Formula 1 - ultimi articoli


GP Cina 2015, Venerdì: Hamilton il riferimento

Il Gran Premio di Cina presenta condizioni opposte rispetto a quelle incontrate in Malesia due settimane fa: diversamente dal gran caldo di Sepang, le temperature ambientali di oggi si sono mantenute attorno ai 20 gradi centigradi. In passato, queste temperature hanno spesso causato del graining – un fenomeno che si verifica quando la superficie del battistrada si raffredda sui lunghi rettilinei. Questo comporta una perdita della resistenza meccanica della mescola e la superficie della gomma diventa fragile, producendo il caratteristico aspetto a buccia d’arancia.

 

GP Cina 2015, Shanghai: Anteprima tecnica

Il GP Cina ha regalato alcune gare decisamente caratterizzate dalla strategia in tema di pneumatici. Curve veloci, un asfalto liscio, tanti punti ideali per i sorpassi: sono queste le chiavi di lettura di un circuito in condizioni ambientali generalmente non molto calde. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “In Cina troviamo spesso tempo variabile, ma con temperature di solito parecchio inferiori a quelle che abbiamo sperimentato due settimane fa in Malesia. Un anno fa il meteo fu abbastanza stabile, con temperature fresche.

 

Clamoroso in F1, Padri Vs. Figli: Keke vuole battere Nico Rosberg

Prima o poi qualcuno doveva sbottare: pur bravo, carino e dai modi garbati (come Di Caprio in certi suoi ruoli), il buon Nico avrebbe fatto girare le scatole anche a papà Keke ultimamente, uno tosto, uno che il Mondiale di F1 lo ha vinto per davvero quando i tempi eran molto, ma molto più duri di adesso per un pilota.   La notizia pervenutaci direttamente dall’agenzia CPeC* riporta le dichiarazioni dell’ex-iridato date in tarda serata ad alcuni amici, parlando dei risultati ottimi, ma pur sempre secondi a quelli del compagno Hamilton, per il biondo e giovane Rosberg.

 

GP Malesia F1 2015, Gara: vittoria rossa per Vettel davanti alle Mercedes

Un campione in piena carriera è sempre un campione, una grande squadra anche e se le risorse ci sono come uno staff che lavora bene, collimando adeguatamente quel che serve… Ecco il risultato che tutti i tifosi Ferrari volevano: Vettel vincente sulla rossa davanti alla Mercedes.   Il quattro volte Campione del Mondo riporta la vittoria in casa Ferrari, che mancava dal GP di Spagna del 2013, e torna anche lui sul gradino più alto del podio sul quale non saliva dal GP del Brasile 2013.

 

GP Malesia 2015, Sabato: pole bagnata per Hamilton

Come lo scorso anno, l’ultima sessione di qualifiche in Malesia si è svolta in condizioni di bagnato. Lewis Hamilton ha conquistato la pole position, alle sue spalle, a meno di un decimo di secondo, Sebastian Vettel, con la stessa mescola. I piloti della Ferrari e Valtteri Bottas, Williams, sono stati gli unici a disputare la Q1 utilizzando solo le gomme hard, conservando così un set in più di gomme medie nuove per la gara. Nella Q2 i piloti si sono affrettati a realizzare il prima possibile un tempo con le medie, prima dell’arrivo della pioggia, che ha iniziato a cadere dopo qualche minuto diventando quindi più intensa, così che nessuno si è avventurato a scendere in pista per il resto della sessione.

 

GP Malesia 2015, Sepang: le prime calde libere dicono ancora MB

La temperatura dell’asfalto più alta sperimentata lo scorso anno fu di 57°C durante il weekend di Gran Premio del Brasile: questo valore record è quasi stato eguagliato oggi a Sepang, dove la temperatura di pista ha raggiunto i 56°C nel corso dell’FP2. In queste condizioni difficili, con curve veloci e notevole carico aerodinamico, l’usura e il degrado delle gomme sono inevitabilmente alti; inoltre, il surriscaldamento della superficie causa una riduzione dell’aderenza.

