Formula 1 - ultimi articoli


Budapest prove libere 2: si prepara Zsolt Baumgartner

> di Alessio Piana Neanche il tempo di sapere come sta realmente Firman, che già si è trovato un sostituto. Con ogni probabilità del caso, Zsolt Baumgartner, terzo pilota del team (che ha effettuato i test supplementari ieri dalle 8,30 alle 10,30) e driver della Coloni in F3000, scenderà in pista oggi pomeriggio nelle qualifiche e domani in gara. Non ha perso tempo, Eddie Jordan. Anche se ci sono dubbi sul fatto che un pilota come Baumgartner (tra l'altro ungherese, quindi gioca in casa), di moderata esperienza in F1 possa reggere con sicurezza il ritmo di un GP.

 

Budapest prove libere 1: terribile crash per Firman (non correrà)

> di Alessio Piana Un terribile crash è stato il protagonista della prima sessione di prove libere del sabato. Al 15° minuto dall'inizio dei test, Ralph Firman, che fino a quel momento era in settima posizione, percorre la curva numero 9 quando, ad un certo punto, si stacca l'alettone posteriore. Un cedimento strutturale pericolosissimo. L'irlandese non se ne accorge e vola letteralmente nella curva successiva nelle tre file di gomme che fanno da barriere protettive. La macchina salta e quasi decolla, fino a fermarsi dopo un devastante impatto.

 

Schumacher chiede consigli a Heidfeld!

> di Alessio Piana E' uscita fuori una voce che ha dell'incredibile a Budapest. Dopo il cappotto subito dalla Ferrari oggi nelle qualifiche, i tecnici e i piloti hanno puntato, anche se non lo dicono, il dito accusatorio nei confronti della Bridgestone. Sette gommati Michelin (di cui quattro davanti) nella top ten vorranno dir pur qualcosa. Ma non è questo il punto. Oggi i giapponesi hanno portato delle gomme evoluzione, uno sviluppo fatto proprio nella pausa estiva che ha comportato un notevole sforzo a Tokyo (anche se non è lì che le fanno ma va bene così).

 

F3000 Budapest Qualifiche: duo italiano in pole, Liuzzi-Pantano

> di Alessio Piana Alla faccia di chi dice che a guidare auto noi italiani siamo dei fermi. Un venerdì da leoni per i nostri colori: Trulli "pole" in F1, e prima fila tutta italiana nella F3000 con Vitantonio Liuzzi (N.B.: è un debuttante) davanti a Giorgio Pantano. Purtroppo ai fini classifica non vuol dire nulla (il titolo già andato a Bjorn Wirdheim ha quantomeno tranquillizzato lo svedese già in odore di F1) ma l'eccellente affermazione dei due italiani resta. "Tonio" (vuole che lo chiamiamo così) conquista la prima pole nella Tremila, e partirà già con il ruolo di favorito per la vittoria della corsa di domani (attenzione, debutteranno i pit stop).

 

Budapest qualifiche 1: Trulli, purtroppo quando non serve

> di Alessio Piana Non è una sorpresa, nemmeno dobbiamo scrivere titoloni in prima pagina su questo fatto. Jarno Trulli ottiene il miglior tempo nelle qualifiche del venerdì. Ahinoi, quelle che non servono. Purtroppo, quelle che spesso e volentieri non dicono la verità (Webber 1° in Brasile, Verstappen poleman in Francia, 4° Firman a Montreal!!). Eppure, ho la sensazione che questa volta è veritiera. Le qualità di Trulli sono indubbie. Un potenziale campione del mondo. Anche quelle della Renault.

 

Coulthard confermato in McLaren

> di Alessio Piana Che ci crediate o meno, il comunicato è uscito mentre Coulthard commetteva un testacoda nelle prove libere... DC è stato confermato in McLaren Mercedes anche per il prossimo anno. O meglio, solo per il prossimo anno... Lo si sapeva già da tempo, e le ipotesi Montoya-2004 erano, come dicevano in molti (anche noi), solo pura follia. Piu' fattibile per il 2005. Ma ora è un pò troppo presto per pensarci. Sarà il nono anno il 2004 per Coulthard in McLaren. Chiuderà in bellezza? Meglio non esprimersi.

