GP Italia ’11, gara: domina Vettel, lottano Alonso e Schumi

di Redazione DueMotori.com

GP Italia ’11, gara: domina Vettel, lottano Alonso e Schumi


Uno spettacolo in pista che valeva il biglietto, questo è quanto accaduto in sintesi al GP di Monza quest’anno.
   
Sebastian Vettel vince a Monza un’altra volta e consacra il dominio anche in questa stagione (suo e dei colori Red Bull). Per lui anche il ricordo piacevole della sua prima affermazione iridata, proprio qui con la Toro Rosso.
    
CRONACA DI GARA
Al via subito qualche problema, dovuto a un contatto nelle retrovie, che coinvolge Liuzzi, involontario autore alla prima staccata di uno “strike” nei confronti di Petrov e Rosberg.

In breve, dopo l’uscita della safety car, assistiamo anche ai ritiri di Ricciardo, D’Ambrosio e soprattutto Webber. L’australiano durante un tentativo di sorpasso a Massa, ne esce con la vettura danneggiata; purtroppo anche la gara del brasiliano rimane compromessa.

   
VETTEL Vs ALONSO. Alonso infiamma i cuori ferraristi con una partenza perfetta e tosta quanto basta per mettersi dietro tutti, purtroppo per lui non è sufficiente, così come non bastano le traiettorie intelligenti dello spagnolo, che chiude ogni varco alla Red Bull per alcuni giri. Vettel dopo una fase di studio, azzarda un passaggio ai limiti del rischio: affianca la Ferrari lungo il curvone andando in parte sullo sterrato, così facendo si ritrova all’interno per la staccata della roggia e prende quindi il comando della gara.
   
Dietro al fenomeno della Red Bull, che inanella giri a livelli insostenibili per tutti, Alonso conduce gli inseguitori, tallonato da due “elementi” non certo facili: Schumacher e Hamilton, entrambi assetati di prestazioni e risultati per motivi diversi (oltre che per natura).
  
VECCHIO MA TOSTO. I primi sei hanno un passo che chiarisce subito i valori in campo, quelli delle rispettive vetture. Button recupera sino a tallonare il compagno ed è qui che Schumi rispolvera tutto il suo portafoglio prodotti, pardon, strategie di guida. Il tedesco nonostante l’inferiorità rispetto alla McLaren dei giovani rivali, se li tiene dietro e fa sudare la posizione, addirittura zittisce in breve le gioie di Hamilton quando per un attimo, la Mercedes cede la seconda piazza.
   
In sala stampa acclamazioni da molti per Alonso nei primi giri, ma da quasi tutti poi per Schumi, durante la battaglia con le McLaren, durata fino al ventisettesimo passaggio, quando il tedesco cede ad un assalto dell’inglese e bada a mantenere la posizione.
  
Dopo due pit-stop, ad avere la meglio tra gli inseguitori è Button, che conduce una gara intelligente e lontano dai problemi. L’inglese non è il più veloce in nessuno dei tre settori (dove svettano rispettivamente Schumacher, Hamilton e Alonso), ma la sua condotta lo fa risalire al secondo posto, a circa quindici secondi da Vettel.
   
Sul finire di gara Alonso (conscio dei suoi limiti oggi, dopo l'illusione creata al via) deve tutelarsi dalla risalita di Hamilton, che segna giri veloci, mentre Schumi conserva un buon quinto posto, adeguato alle prestazioni della sua Mercedes oggi e davanti al secondo ferrarista, Massa, che chiude sesto.
 
Buona gara per Alguersari e Di Resta, che terminano dietro ai “grandi”. Poca luce in patria per Trulli, comunque riconfermato dalla Lotus anche per la prossima stagione. 
   
   
Ordine d’arrivo – GP Italia 2011:
1 1 Sebastian Vettel RBR-Renault 53 Winner
2 4 Jenson Button McLaren-Mercedes 53 +9.5 sec
3 5 Fernando Alonso Ferrari 53 +16.9 sec
4 3 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 53 +17.4 
5 7 Michael Schumacher Mercedes 53 +32.6 
6 6 Felipe Massa Ferrari 53 +42.9 secs
7 19 Jaime Alguersuari STR-Ferrari 52 +1 Lap
8 15 Paul di Resta Force India-Mercedes 52 +1 Lap
9 9 Bruno Senna Renault 52 +1 Lap
10 18 Sebastien Buemi STR-Ferrari 52 +1 Lap
11 12 Pastor Maldonado Williams-Cosworth 52 +1
12 11 Rubens Barrichello Williams-Cosworth 52 +1 Lap
13 20 Heikki Kovalainen Lotus-Renault 51 +2 Laps
14 21 Jarno Trulli Lotus-Renault 51 +2 Laps
15 24 Timo Glock Virgin-Cosworth 51 +2 Laps
Ret 22 Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 39 +14 Laps
Ret 17 Sergio Perez Sauber-Ferrari 32 +21 Laps
Ret 16 Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 21 +32 Laps
Ret 14 Adrian Sutil Force India-Mercedes 9 +44 Laps
Ret 2 Mark Webber RBR-Renault 4 +49 Laps
Ret 25 Jerome d'Ambrosio Virgin-Cosworth 1 +52 Laps
Ret 10 Vitaly Petrov Renault 0 Accident
Ret 8 Nico Rosberg Mercedes 0 Accident
Ret 23 Vitantonio Liuzzi HRT-Cosworth 0 Accident
 
 
  
Classifica piloti
1. Vettel punti 284; 2. Alonso 172; 3. Button e Webber 167; 5. Hamilton 158; 6. Massa 82; 7. Rosberg 56; 8. Schumacher 52; 9. Petrov e Heidfeld 34; 11. Kobayashi 27; 12. Sutil 24; 13. Alguersuari 16; 14. Buemi 13; 15. Di Resta 12; 16. Perez 8; 17. Barrichello 4; 18. Senna 2; 19. Maldonado.
 
Classifica costruttori
1. Red Bull Racing punti 451; 2. McLaren 325; 3. Ferrari 254; 4. Mercedes 108; 5. Renault 70; 6. Force India-Mercedes 36; 7. Sauber-Ferrari 35; 8. Toro Rosso-Ferrari 29; 9. Williams-Cosworth 5.

 

comments powered by Disqus

Articoli più letti