 

GP Malesia 2015, Sepang: Anteprima

Secondo GP dell'anno questo weekend su un asfalto molto abrasivo e un alto livello di caldo e di umidità, che rendono la Malesia un’autentica sfida per piloti, monoposto e pneumatici. I più che probabili temporali del pomeriggio fanno prevedere la prima discesa in pista del 2015 per le gomme Cinturato intermediate e full wet. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “Il GP d’Australia di due settimane fa ci ha confermato ciò che avevamo visto già nei test pre-campionato: in ogni sessione a Melbourne i tempi sul giro sono risultati inferiori di due o più secondi rispetto al 2014.

 

GP Australia 2015, Gara: non si cambia la coppia che vince

E' andata come da previsione, la prima stagionale della F1 2015 in Australia, con Mercedes a dominare e il dubbio a snervare (gli altri): avranno dato tutto, o no? Ma soprattutto, tendendo per buona la seconda, quanto margine si ritrovano? Hamilton ha gestito Rosberg vincendo per seconda la volta il GP, mentre Vettel ha dimostrato di essere un ottima scelta per la Ferrari chiudendo buon terzo, pur se distaccato parecchio.     Il campione del mondo in carica ha iniziato in modo perfetto la sua difesa del titolo, strappando il primo gradino del podio al compagno di squadra, Nico Rosberg, e conquistando così la sua seconda vittoria in Australia, la 34ª in carriera.

 

GP Australia 2015, Qualifiche: anno nuovo prima fila no

Ci risiamo: Lewis Hamilton ha ottenuto la pole position davanti al suo compagno di squadra, Nico Rosberg. Hamilton diventa il pilota con più pole ottenute in Australia: ben 4. Dal 2005, la gara è stata vinta 6 volte dal pilota che partiva in pole; mentre il pilota a partire più dietro e a vincere poi la gara iniziava dalla settima posizione. Le temperature, calde al mattino, si sono poi abbassate nel corso delle qualifiche e la temperatura dell’asfalto si è notevolmente ridotta a causa del vento e delle nuvole che hanno coperto il cielo australiano.

 

GP Australia F1 2015, Venerdì: proprio come ci si attendeva

Le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio d’Australia hanno fornito le prime risposte ad alcune delle domande che erano sorte durante l’inverno, ma le prestazioni sono state in linea con le attese. Le modifiche alla struttura degli pneumatici posteriori sono state introdotte per soddisfare le caratteristiche delle vetture di ultima generazione, che sono ancora più veloci rispetto allo scorso anno. Il miglior tempo nella prima sessione di prove libere, ottenuto esclusivamente con la mescola media, è stato più di due secondi più veloce del tempo equivalente dello scorso anno, e anche il miglior tempo nella seconda sessione, segnato con gomme morbide, è stato di quasi due secondi più veloce.

 

GP Australia F1 2015: l'anteprima tecnica

Pronti, via. Il Gran Premio d’Australia che si corre a Melbourne sul circuito semi-permanente di Albert Park apre la stagione 2015. Un asfalto scivoloso, con scarsa aderenza, un elevato livello di carico necessario e la presenza di punti da forti frenate sono le sue caratteristiche principali. Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli: “La nostra quinta stagione in Formula Uno scatta in Australia con una delle gare più eccitanti dell’anno, su un palcoscenico estremamente impegnativo e imprevedibile.

 

F1 2015, Video: l'anteprima di stagione Red Bull

Una visione di anteprima alla nuova stagione che prende il via a Melbourne, direttamente dagli ex-campioni di casa Red Bull Racing.  <br/> <div> </div> <div><br/></div><br /></body></html>

 

F1 Test 2015 Barcellona, Day3: Hamilton è in forma

Il terzo giorno di test a Barcellona si è concluso con il miglior tempo fatto registrare da Lewis Hamilton, 1m23.022s, sui P Zero Yellow soft. La prestazione dell’inglese non è riuscita a superare quella del suo compagno di squadra che, ieri, ha segnato il tempo migliore visto quest’anno a Barcellona: 1m22.792, sempre con gomme soft. Le condizioni meteo sono rimaste asciutte. La temperatura ambientale ha raggiunto un picco di 17 gradi centigradi, mentre quella di pista ha raggiunto i 30 gradi: la temperatura dell’asfalto più alta vista in tutti questi test pre-stagione in Spagna.