 

Budapest prove libere del venerdì: una Toyota peso piuma

> di Alessio Piana Si fa sul serio a Budapest, con la prima sessione di prove libere. Tutti presenti eccetto Nicolas Kiesa: problemi tecnici alla sua Minardi li fanno saltare le prove. Gli altri 19 piloti, incontrano per la prima volta il nuovo tracciato allungato e velocizzato: a vedere dalle riprese TV, è molto bello. La situazione è sicuramente migliorata: rettilineo allungato, priva curva non piu' a imbuto ma leggermente piu' larga, una chicane con staccata piu' secca che invita al sorpasso.

 

Budapest prove libere supplementari: la via crucis di Fisico

> di Alessio Piana Se non fosse per la vittoria in Brasile, Giancarlo Fisichella potrebbe fare un delete di questa stagione. Terribile. Ancor di piu' dopo quello successo in mattinata nelle prove libere supplementari. Il romano era speranzoso e motivato (per quel che può essere), la Bridgestone aveva dato a lui il compito di sviluppare dei pneumatici-evoluzione al pari della Ferrari. La casa giapponese sa quanto vale Fisico, per questo punta su di lui. Però, incredibilmente, dopo un niente dall'inizio delle prove esplode il motore Ford della sua Jordan.

 

Tolta (giustamente) la penalità a Ralf Schumacher

> di Alessio Piana Giustizia (o ingiustizia, questioni di punti di vista) è fatta: la penalità comminata a Ralf Schumacher (dieci posizioni di penalità nella griglia di partenza di Budapest) per il botto al via in Germania, è stata annullata. Appena si è saputa la notizia, noi eravamo stati gli unici ad ampliare le visuali sull'incidente e sulle conseguenze (di spettacolo in gara e fine campionato, ovviamente) della punizione per Ralf Schumacher. Se il fratellino sarebbe partito che ne so 14°, era fuori-giochi campionato (passare all'Hungaroring è difficile anche alla Play Station).

 

Avviene la formalità: Trulli ed Alonso confermati in Renault

> di Alessio Piana Una pura e semplice formalità, l'annuncio della conferma di Jarno Trulli e Fernando Alonso in Renault. Lo si sapeva già da tempo, già a Magny Cours Patrick Faure e Flavio Briatore avevano lanciato segnali rassicuranti. Ma per onor di cronaca, riportiamo la notizia. Che fa chiaramente felici tutti noi (Trulli confermato in Renault è uguale a vederlo vincente il prossimo anno) e soprattutto la Regiè. Tutte le squadre sognano una coppia di piloti così: giovane, non polemica, piena di talento e motivazioni.

 

Nella F3000 a Budapest i pit-stop in vista del 2004

> di Alessio Piana Visto che ormai il titolo della F3000 è già assegnato, la FIA ha pensato bene di preparare tutte le squadre al 2004 con un cambio di regolamento molto spettacolare (all'inizio, poi vedrete...): l'adozione dei pit stop. Sempre per avvicinarsi di piu' alla massima Formula, sempre per aumentare lo spettacolo (ad essere obiettivi, nelle ultime due gare si è dormito un pò). Saranno 6 i meccanici impegnati nel cambio gomme, diverso dai 21 della Formula 1... I pit stop sarà il primo di molti cambiamenti che riguarderanno i prossimi due anni della F3000 Internazionale.

 

Gp Ungheria: Orari TV

> di Alessio Piana Venerdì 22 agosto Prove Libere 1: 10,45 - 12,15 Sky Sport 1 Qualifiche 1: 13,45 - 15,30 Rai Due Qualifiche 1: 13,45 - 15,15 Sky Sport 1 Sabato 23 agosto Prove libere 1: 8,45 - 10,00 Sky Sport 1 Prove libere 2: 10,00 - 11,15 Sky Sport 1 Warm Up: 13,30 - 13,45 Sky Sport 1 Qualifiche 2: 13,45 - 15,15 Sky Sport 1 Qualifiche 2: 13,45 - 15,30 Rai Due Domenica 24 agosto Gara: 13,10 Rai Uno Gara: 13,30 Sky Sport 1

 

Ufficiale: via il Canada dal prossimo anno

> di Alessio Piana E' arrivato l'annuncio ufficiale: via il Gp del Canada (Montreal) dal prossimo anno, a causa di una legge antipubblicità-tabacco che entrerà presto in vigore (che l'abbandono della Players nella Champ Car abbia aiutato?...). Il comunicato è duro da recepire, anche se viene lasciata una minima speranza. Il responsabile del tracciato Gilles Villeneuve sarà a Budapest ed interpellerà i team: se tutti saranno d'accordo, si andrà lo stesso in Quebec il prossimo anno. Ma a questo punto, sorge una domanda (oltre che il rammarico per la perdita di una pista sì pericolosa ma bellissima): a cosa è servita la smentita di Ecclestone.

