Formula 1 - ultimi articoli


GP Australia 2014, Power Unit in gara: Anteprima Renault Sport

La casa francese ci propone alcuni dati e le considerazioni del proprio responsabile, riguardo il via della nuova stagione in Australia. I consumi saranno un parametro importante. Albert Park In cifre: (Classificazione su una scala da 1 a 5, dove 1 indica il livello meno impegnativo e 5 il più esigente) Motore a combustione interna 4 MGU-K: generatore elettrico, sistema di recupero dell’energia cinetica in fase di frenata 3 MGU-H: generatore elettrico, sistema di recupero dell’energia termica dal terminale di scarico 3 Batteria (o riserva di energia) 3 Consumo di carburante 5 Recupero energetico 4 Rémi Taffin, Direttore Prestazioni in Pista di Renault Sport F1: “Il circuito di Melbourne si è sempre dimostrato impegnativo per le monoposto di Formula Uno, ma la sfida quest’anno sarà ancora più avvincente a causa del debutto in gara del nuovo gruppo motopropulsore ibrido.

 

GP Australia F1 2014, Anteprima: il Mondiale al via

Dopo le tre sessioni di test pre-stagionali, durante le quali i Team hanno provato per la prima volta le loro nuove monoposto, la stagione 2014 di Formula Uno prende il via in Australia, con tante novità tecniche nei propulsori ibridi e una gamma completamente rinnovata di pneumatici. Si tratta del quarto nuovo range di gomme proposte da Pirelli dal suo rientro in F1, a dimostrazione dell’importanza fondamentale ricoperta dall’innovazione tecnologica per l’azienda italiana.

 

Calendario Test F1 2014: i giorni dedicati alle gomme

Nell’ambito di un accordo fra Pirelli e gli 11 Team di F1, con l’approvazione della FIA, ecco il calendario delle giornate (una all’anno) che ogni team dedicherà a prove di pneumatici nell’ambito degli in-season test previsti dal calendario 2014. Test Bahrain    (8 – 9 aprile)  Day1    CATERHAM  Day2    MERCEDES e WILLIAMS  Test Barcellona (13-14 maggio)  Day1 SAUBER e TORO ROSSO  Day2 McLAREN e FORCE INDIA  Test Silverstone (8 – 9 luglio)  Day1 FERRARI e LOTUS  Day2 RED BULL e MARUSSIA  L’accordo, perfezionato nel corso degli ultimi test in Bahrain pre-campionato (27 febbraio-2 marzo), prevede che ogni Team dedichi una giornata all’anno espressamente a test con le soluzioni e sviluppi di pneumatici portati da Pirelli.

 

Conclusi i Test Ufficiali F1 2014 in Bahrain

Alla fine della terza sessione di test prestagionali, svoltasi in Bahrain, Pirelli ha annunciato la scelta delle mescole che userà nei primi quattro Gran premi del Campionato:  Australia -P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT  Malesia - P ZERO ORANGE HARD e P ZERO WHITE MEDIUM  Bahrain - P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT  Cina -P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT  Queste scelte sono state fatte per rispondere al meglio alle caratteristiche di ogni circuito e per adattarsi alle nuovissime monoposto 2014, anche in considerazione dei dati raccolti nel corso dei tre test prestagionali.

 

Red Bull on Stage: in F1 con 3 mesi di formazione retribuita

Tutto è pronto per offrire nuovamente a 4 giovani talenti la preziosa opportunità di entrare nel mondo del lavoro accompagnati da Red Bull. Per il 2014 il progetto Red Bull On Stage prevede l'inserimento nel mondo della Formula 1 di 4 studenti e/o neolaureati con un programma di internship che offre uno stage retribuito e comprensivo di alloggio all'interno di Scuderia Toro Rosso, a Faenza. Lo Stage inizierà il 16 giugno 2014 e si concluderà il  30 settembre 2014.

 

Test F1 2014, Bahrain: anteprima

Nell’ultima sessione di test pre-stagionali in Bahrain, al via oggi, le squadre avranno la loro ultima possibilità di testare gli pneumatici P Zero prima dell’inizio del Campionato 2014. I team provano le quattro nuove mescole slick della gamma Pirelli: il P Zero Orange hard, il P Zero White medium, il P Zero Yellow soft ed il P Zero Red supersoft. Nel corso del primo test dell’anno, a Jerez, le squadre hanno avuto l’opportunità di testare anche gli pneumatici da bagnato: il Cinturato Green Intermediate ed il Cinturato Blue Wet.