 

F1 Test 2015 Barcellona, Day2: Mercedes allo scoperto

Il secondo dei quattro giorni di test a Barcellona si è concluso alle 18.00. Questa mattina il cielo era parzialmente nuvoloso, ma poi le temperature si sono alzate ed hanno raggiunto i 17° C (quelle ambientali) e 31° C (quelle dell’asfalto): ad oggi, le condizioni più calde sperimentate dopo 10 giorni di test pre-stagione in Spagna. La pista è rimasta asciutta tutto il giorno. Dopo le 15:00, l’attività in circuito è stata brevemente interrotta, dopo il guasto alla Red Bull di Kvyat.

 

F1 Test 2015, Barcellona: tempi e mescole del primo giorno

Il primo dei quattro giorni di test a Barcellona si è concluso alle 18.00. Dopo un inizio di giornata nuvoloso, la temperatura ambientale si è assestata sui 16° gradi, sui 18° quella dell’asfalto. La pista è rimasta asciutta al mattino, mentre qualche goccia è caduta ad ora di pranzo. Nel primo pomeriggio, c’è stata una breve interruzione dopo che la Toro Rosso di Carlos Sainz si è fermata in pista. Di seguito, i tempi migliori per ciascun pilota e gli pneumatici con cui sono stati ottenuti: Massa (Williams) giri 103 1’23”500 Soft  Ericsson (Sauber)   116 1’24”276 Supersoft  Hamilton (Mercedes)   48 1’24”881 Medium  Kvyat (Red Bull)   75 1’25”947 Medium  Grosjean (Lotus)   75 1’26”177 Soft  Raikkonen (Ferrari)   80 1’26”327 Medium  Sainz Jr (Toro Rosso)   86 1’26”962 Medium  Button (McLaren)   7 1’31”479 Medium  L’ultimo test pre-stagione dell’anno si concluderà domenica.

 

F1 Test 2015 Barcellona: la Lotus di Grosjean massimizza la Supersoft

“Ancora una volta a Barcellona, ​​come è avvenuto nel primo test di Jerez, abbiamo avuto temperature abbastanza basse e anche qualche goccia di pioggia, ma le squadre hanno percorso comunque molti chilometri. Tutte le mescole, ad eccezione della full rain, sono state utilizzate, anche se i giri sulle intermedie non sono stati molto significativi. Montmelò è ben noto per essere un circuito tecnico e variegato, luogo di prova ideale per indagare ogni aspetto del comportamento delle gomme.

 

F1 Test 2015, Jerez: l'analisi tecnica per le gomme

Le gomme del 2015 per la F1 Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “I quattro giorni di test a Jerez si sono svolti in modo abbastanza tranquillo; tutte le squadre presenti hanno effettuato molti più giri rispetto ai test dello scorso anno: dato che dimostra lo straordinario ritmo di sviluppo della tecnologia ibrida. Abbiamo sperimentato condizioni atmosferiche diverse su una pista molto abrasiva e non abbiamo incontrato nessun problema, con commenti generalmente positivi da parte dei piloti.

 

F1 Test 2015, Jerez: la stagione comincia con il rosso

Partenza in quel di Jerez per la prime attività in pista di gruppo per la F1. Il tracciato ha ospitato una tre giorni di prove dove la curiosità era moltissima, parzialmente poi soddisfatta dai primi riscontri cronometrici, anche se non tutte le carte erano certo scoperte. Dopo due giorni inattesi con Vettel al primo posto sulla nuova Ferrari, il terzo giorno è Felipe Nasr con la Sauber a svettare nella lista dei tempi, pur se usando sempre gomme morbide. Esordio sulla rossa 2015 anche per Kimi Raikkonen, che ha compiuto molti giri per rilevamento dati.

 

Max Verstappen - The Next Generation: su Red Bull TV

F1 e video, F1 e TV, F1 e reality. Arriva da quest’anno una novità targata Red Bull TV che segue Max, in questo documentario diviso in sei parti, mentre si prepara a riscrivere la storia, diventando il più giovane pilota di Formula Uno in assoluto. Red Bull TV porta realmente dietro le quinte per scoprire ciò che serve per raggiungere il successo. Vedrete Max allenarsi al simulatore, guadagnarsi la super licenza, incontrare per la prima volta il suo nuovo team, preparare il suo fisico e correre nel Campionato FIA.