 

Wirdheim e Bell proveranno la Bar a settembre

> di Alessio Piana In Bar non sanno piu' che pesci pigliare. Se è vero che Jacques Villeneuve non ci sarà il prossimo anno (al suo posto Takuma Sato, buona fortuna), anche in situazione collaudatori non stanno un granchè bene. Davidson è pronto ad andare in Jaguar (da titolare), e con Sato secondo pilota Bar 2004 mancano due collaudatori. Per questo, da qui in avanti, la Bar 005 la faranno provare a tanti giovani di belle speranze. I primi, rispondono al nome di Bjorn Wirdheim e Townsend Bell.

 

Situazione piloti 2004, poche sorprese

> di Alessio Piana Come per l'estate 2002, anche quest'anno il mercato piloti non offre spunti interessanti per il 2004. Casomai per il 2005, con Montoya in procinto di lasciare Williams per Toyota o McLaren. Chissà, di certo mancano ancora due anni prima di vedere grossi cambiamenti. Per adesso, novità interessanti per il 2004, non ce ne sono. I quattro top team hanno i piloti già piazzati. La bomba piu' importante per il prossimo anno, è quella che vi avevamo anticipato addirittura lo scorso dicembre.

 

Giochi di squadra in Williams? Vogliono farci ridere...

> di Alessio Piana Premessa: da quest'anno i giochi e ordini di scuderia sono ufficialmente vietati. Premessa finita. Detto questo, in un giro di interviste ai soliti magazine anglo-tedeschi, Ralf Schumacher dichiara "Se la Williams me lo chiederà, sono disposto ad aiutare Montoya, ma punto chiaramente anche io al titolo 2003". Il colombiano, dal canto suo, conta sull'appoggio del fratellino del cinque volte campione del mondo. Cioè, nel giro di 1 giorno, sono stati cambiati venticinque anni di storia Williams? Ora gli ordini di scuderia dettati dal duo Frank Williams/Patrick Head esistono? Ma per favore! Primo, ora sono vietati, la FIA ha il controllo delle comunicazioni radio quindi può sanzionare pesantemente la squadra.

 

Ecclestone smentisce (ma non assicura) il via-Montreal-2004

> di Alessio Piana Tempi strani per la Formula 1. Ieri Montreal era definitivamente cancellato dal calendario 2004. Oggi, Bernie Ecclestone, in un suo comunicato, fa sapere che nulla è ancora deciso e il circuito intitolato a Gilles Villeneuve può restare anche per la prossima stagione. Smentisce, ma non conferma. Come è solito fare...

 

Sparisce il Gp del Canada nel 2004

> di Alessio Piana Poche parole, ma è accaduto un grande fatto. Il Gran Premio di Montreal 2004 non avrà luogo, per una legge antitabacco che partirà quest'anno il 1 ottobre. Per questo, via Montreal, così si assicurano 17 Gran Premi ed è salvo (ma non è ancora detto...) Imola. Ogni commento sarebbe superfluo. L'unica cosa da dire, è che sparisce, oltre che un bel circuito (seppur pericoloso), un tracciato intitolato a Gilles Villeneuve. La storia ormai non importa piu' nulla.

 

Indianapolis nel 2004 il 20 giugno? Follia

> di Alessio Piana Per far spazio al Gran Premio di Cina e Bahrein (oltre che il ritorno di Spa), per il prossimo anno, si è pensato ad un calendario di 18 gare. Sembra tutto bello adesso, ma quando capiranno che non ci sarà piu' il tempo per respirare sarà troppo tardi. Oltre a questo, le novità del calendario della Formula 1 2004 prevede un Gran Premio di Brasile a fine settembre con lo spostamento di Indianapolis il 20 giugno. Una follia. Un'autogol per la Formula 1 in America. Il 26 maggio 2004 ci sarà la 500 Miglia di Indianapolis, e neanche un mese dopo il Gran Premio di Formula 1.