 

Test Ufficiali F1 2014, Bahrain: argento Mercedes

Come previsto alla vigilia, i primi test in Bahrain hanno offerto ai team e ai tecnici i primi dati significativi sulle prestazioni 2014, grazie alla grande quantità di giri completati dalle vetture. In particolare, alcune Scuderie hanno effettuato simulazioni di gara e di qualifica, con esercitazioni di pit stop.  Le condizioni atmosferiche sono rimaste asciutte per tutta la durata dei test, con temperature intorno ai 20 gradi centigradi, in linea con quelle che si incontrano mediamente nel corso della stagione.

 

Test Ufficiali F1 2014, Bahrain: carte scoperte?

Finalmente ci siamo: oggi scatta la seconda sessione collettiva, ufficiale, di prove pre-campionato 2014 per la F1. Forse anche il pubblico, sicuramente gli uomini delle squadre, comprenderanno meglio i reali valori in campo, dopo che quanto visto sinora appare non solo il classico gioco del coprire le carte ma un vero rebus.   Con temperature intorno ai 20 centigradi a tempo asciutto,  pista rappresentativa della stagione e tutti i team in pista. E’ con queste attese e premesse, completamente diverse da quelle di Jerez, che inizia domani in Barhain la sessione di test invernali della Formula Uno, occasione per i piloti di verificare in maniera più significativa l’interazione tra le vetture 2014, radicalmente diverse rispetto a quelle 2013, e l’ultima generazione di pneumatici Pirelli, completamente rinnovati nelle mescole e nelle costruzioni.

 

Test Ufficiali F1 2014, Jerez: situazione fluida

CHI CI CAPISCE E' UN INDOVINO. La nuova era della Formula Uno ha preso il via con i quattro giorni di test a Jerez, a cui seguiranno altre due sessioni in Bahrain il mese prossimo. Sul circuito spagnolo le squadre hanno provato per la prima volta le loro monoposto trasformate dal regolamento, con le nuove gomme 2014. I team hanno dovuto affrontare numerose rivoluzioni tecniche, e questo ha ridotto il numero di giri in pista e limitato il lavoro sulle gomme. Tuttavia, le squadre hanno avuto un primo assaggio della nuova tecnologia che dovranno utilizzare e della gamma di pneumatici Pirelli 2014, caratterizzata da nuove mescole e nuove costruzioni.

 

Anteprima Test ufficiali F1 2014: Jerez, 28-31 gennaio

Dopo una breve pausa invernale di due mesi, la F1 torna in azione questa settimana a Jerez, in Spagna, per il primo dei tre test pre-season da quattro giorni. Come da programma, le altre due sessioni di test si terranno in Bahrain, dal 19 al 22 febbraio e dal 27 febbraio al 2 marzo. Molte monoposto faranno la loro prima apparizione a Jerez, in una stagione che vede importanti rivoluzioni tecnologiche in Formula Uno, con i nuovi motori V6 turbo da 1.6 litri e nuovi sistemi di recupero dell’ energia che dovranno operare all’interno di una dotazione di carburante drasticamente ridotta e con regole aerodinamiche riviste.

 

F1 2014, Ferrari: ecco svelata la F14 T

La F14 T è la sessantesima monoposto costruita dalla Ferrari per partecipare al Campionato del Mondo di Formula 1. Il nome indica l’anno di costruzione e la presenza del turbocompressore nel motopropulsore. Anche se il periodo di gestazione di una nuova Formula 1 è normalmente poco più di dodici mesi, questo progetto, identificato dal codice interno 665, ha mosso i suoi primi passi più di due anni fa. La stagione 2014 è infatti caratterizzata da una delle più importanti rivoluzioni tecniche nella storia della Formula 1, un cambiamento radicale che ha coinvolto tutti gli aspetti progettuali della nuova vettura.

 

Scopriamo i nuovi motori ibridi della F1: Renault Energy F1-2014

Con la nuova stagione ci apprestiamo a vivere in F1 una vera e propria rivoluzione dal punto di vista della propulsione delle monoposto. Qualcosa di mai visto sinora e davvero innovativo, che pone la F1 come vero e proprio campo di sperimentazione utile (finalmente, ndr.) per qualcosa di applicabile su qualunque veicolo, pur se in misura diversa per prestazioni e consumi richiesti. Vedremo applicata una forte ricerca in termini di ecologia, fonti alternative, risparmio ed ottimizzazione dell’energia, senza scordare materiali ed elettronica: cose mai viste tutte insieme in una competizione automobilistica come la F1.