 

Tutti i numeri delle gomme in F1 nel 2014

“Per tradizione, ogni anno pubblichiamo i numeri che raccontano la storia della nostra stagione di Formula Uno. Lo scorso anno abbiamo affrontato la sfida più grande dal nostro rientro in questo sport: l’avvento di una nuova generazione di monoposto, completamente differenti dal passato. Tuttavia, nonostante le molte incognite, siamo riusciti a centrare il nostro obiettivo di contribuire a dare vita a gare più divertenti e fornire molte opportunità di sorpasso e diverse opzioni di strategia, con una media di due pit stop a Gran Premio per vettura.

 

SF15-T: descrizione tecnica della nuova Ferrari F1

La SF15-T è la sessantunesima monoposto costruita dalla Ferrari per partecipare al Campionato del Mondo di Formula 1. E’ la seconda monoposto realizzata dalla Ferrari dalla reintroduzione dei motori turbo del 2014. Il primo anno con il nuovo regolamento tecnico si è rivelato estremamente difficile per la Scuderia e quanto appreso nella scorsa stagione è stato efficacemente applicato sulla SF15-T per creare una monoposto che, a tutti gli effetti, risulta essere un sostanziale passo avanti rispetto alla F14-T.

 

Tecnologia F1, 2013 Vs. 2014: il confronto delle gomme

Dopo tre stagioni in cui, in pieno accordo con il mondo F.1, Pirelli ha portato in pista pneumatici volutamente caratterizzati da un elevato degrado, le nuove regole tecniche 2014 – con il ritorno del turbo e valori di coppia nettamente più elevati – hanno portato all’esigenza di gomme più consistenti e dal comportamento più prevedibile, mantenendo però la stessa quantità di pit stop per gara (2 o 3).   In queste immagini osservate la sintesi dei principali dati circa le diversità tra il 2013 e il 2014 appena concluso.

 

GP Italia F1 2015, Monza: al via le prevendite

Tempo di regali e qualcuno può giustamente pensare anche ai motori, alle gare, con il GP Italia che rimane sempre la manifestazione principe in essere sul territorio nazionale. I motori sono ancora spenti, ma a Monza già si lavora per il nuovo, indimenticabile appuntamento con la Formula 1 del prossimo 6 settembre 2015. Dal 10 dicembre sarà aperta la prevendita dei biglietti, con importanti novità e vantaggi riservati a chi, sin da ora, vorrà assicurarsi il proprio posto all’evento.

 

Monza Rally Show 2014, Exchange: Rossi offre la moto a Hamilton

Sono due mostri della guida, hanno una moto e una monoposto che sono altrettanto mostruosamente performanti e desiderabili da qualunque pilota al mondo, ma il fattore determinante per uno scambio è lo sponsor, “monstruoso” in quanto a potere di comunicazione. E così scopriamo parlando con Valentino Rossi nel dopo gara, gara che ha visto un Lewis Hamilton star di breve comparsa prima del Master’s Show, per la gioia del pubblico.. Che il buon Vale insieme alle congratulazioni per il titolo F1 2014 ha anche detto a Lewis che quando vuole possono organizzare, per un giretto prova della sua moto.

 

F1 Test 2015, Abu Dhabi: motori accesi dopo la bandiera a scacchi

Anche dopo la conclusione del campionato le squadre di F1 hanno proseguito il proprio lavoro in quel di Abu Dhabi. Gli ultimi test di stagione, conclusisi oggi sul tracciato dove domenica si è corso l’ultimo GP di campionato, hanno visto il debutto degli pneumatici Pirelli in versione 2015. Non erano test espressamente dedicati a Pirelli: tutti i Team hanno portato avanti il loro programma di lavoro tecnico. Ogni team ha avuto quest’anno a disposizione 135 treni di pneumatici per i test.

 

GP Abu Dhabi 2014, Domenica: Hamilton vince gara e titolo

Come era da copione per molti, salvo situazioni imprevedibili, il britannico Lewis Hamilton conquista per la seconda volta in carriera il Mondiale F1, "divenendo leggenda" al pari di altri grandissimi bi-campioni del passato, come gli dice via radio il suo amico principe Harry, gioioso di vedere la Union Jack sventolare in abitacolo durante il giro d'onore. L’inglese ha effettuato una strategia a due soste e ha condotto per gran parte di tempo una gara ragionata sui parametri minimi per vincere.