 

Montoya pensa alla Toyota per il 2005

> di Alessio Piana Montoya, in questo momento, è sotto i riflettori. La stra-vittoria in Germania, le ipotesi di un contratto con la McLaren lo stanno portando in prima pagina su tutti i giornali. Forse sotto questa onda, ha rilasciato un'intervista sul quale individua nella Toyota una delle sue possibili opzioni per il 2005. Attratto da un budget illimitato, da una squadra rivolta tutta a suo favore, di una collaborazione che era già nata nel 2000 nella CART, Montoya pensa seriamente alla Toyota come la sua prossima squadra per puntare al titolo mondiale.

 

Montagny pronto per la Formula 1

> di Alessio Piana La Renault, tra la dozzina di piloti che ha sotto contratto, ha un certo Frank Montagny. Leader (ormai campione 2003) della Nissan World Series, collaudatore della Renault F1 (con la quale ha disputato le prove del venerdì a Magny Cours), il francese è pronto per la Formula 1. La Renault, è pronta a dargli una mano, cercando di piazzarlo in Minardi per il prossimo anno. Non è la prima volta che questo accade: ricordiamoci Alonso (2001) e Webber (2002). Montagny, secondo molti, è davvero un grandissimo talento.

 

La Toyota conferma Panis e Da Matta anche per il 2004

> di Alessio Piana Quello che era stato preannunciato a Magny Cours oggi ha trovato seguito. La Toyota conferma per il 2004 entrambi i piloti titolari, Olivier Panis e Cristiano Da Matta, ponendo fine a qualsiasi follia di nome Jacques Villeneuve o chissàcos'altro. Finalmente a Colonia hanno capito che l'ultimo dei problemi (che negli ultimi tempi sembrano essere sempre di meno) è la capacità dei piloti, che si sono rivelati assolutamente competitivi. Con questa mossa, inoltre, daranno (per la prima volta) un pò di continuità alla squadra: non se ne poteva piu' di piloti licenziati (vedi Salo) senza motivo.

 

Gp a Hockenheim: pagella per tutti

> di Alessio Piana Juan Pablo Montoya: 10 Dare un minuto (almeno) a tutti, non commettere nessun errore, togliere 18 millesimi il sabato ad un eccellente prestazione di Ralf Schumacher, beh, se questo non basta a dare 10 al colombiano, ditemi voi cosa c'è da aspettarsi di piu'. Jarno Trulli: 9 Stava male fisicamente, ed è giunto terzo. Con una condotta di gara eccellente, senza errori anche per lui. Nel finale, grandi problemi alla sua Renault, ma lui è riuscito a contenere quantomeno l'avanzata di Fernando Alonso (quarto Gp che gliele dà sia in qualifica sia in gara al fenomeno di Oviedo.

 

Wirdheim proverà la Jordan F1

> di Alessio Piana Bjorn Wirdheim, neocampione 2003 della F3000 Internazionale, proverà la Jordan F1 nel corso dei test a Monza dal 2 al 4 settembre prossimi. Ancora una volta, Eddie Jordan anticipa tutti, proponendo un test ad uno dei talenti dell'automobilismo mondiale. Se lo mette subito sotto contratto, ci guadagnerà a lungo. Non solo come prestazioni, ma anche nei confronti delle altre squadre (interessate a Wirdheim) presenti in Formula 1.

 

Ralf Schumacher penalizzato di 10 posizioni in griglia!

> di Alessio Piana Dopo l'incidente alla partenza di oggi, la direzione gara e i commissari hanno imputato tutta la colpa dell'accaduto a Ralf Schumacher. Come pena, il tedesco partirà dal prossimo Gp di Ungheria (e solo per quello) con 10 posizioni piu' arretrate in griglia. Esempio. Se per caso si qualificasse in pole, partirebbe 11°, se 6° 16° e così via. Questa nuova regola, nata l'anno passato per limitare gli incidenti alla partenza che stavano diventando abituali (ricordiamoci Melbourne con il volo proprio di Ralf Schumacher con 7 vetture coinvolte), è al debutto per la prima volta ed esordisce con il fratellino minore del cinque volte campione del mondo.