 

Pneumatici F1: Pirelli rinnova la fornitura per altri tre anni

Dando seguito alla decisione del World Motor Sport Council che ha confermato Pirelli come fornitore unico di pneumatici per il Campionato Mondiale FIA di Formula Uno, Pirelli e FIA hanno rinnovato il relativo contratto. La durata dell’accordo è di tre anni, a partire dalla stagione 2014. La Federazione e Pirelli, in collaborazione con i team, hanno lavorato insieme per migliorare ulteriormente i livelli di sicurezza e performance del Campionato F1. A tale scopo sono stati introdotti importanti cambiamenti al Regolamento Sportivo FIA in materia di test degli pneumatici, che permetteranno all’azienda italiana di proseguire il proprio impegno di fornitore esclusivo di pneumatici in modo proficuo nell’interesse di tutti gli attori della F1.

 

F1 e pneumatici: da Pirelli tutti i numeri del triennio 2011 - 2013

“Come ogni anno alla fine della stagione raccogliamo i numeri che raccontano il nostro impegno in Formula Uno – ha spiegato Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli, presentando le consuete statistiche elaborate dai tecnici della P lunga. “Questa volta abbiamo preferito mettere insieme i numeri del nostro primo triennio, poiché pensiamo si chiuda un ciclo e se ne apra un altro. Io stesso sono rimasto impressionato dai numeri di questi primi tre anni: più di 110mila gomme fornite, 3000 pit stop, una media di 56 sorpassi per gara.

 

F1 vista da dentro: le immagini della sede faentina di Scuderia Toro Rosso

Quanti appassionati vorrebbero poter visitare la sede di una moderna squadra di F1? Se purtroppo non a tutti è data la possibilità pratica di essere ospiti presso un Team, per fortuna non mancano le immagini, a poter documentare quanta pulizia e quanto ordine regnino in un reparto corse della massima formula automobilistica.      Abbiamo caricato alcune immagini del più recente shooting avvenuto presso la sede di Faenza della Toro Rosso anche sulla nostra pagina Facebook e quello chi si evidenzia è l'assoluta razionalità logistica, con precisione di posizionamento e ampio spazio di lavoro per tutto il materiale che serva ad un team.

 

GP Brasile 2013, Interlagos: nove vittorie in una stagione per il recordman Vettel

Il campione del mondo, Sebastian Vettel, ha vinto il Gran Premio del Brasile: quella di Interlagos rappresenta la sua tredicesima vittoria in stagione, e la nona consecutiva. Il pilota tedesco, partito dalla pole, ha ripreso la testa della gara al secondo giro, andando a vincere con una strategia a due soste: ha effettuato due stint con i P Zero White medium e poi ha montato i P Zero Orange hard per finire la gara. Il suo compagno di squadra, Mark Webber, ha adottato la stessa strategia, finendo il suo ultimo Gran premio in Formula Uno prima di dedicarsi alle gare endurance, sul secondo gradino del podio.

 

GP Brasile 2013 - Qualifiche: la pioggia non toglie la nona pole stagionale a Vettel

Le qualifiche dell’ultima gara della stagione 2013 si sono disputate sotto la pioggia; di conseguenza, tutte le squadre hanno usato gli pneumatici da bagnato full wet e Intermediate. Sebastian Vettel, Reb Bull, ha ottenuto la sua nona pole position della stagione, segnando un tempo di 1m26.479s con le intermediate. Solo 4 piloti hanno conquistato la pole position in questa stagione – Vettel, il suo compagno di squadra Mark Webber e i piloti della Mercedes, Nico Rosberg e Lewis Hamilton – ma, nel corso degli ultimi quattro anni, a vincere il Gran Premio di Interlagos è sempre stato un pilota non partito dalla pole.

 

Domenica la F1 dice addio ai motori V8: i ricordi di casa Renault

Dopo otto stagioni, in occasione del Gran Premio del Brasile, il Campionato del mondo di Formula 1 saluterà i motori V8 da 2,4 litri. A partire dal 2014, infatti, i motori aspirati, da sempre apprezzati per la loro potenza e velocità, cederanno il passo ai nuovi V6 1.6 turbocompressi. Con cinque titoli costruttori e altrettanti titoli piloti all’attivo (2006-2010-2011-2012-2013), Renault è la Casa più iridata dell’era dei V8. L’obiettivo per Renault Sport F1 è di preparare un’uscita di scena in grande stile di questo motore V8 e migliorarne ulteriormente il palmarès di 59 vittorie, 65 pole position e 55 giri più veloci ottenuti nel corso di queste otto stagioni.

