dal terzo gradino del podio.

Con questo risultato il pilota della Best Lap conquistava ulteriori punti e si dimostrava ancora una volta uno dei piloti più consistenti del campionato. Nella seconda manche era proprio il romano della Best Lap a prender il via dalla terza fila vedendosi però subito sfilare da un paio di avversari nel corso del primo giro. Da quel momento però il pilota della BMW era protagonista di una bella lotta a quattro con Mapelli, Lancieri e Postiglione per la quarta piazza. Giro dopo giro Comandini si faceva sempre più pressante riuscendo ad avere la meglio su Lancieri guadagnando così la sesta piazza in scia al duo Porsche Postiglione-Mapelli.

Dopo il cambio pilota, in virtù del maggior handicap tempo scontato in corsia box a seguito della vittoria in Gara 2, il compagno di squadra Colombo riprendeva la via della corsa in settima piazza andando poi a recuperare un posizione nel corso del suo stint di guida. Nella fasi finali di gara poi Colombo era purtroppo vittima incolpevole di un contatto di gara con Sonvico (Audi Sport Italia) autore di una manovra molto pericolosa e scorretta in uscita dalla variante del Tamburello. La conseguente uscita di pista del pilota BMW causava successivamente il ritiro dell’equipaggio con grande rammarico per il buon piazzamento sfumato e per i punti persi in campionato.Nella classe GT Cup sfortunata la manche di Donativi vittima di un problema ad uno pneumatico poco prima del pit stop obbligatorio di metà gara che lo costringeva ad una sosta ai box extra non prevista che ne condizionava fortemente il proseguo della gara. A fine gara dunque solo un quarto posto per lui che comunque serve a muovere una classifica che lo vede sempre più nei piani alti.

Stefano Comandini: ”Sono davvero molto contento per la vittoria ma altrettanto amareggiato per i punti persi in Gara 2 a causa del comportamento davvero scorretto di Sonvico. Colombo è stato bravissimo a non picchiare quando Andrea lo ha spinto ad alta velocità nell’erba. Peccato davvero ma siamo molto competitivi e attendo ora la gara di casa per puntare nuovamente alla vittoria.”

comments powered by Disqus

Articoli precedenti su DueMotori.com

Bormolini sfiora il successo nel CEM alla Ilirska Bistrica

Bormolini sfiora il successo nel CEM alla Ilirska Bistrica
in Competizioni auto

Vignale, la nuova linea premium di Ford

Vignale, la nuova linea premium di Ford
in Novità auto