 

Le Bridgestone il principale avversario di Schumacher

> di Alessio Piana Mondiale bollente. Tra incidenti, gomme, ritiri e sorpassi (oh, ce ne sono stati ben cinque oggi, cosa è successo?) ci aspettano quattro gare finali al fulmicotone. Bellissime. Con un Montoya ormai sfidante di Michael Schumacher. E' da sempre che lo vado avanti a dire, ma questo poco conta, dato che in F1 si cambiano avversari di Michael Schumacher Gp per Gp (secondo la eccezionale stampa autorizzata). Al momento, l'avversario principale della rincorsa titolo del pentacampione, è la Bridgestone.

 

F3000 a Hockenheim: vince Sperafico ma poco importa

> di Alessio Piana Un bel successo per Ricardo Sperafico a Hockeheim per la terz'ultima prova della Formula 3000 Internazionale 2003. Ma poco conta, quel che ci interessa è che Bjorn Wirdheim ha vinto il titolo con due gare di anticipo (per questo abbiamo scritto un articolo dedicato). Una gara agli inizi partita subito col botto: Pantano viene centrato da Toccacelo, suo ex compagno di squadra alla Coloni, per fortuna c'è stato un botto e tutti e due continuano senza problemi, ma immagino già che ci saranno polemiche.

 

Bjorn Wirdheim campione F3000 Internazionale 2003

> di Alessio Piana Con due gare di anticipo, a Hockenheim, Bjorn Wirdheim, svedese di 23 anni si è laureato campione della Formula 3000 Internazionale 2003. Un trionfo senza discussioni, come lo è stato in passato per Juan Pablo Montoya e Nick Heidfeld, due grandissimi ora in Formula 1. Bjorn è uno tra di loro. Al suo secondo anno nella F3000 fa suo il titolo. Una impresa non da poco. Wirdheim viene dalla Svezia, nazione non tanto proficua in fatto di piloti, come la sorella Finlandia. Ha faticato non poco per entrare nel grande giro, ma quando l'ha fatto, ha sempre ottenuto buoni risultati.

 

Hockenheim Qualifiche 2: Montoya zittisce i Schumacher

> di Alessio Piana Ci mancava solo l'indice vicino la bocca ed eravamo apposto. L'imitazione di Batistuta al Camp Nou di diversi anni fa poteva pure starci. Ma Montoya ha evitato, chiaramente, onde evitare sonore rivalse dei due Schumacher già domani in gara, con ruotate e company. Però poteva starci. In quanti hanno detto "Ma Montoya non è piu' lui, pensa troppo alla moglie" eccetera eccetera. Beh, 18 millesimi su Ralf Schumacher non vorranno dir nulla, ma il colombiano, in casa dei tedeschi, gioca l'ennesimo brutto scherzo.

 

Hockenheim Warm Up: Montoya davanti, testacoda di Panis

> di Alessio Piana Soliti miseri 15 minuti di warm up pre-qualifichecon Juan Pablo Montoya davanti a tutti con un tempo molto vicino a quello che potrebbe rappresentare la pole odierna. Ma non è solo questo il dato che possiamo scucire nel warm up. Il terzo tempo di Olivier Panis lascia presagire speranze per la Toyota, anche se ci ha messo un testacoda in accelerazione da debuttante nel ben mezzo. Problemi invece per Nicolas Kiesa, nessun giro per lui disputato. Se riesce a stare davanti a Verstappen con questi problemi è un fenomeno.

 

Hockenheim prove libere 2: botto di Schumi nel finale

> di Alessio Piana Prove libere terribili. E' accaduto di tutto. Andiamo nell'ordine. David Coulthard arriva velocissimo alla seconda curva del Motodrom, entra in testacoda, perde il posteriore e va a sbattere. Vettura distrutta al posteriore e la McLaren che è costretta a prendere la scocca di riserva per utilizzarla come muletto. Tre minuti dopo, stessa curva, Rubens Barrichello entra in testacoda, limita i danni frenando prima e tenendo la vettura che va sull'erba. Riparte senza problemi.