 

GP Brasile 2013, Interlagos: Anteprima

Il round finale della stagione di Formula Uno si correrà questo weekend sullo storico circuito brasiliano di Interlagos, dove Pirelli porterà pneumatici P Zero Orange hard e le P Zero White medium. Il Gran Premio del Brasile è anche un’opportunità per i team di provare durante le prove libere di venerdì le gomme sviluppate da Pirelli per il 2014. Gli pneumatici oggetto del test sono nuovi per costruzione, profli e mescole, proposte in questa occasione nella versione medium.

 

GP USA 2013, Austin: 8 vittorie consecutive per Vettel e Red Bull

Sebastian Vettel (Infiniti Red Bull Racing) ha vinto il Gran Premio degli Stati Uniti davanti a Romain Grosjean (Lotus F1 Team) e a Mark Webber (Infiniti Red Bull Racing). Per la quinta volta in questa stagione, le monoposto alimentate da Renault monopolizzano i tre gradini del podio. Questa 12ª vittoria di Sebastian Vettel è anche l'ottava consecutiva e il nuovo record stabilito nel corso della stagione cancella la performance di Michael Schumacher nel 2004.   Le monoposto alimentate da Renault hanno monopolizzato il podio del Gran Premio degli Stati Uniti, disputato domenica ad Austin.

 

GP USA 2013, Sabato: Vettel e Webber volano con le ali Red Bull

Sebastian Vettel, Red Bull, ha conquistato la pole position per il Gran Premio degli Stati Uniti, con un tempo di 1m36.338s, su pneumatici P Zero White Medium, scelti insieme ai P Zero Orange hard per questo weekend. Il neo-campione del mondo ha ottenuto così la sua 44esima pole in carriera, l’ottava di questa stagione. Le qualifiche si sono corse con temperature ambientali di 27 gradi centigradi e con un forte vento. Valtteri Bottas è stato il più veloce nella prima sessione con le gomme medie.

 

GP USA 2013, Venerdì: le Red Bull spopolano anche in Texas

The quickest driver of the day was Red Bull’s Sebastian Vettel, who set a time of 1m37.305s on the medium compound tyres halfway through FP2. His team mate Mark Webber was second fastest, ahead of the two Mercedes, while Heikki Kovalainen was quickly up to speed with both Pirelli compounds to set fifth-fastest time on his debut for Lotus. The opening free practice session in the morning was delayed by fog and then cut short because of problems with the medical helicopter. Ferrari’s Fernando Alonso was quickest on the hard tyre, but with little running in the morning, the teams had to make the most of the hour and a half of FP2.

 

GP USA 2013, Austin: Anteprima

Per la penultima gara della stagione, negli Stati Uniti, sono stati scelti i P Zero Orange hard e i P Zero White medium, la stessa combinazione scesa in pista lo scorso anno. Austin è un circuito estremamente variegato, che alterna settori veloci, con bruschi cambi di direzione, a parti più tecniche e lente, dove è fondamentale la trazione. Paul Hembery: “Gli pneumatici hard e medium rappresentano la combinazione migliore per i 5,513 chilometri del circuito americano: infatti, su questo tracciato, viene scaricata molta energia sugli pneumatici, è quindi essenziale poter contare sulle mescole più dure del range.

 

GP Abu Dhabi 2013, Gara: Vettel e Webber segnano la terza doppietta stagionale

Il pilota della Red Bull e neo-campione del mondo Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio di Abu Dhabi, partendo con gli pneumatici P Zero Yellow soft prima di passare ai P Zero White medium. Tutti i piloti (ad eccezione di Jenson Button, McLaren, Valtteri Bottas, Williams, Esteban Gutierrez, Sauber, Adrian Sutil, Force India e Kimi Raikkonen, Lotus) hanno iniziato la gara con gomme morbide. Vettel è andato al comando della gara fin dalla prima curva; si è fermato al 14° giro per passare dalle morbide alle medie, ed è poi tornato nuovamente in vantaggio.