 

GP Abu Dhabi F1 2014, Gara: bel lavoro Mercedes

Onore ai vincitori, di una manifestazione che conclude la stagione 2014 mostrando di essere ancora uno sport, almeno per i sentimenti esibiti. Già perché nonostante tutto “no, non è la Polistil, è la F.1”. Hamilton meritato campione in pista è commosso perché il campionato non lo aveva certo del tutto vinto a tavolino, ma lo ha concluso bene oggi, vincendo; poteva ancora perderlo. Rosberg è contrariato perchè il campionato non lo aveva totalmente perso a tavolino, oggi poteva teoricamente ancora vincerlo.

 

GP Abu Dhabi 2014, Sabato: Rosberg vedrà il titolo più vicino attendendo il semaforo

Nico Rosberg ottiene l'undicesima pole dell'anno oggi mettendosi dietro Hamilton, pur velocissimo nelle prime due parti del tracciato. Hamilton ha purtroppo per lui commesso un errore. La seconda fila è Williams con Bottas davanti a Massa: vicine, se per un solo giro, alle frecce d'argento. Terza fila teoricamente Red Bull, ma poi retrocesse entrambe per irregolarità tecnica. Ottima la prestazione di Kvyat con la Toro Rosso davanti alla Mclaren di Button. Le rosse saranno in quinta fila.

 

GP Abu Dhabi 2014, Venerdì: Hamilton è carico

Il Gran Premio di Abu Dhabi inizia nel tardo pomeriggio e si conclude in serata, per cui le temperature dell’asfalto seguono un andamento insolito. Nelle FP1 del primo pomeriggio le temperature ambientali e di pista sono state crescenti; mentre nelle FP2, iniziate alle 17, si sono avute condizioni più simili a quelle di gara, con temperature dell’asfalto in diminuzione. Questo ha avuto un’influenza sulla performance delle due coperture più morbide della gamma Pirelli: i P Zero Yellow soft e i P Zero Red Supersoft.

 

Alonso ringrazia la Ferrari ma con qualche puntino sulle i

Tanto clamore e ipotesi ben mischiate, nelle teorie dei più spavaldi commentatori, per il futuro di Alonso in Ferrari dopo l'estate. Alla fine la Scuderia e Fernando comunicano di aver interrotto consensualmente il loro rapporto di collaborazione tecnico-agonistica. Il problema critico, se si deve commentare, è il consensualmente, che come da rigore è presente nelle forme e nelle sostanze dichiarate.   Fernando Alonso lascerà la squadra alla conclusione di questo campionato, al termine di un quinquennio che ad oggi lo ha visto conquistare 1186 punti, 44 podi e 11 vittorie.

 

Scuderia Ferrari F1 2015: via Alonso, sarà Vettel insieme a Raikkonen

Quando ce lo sentivamo dire, tra i vari commenti da retro-box in quel di Monza all'ultimo GP Italia un po' lasciava perplessi: "se va Montezemolo, non solo lui.. E insieme a una rivista gestione arriva Vettel come pilota". Poi le conferme sono arrivate tutte incluso, ultima, quella di oggi che vede la Scuderia Ferrari comunicare di aver raggiunto accordo triennale con Sebastian Vettel, a partire dalla stagione 2015.   La squadra sarà dunque formata da Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel.

 

GP Abu Dhabi 2014, Si decide il Mondiale: anteprima tecnica

Abu Dhabi è la sede dell’ultimo Gran Premio della stagione, dove scenderanno in pista pneumatici con una scelta più “morbida” rispetto allo scorso anno. Yas Marina è un circuito che Pirelli conosce bene: qui, infatti, l’azienda ha effettuato parte dei suoi test privati prima di entrare in Formula Uno nel 2011. Inoltre, il circuito di Abu Dhabi è sede dei test ufficiali in-season, che ospiterà infatti il martedì e il mercoledì dopo il Gran Premio.

 

GP Brasile 2014, Interlagos: successo in casa per Massa, sul primo gradino disponibile del podio

Come da copione i piloti Mercedes hanno dominato, con Nico Rosberg che riduce il gap in classifica generale vincendo davanti a Lewis Hamilton. Partito dalla pole, con una strategia a tre soste Rosberg ha ottenuto la sua quinta vittoria stagionale. La temperatura registrata è stata tra le più alte di sempre per il GP, con circa 50° per l'asfalto, ma il clima sarà rovente per l'ultima gara, quella che decreterà il titolo piloti, ad Abu Dhabi.  ORDINE ARRIVO GP: 1 Nico Rosberg Mercedes 71 Winner 1 25 2 Lewis Hamilton Mercedes 71 +1.