 

Hockenheim prove libere 1: tornano le Ferrari

> di Alessio Piana Chi ci ha creduto nei gravi problemi Ferrari, oggi viene smentito. Primi quarantacinque minuti di prove libere, tornano le Rosse. Con tempi similari rispetto a ieri (segno che erano molto carichi) e molto vicini a quelli Williams odierni, con Juan Pablo Montoya autore di 1'15"668. Ma, attenzione. Il Colombiano, allo scadere, si ferma lungo il tracciato. Forse un problema al selettore delle marce, forse alla trasmissione, non lo sappiamo (e non lo sapremo mai realmente).

 

Qualifiche F3000: Sperafico per 87 millesimi su Liuzzi

> di Alessio Piana E' tempo di distacchi esigui. Dopo quello che è successo nell'Indy Car la scorsa settimana, ora tutti si adeguano. Anche la F3000, che vede nelle qualifiche Sperafico in prima posizione (da quanto tempo...) davanti, per 87 millesimi, su un scatenato Liuzzi che conosce bene la pista (ha corso l'anno passato nella F3 Tedesca). Liuzzi domani potrà puntare sicuramente al successo, anche per via di un Bjorn Wirdheim, terzo, la cui unica preoccupazione sarà di giungere senza danni nei primi 8 per vincere un titolo che è già suo.

 

Tre cavalli in piu' per la Jordan...

> di Alessio Piana Tre miseri cavalli in piu'. Questo ha comportato l'aggiornamento del propulsore Ford delle Jordan di Giancarlo Fisichella e Ralph Firman. Tre cavalli. Che in Formula 1 sembrano una battuta. Come fanno tre cavalli a motivare un Giancarlo Fisichella dato in partenza destinazione Sauber (di male in peggio...)? Come fanno a migliorare le prestazioni? Non lo fanno, appunto, i risultati lo confermano. Si attende il Mercedes, che porterà almeno cinquanta cavalli in piu'. Questa, una differenza quantomeno ipotizzabile.

 

Hockenheim Qualifiche 1: Webber uomo del venerdì

> di Alessio Piana Mark Webber è l'uomo del venerdì. Dal Gp del Brasile, quando ottenne la miglior prestazione, fa segnare nella prima giornata di gara sempre ottime prestazioni. Lo conferma qui a Hockenheim, con un quarto tempo eccezionale. Ma il merito non è soltanto suo: la Jaguar, come vado avanti a dire da Melbourne, ha fatto progressi notevoli. La conferma è il settimo tempo di Justin Wilson. Che sia bravo quanto volete Wilson, ma non è tutta farina del suo sacco. L'unico difetto al momento che sembra contrastare l'avanzata del team britannico è il motore: Hockenheim non è una pista che ne richiede l'espressione massima.

 

Hockenheim prove libere del venerdì: monopolio Michelin

> di Alessio Piana Si sta mettendo male per la Ferrari il Gp di Germania. Non tanto per i risultati in pista, con Coulthard davanti a tutti e Schumi in 11° piazza, quanto proprio per un testacoda del 5 volte campione del mondo a 25 minuti dal termine (imitato subito da Jos Verstappen). Una papera se vogliamo abituale. Michael è da Melbourne che ad ogni sessione combina guai con testacoda ed incidenti. Poi, comunque, è in testa al mondiale... Nessun allarmismo quindi, anche se non tanto le prestazioni di Coulthard (con carburante da qualifica), ma quelle delle due Renault, 2° con Trulli e 3° con Alonso, preoccupano non poco.

 

Hockenheim prove libere supplementari: ballo dei debuttanti

> di Alessio Piana Queste due ore supplementari di prove al venerdì sono state un pò come il ballo dei debuttanti. Wilson in Jaguar, Kiesa e il nostro Bruni in Minardi, l'ungherese Zsolt Baumgartner in Jordan. Quattro esordi tanto simili quanto diversi. Un pò presto per tracciare valutazioni e commenti, due ore non bastano, vedremo in Ungheria e lì potremo stilare ciascuno le proprie "pagelle". Lasciando stare i debuttanti, queste due ore ci hanno detto Renault con Trulli davanti, di poco, ad un Alonso esordiente su questo tracciato (lui aveva corso sul vecchio Hockenheim, quello dei lunghi e favolosi rettilinei).

 


Prec. Prec.Pag. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54Succ. Succ.