Honda Racing F1 Team: Qualifiche difficili a Spa

Honda Racing F1 Team: Qualifiche difficili a Spa


I piloti dell’Honda Racing F1 Team Jenson Button e Rubens Barrichello occuperanno la settima e la nona fila della griglia, dalle quali scatteranno per i 44 giri del GP del Belgio. Nelle qualifiche di oggi, i due portacolori del team hanno continuato ad avere problemi di bilanciamento, nonostante Jenson sia riuscito a passare al 2° turno eliminatorio, nel quale ha ottenuto il 14° tempo mancando l’accesso alla frazione finale. A seguito della penalità inflitta a Kubica per la sostituzione del motore, l’inglese della Honda si schiererà in 13° posizione. Rubens ha chiuso le qualifiche al 18° posto.

Per tutte le libere di questo weekend, i due piloti hanno cercato di migliorare la regolarità delle RA107, ottenendo miglioramenti nella sessione del sabato mattina.

Nel primo turno delle qualifiche, essi hanno percorso due giri lanciati ciascuno. Nel primo giro, Rubens ha fermato il cronometro sull’1:48.066s, un tempo di 5 decimi più basso del riscontro delle libere del mattino e di 2 decimi migliore del crono fatto segnare da Jenson nella prima tornata veloce.

Nel rispettivo secondo giro, i due hanno poi abbassato i loro tempi, ma è stato Jenson ad essersi migliorato maggiormente. Con il tempo di 1:47.474s, l’inglese si è infatti classificato 14°, con un vantaggio di mezzo secondo su Rubens, il cui 1:47.954s lo ha relegato in 18° posizione chiudendogli le porte del 2° turno eliminatorio.

Nella seconda frazione delle qualifiche, Jenson si è poi ulteriormente migliorato di mezzo secondo. Tale risultato gli ha inizialmente assicurato la 13° posizione, poi nel corso delle qualifiche Jenson è scivolato al 14° posto. È anche tornato in pista per un secondo giro veloce, che però ha interrotto per risparmiare le gomme per la gara. Grazie alla penalità comminata a Kubica per la sostituzione del motore, Button si schiererà quindi in 13° posizione.

In vista del GP del Belgio di domani che si correrà sulla distanza dei 44 giri, i due alfieri dell’Honda Racing F1 Team ricorreranno alla loro esperienza e agli ottimi risultati conseguiti in passato a Spa-Francorchamps per portare a casa il migliore risultato possibile.

JENSON BUTTON
“Un sabato discreto. Nella prima uscita del primo turno, ho incontrato traffico trovandomi vicinissimo alla macchina che mi precedeva. Nella 2° frazione, credo di avere ottenuto il massimo dalla mia monoposto nella prima uscita. Nel secondo giro veloce, era invece un po’ troppo sottosterzante e così ho rallentato badando a preservare le gomme per la gara. Sono abbastanza soddisfatto della posizione in griglia e penso che da lì potremo risalire in classifica. Dal punto di vista dell’aerodinamica, la nostra macchina non si adatta per niente a questo tracciato, quindi sono abbastanza soddisfatto di come sono andate le qualifiche. Attendo fiducioso la gara.”

RUBENS BARRICHELLO
“Abbiamo avuto problemi al bilanciamento aerodinamico della macchina sin dall’inizio del weekend. Semplicemente, su questo tracciato, l’efficienza aerodinamica della nostra macchina non è sufficiente. Nell’ultima uscita, ho chiesto un maggiore carico sull’ala anteriore, ma questa regolazione si è tradotta in un sottosterzo maggiore, quindi ora occorre studiare e comprendere i dati. Naturalmente, partire dal 18° posto sarà una battaglia, ma aspetteremo di vedere come evolve la gara, nella speranza di guadagnare posizioni.”

JACKY EECKELAERT
Direttore tecnico

“Nel 1° turno eliminatorio, Jenson è andato bene, tanto da accedere agevolmente al 2° turno delle qualifiche, nel quale ha poi ottenuto il massimo dalla macchina. Se avesse avuto un po’ meno di sottosterzo, forse avremmo potuto migliorare leggermente la nostra prestazione, ma nel complesso è stato un buon giro e Jenson potrà affrontare la gara di domani partendo da una posizione discreta. Nelle libere di questa mattina, Rubens ha faticato un po’ a trovare il bilanciamento giusto. Dopo alcune modifiche all’assetto, la macchina è migliorata per la prima uscita nel primo turno delle qualifiche. La seconda sessione era alla sua portata, ma nel secondo giro anch’egli ha accusato un sottosterzo eccessivo e così sono sfumate le sue chance.”

comments powered by Disqus

Articoli più letti

Articoli precedenti su DueMotori.com

BMW 535d Touring Eccelsa (2005)

BMW 535d Touring Eccelsa (2005)
in Test e prove su strada

Volvo Cars Engines Skövde a lively 100-year old

Volvo Cars Engines Skövde a lively 100-year old
in Auto news

Seat to make 95% recyclable vehicles

Seat to make 95% recyclable vehicles
in Eco Cars

Audi: Mehr Fahrspaß, weniger Emission

Audi: Mehr Fahrspaß, weniger Emission
in Nachrichten automobil