 

GP Abu Dhabi 2013, Sabato: Webber poleman davanti a Vettel

Mark Webber, Red Bull, partirà dalla pole position nel Gran Premio di Abu Dhabi, dopo essere stato il più veloce nelle qualifiche che si sono svolte come di consueto al tramonto, con la Q1 iniziata nel pomeriggio e la Q3 conclusasi sotto le luci artificiali del circuito. Con un tempo di 1m39.957s, Webber ha conquistato la sua 13ª pole position in carriera, la seconda in questa stagione, eguagliando così il record di pole messe a segno da un altro australiano, Jack Brabham.

 

GP Abu Dhabi 2013, Prove Libere: scontatamente Vettel

Le due sessioni di prove libere del venerdì, valide per il Gran Premio di Abu Dhabi,  si sono svolte per metà con la luce del giorno, e con elevate temperature ambientali, per metà al calar del sole, con un conseguente abbassamento delle temperature. Il miglior tempo della giornata, 1m41.335s, è stato segnato da Sebastian Vettel, su Red Bull, con i P Zero Yellow soft, nella seconda metà delle FP2. L’altra mescola scelta per Abu Dhabi è il P Zero White medium, per cui le squadre stanno lavorando con la stessa combinazione usata nel Gran Premio d’India.

 

GP Abu Dhabi 2013, Yas Marina: Anteprima

La Formula Uno si sposta ad Abu Dhabi, l’unica gara che inizia nel tardo pomeriggio e termina al tramonto. Gli pneumatici scelti per il circuito di Yas Marina sono i P Zero White medium e i P Zero Yellow soft: le stesse mescole scelte per il Gran Premio indiano dello scorso weekend. Il range di temperature che le gomme sperimenteranno qui è tuttavia differente rispetto alle altre gare: invece che aumentare, come succede di solito, ad Abu Dhabi la temperatura dell’asfalto tende a diminuire nel corso del Gran Premio.

 

Renault festeggia il titolo F1 2013: quarto consecutivo in coppia con Infiniti Red Bull

Infiniti Red Bull Racing e Renault Sport F1 hanno conquistato per il quarto anno consecutivo, il Campionato del Mondo Costruttori di F1. Per la stagione 2013 questa collaborazione ha già permesso di conseguire 10 vittorie e 8 pole position, di realizzare 10 giri più veloci in gara e di ottenere 470 punti. Questa è la prima volta in oltre 20 anni che un’associazione costruttore-motorista ha conseguito un tale successo ininterrotto. Questa performance è quasi senza precedenti nella storia della F1 in quanto solo McLaren e Honda sono riusciti in una tale impresa tra il 1988 e il 1991.

 

GP India 2013, Gara: ennesimo capolavoro Red Bull con Vettel campione

Ancora una volta la Red Bull si conferma con Sebastian Vettel, che conduce una gara perfetta in India, gestendo al meglio le gomme, e si laurea per la quarta volta consecutiva campione del Mondo, entrando così nella storia della F1. Vettel ha vinto con una strategia a due soste: partito con il P Zero Yellow soft,  è passato già al secondo giro ai P Zero White medium, confermati anche nella sosta successiva, effettuata al 31° giro.   I primi dieci piloti in griglia hanno puntato su strategie-gomme differenti: sei hanno preferito partire con le soft, quattro con le medie.

 

GP India 2013 – Qualifiche: Vettel segna l'ottava pole stagionale Red Bull

Sebastian Vettel ha mantenuto il suo personale record stabilito in questo Gp dell’India: essere il più veloce in ogni sessione, comprese, ovviamente, le qualifiche nella quali ha conquistato la pole position per tre quarti di secondo di vantaggio sul pilota Mercedes Nico Rosberg. Il giro veloce di Vettel è stato di 1m24.119s su P Zero Yellow soft , scelti da Pirelli insieme con i P Zero White medium per la gara indiana. Con questo tempo, il tedesco ha stabilito anche il record del Buddh International Circuit.

 

GP India 2013, Venerdì: le Red Bull riferimento come solito

Sebastian Vettel è stato il più veloce in entrambe le prove libere di oggi, che si sono svolte con una temperatura di 30 gradi centigradi. Vettel ha ottenuto in mattinata il tempo più veloce con le gomme medie P Zero White, passando poi alle soft P Zero Yellow nel pomeriggio. Entrambe queste mescole sono leggermente più morbide di quelle presentate al Gran Premio dello scorso anno, quando la maggior parte dei piloti effetuò un solo pit stop. Nella sessione del pomeriggio Vettel ha fatto segnare un tempo di 1m25.