 

GP Brasile 2014, Interlagos: Anteprima

Il circuito di Interlagos, nel cuore di San Paolo, è il secondo circuito più corto dell’anno, dopo Monaco, con una serie di curve, tornanti e differenze altimetriche che ne fanno una sfida affascinante per i piloti, le vetture e, naturalmente, per gli pneumatici. A Interlagos sono state scelte le mescole medium e soft, ma tradizionalmente vi è un alto rischio di pioggia; infatti, le previsioni iniziali annunciano precipitazioni per una parte del fine settimana. Le numerose curve racchiuse in soli 4,309 km impegnano molto gli pneumatici, e la relativa mancanza di lunghi rettilinei non offre loro la possibilità di raffreddarsi.

 

GP USA 2014, Renault Sport: il bilancio della gara

Il team Infiniti Red Bull Racing ha conquistato, il 2 novembre, l’11° podio della stagione con il terzo posto di Daniel Ricciardo al Gran Premio degli Stati Uniti. Partito dai box, il compagno di scuderia Sebastian Vettel ha rimontato la classifica finendo in settima posizione. Pastor Maldonado (Lotus) e Jean-Eric Vergne (Scuderia Toro Rosso) hanno conquistato, rispettivamente, il 9° e il 10° posto. Fatti salienti della gara - Dopo l’intervento della safety car, alla fine del primo giro, numerosi piloti scelgono di rientrare ai box per cambiare le gomme morbide, puntando a una strategia di gara con un solo pit stop.

 

GP Russia 2014, Gara: Mercedes incassa il titolo costruttori mentre Hamilton recupera

La vittoria di Lewis Hamilton e il secondo posto di Nico Rosberg hanno regalato a Mercedes il titolo mondiale costruttori. Quello di oggi è comunque il primo titolo iridato per Mercedes, poiché il Campionato Costruttori è stato istituito nel 1958. Hamilton ha conquistato la vittoria partendo dalla pole, ma la prestazione di Rosberg è stata davvero eccezionale: il pilota tedesco è rientrato ai box al primo giro, dopo aver spiattellato le gomme soft con cui era partito, ed ha montato i P Zero White medium.

 

GP Russia 2014: il bilancio Renault

La scuderia Infiniti Red Bull Racing ha condotto, oggi, una performance relativamente discreta in occasione del Gran Premio di Russia disputatosi sul circuito internazionale di Sotchi. Daniel Ricciardo ha ottenuto il settimo posto terminando una posizione avanti al compagno Sebastian Vettel. Un pò più lontano, Scuderia Toro Rosso ha avuto difficoltà a confermare la forma intravista durante le qualifiche ed ha avuto una gara delicata. Jean-Eric Vergne e Daniil Kvyat alla fine hanno dovuto accontentarsi, rispettivamente, del 13° e 14° posto.

 

GP Russia 2014, Sabato: Hamilton primo poleman russo

Lewis Hamilton, Mercedes, ha conquistato la pole position per il primo Gran Premio di Russia. Il pilota inglese ha segnato un tempo di 1m38.513s usando la mescola morbida nella Q3, finendo davanti al suo compagno di squadra Nico Rosberg. Questa è la nona doppietta Mercedes, in qualifica, della stagione.  Il gap prestazionale tra le due mescole P Zero si è ridotto rispetto a ieri, passando da 1,5 a 1,2 secondi. Questa differenza aumenta la possibilità di strategie: considerato il basso livello di usura e degrado, alcuni Team potrebbero provare una sola sosta.

 

GP Russia 2014, Venerdì: Hamilton battezza Sochi

Nella giornata inaugurale del nuovissimo circuito di Sochi, Lewis Hamilton ha segnato il miglior tempo con 1m39.630s nelle FP2. Il gap tra le due mescole scelte per il Gran Premio di Russia, la soft e la media, è di circa 1,5 secondi. Questa differenza tenderà a ridursi nel corso del weekend, così come tenderanno a ridursi i tempi sul giro. Infatti, già si evidenzia un elevato livello di evoluzione della pista: su un circuito nuovo, gli oli dell’asfalto salgono in superficie, prima di essere ripuliti dal passaggio delle vetture.

 


Prec. Prec.Pag. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54Succ. Succ.