 

GP India 2013, Delhi: l'anteprima

Il circuito indiano, entrato dal 2011 nel calendario di Formula Uno, è caratterizzato da dislivelli importanti e da una grande varietà di curve che ne fanno un tracciato davvero impegnativo per le gomme, soprattutto alla luce delle alte temperature ambientali. Quest’anno Pirelli ha scelto di portare su questo circuito la combinazione medium-soft, dopo che, nei due anni precedenti, a scendere in pista qui erano state le gomme hard e soft. Paul Hembery: “Abbiamo deciso di portare i P Zero White medium e i P Zero Yellow soft in India poichè riteniamo sia la migliore combinazione per il Buddh Circuit.

 

Honda accende il nuovo motore F1 V6 1600cc per la prima volta: audio

Oggi la Honda ha rilasciato una registrazione del suo nuovo motore di F1 che è stato recentemente acceso per la prima volta. Il motore è stato sviluppato per la stagione 2015 in cui Honda parteciperà nell'ambito di un progetto congiunto con la McLaren.   Manabu Nishimae, presidente di Honda Motor Europe Ltd, ha commentato: "E’ emozionante sentire per la prima volta il grido del nostro nuovo motore di Formula Uno. I nostri ingegneri stanno lavorando duramente per sviluppare il motore e siamo tutti in attesa dell’inizio della stagione 2015".

 

GP Giappone 2013, Gara: Vettel vince e ha il titolo a portata di mano

Sebastian Vettel (Infiniti Red Bull Racing) si è avvicinato ancora un po' alla conquista del  quarto titolo di Campione del Mondo vincendo il Gran Premio del Giappone. Il suo compagno di squadra Mark Webber è arrivato secondo davanti alla Lotus F1 Team di Romain Grosjean. Renault monopolizza così il podio per la seconda gara consecutiva. Con Kimi Raikkonen che posiziona l’altra Lotus al quinto posto, quattro piloti tra i primi cinque erano oggi alimentati da Renault.

 

GP Giappone 2013, Suzuka: Webber in pole Ferrari indietro

Mark Webber su Red Bull ha conquistato la pole position sul circuito di Suzuka, la sua 12ª pole in carriera e la prima da quella ottenuta lo scorso anno in Corea. Il tempo realizzato dall’australiano è stato di  1m30.915s, davanti al suo compagno di squadra Sebastian Vettel. Le condizioni atmosferiche sono rimaste asciutte durante tutta la sessione di qualifiche, con temperature fino a 25 gradi centigradi e un forte vento che soffiava a 30 km/h. All’inizio della Q1 i piloti di testa hanno usato i P Zero Orange hard, scelti con i P Zero White medium per il Gran premio di Giappone.

 

GP Giappone 2013, Venerdì: il solito Vettel

Il pilota Red Bull Sebastian Vettel ha segnato il tempo migliore sul circuito giapponese, nel corso della sessione di prove libere di oggi, correndo su gomme medie. I P Zero White medium sono stati scelti insieme ai P Zero Orange hard, poichè ben si prestano alle sfide del circuito di Suzuka, noto per le sue curve ad alta velocità. Il pilota Mercedes, Lewis Hamilton, è stato invece il più veloce sulle gomme a mescola dura, questa mattina, ottenendo un tempo di 1m34.

 

Pirelli: mescole per Abu Dhabi, Stati Uniti e Brasile

La Pirelli ha annunciato le mescole per i prossimi Gran Premi ad Abu Dhabi, negli Stati Uniti e in Brasile. Ad Abu Dhabi i team utilizzeranno i P Zero White medium e i P Zero Yellow soft. Negli Stati Uniti, Pirelli porterà i P Zero Orange hard e i P Zero White medium. La combinazione hard e medium sarà utilizzata anche in Brasile.   Le mescole medium e soft sono quelle che meglio si adattano alle diverse caratteristiche del tracciato di Yas Marina, ad Abu Dhabi, in una gara che si svolge al crepuscolo, iniziando nel tardo pomeriggio e concludendosi con le basse temperature della sera.

 

GP Giappone 2013, Suzuka: Anteprima

Suzuka è uno dei circuiti più popolari nel calendario della Formula Uno. Quest’anno Pirelli porterà qui gli pneumatici più duri del suo range: i P Zero Orange hard e i P Zero White medium. Questa combinazione è particolarmente adatta a rispondere alle sfide di questo famoso tracciato, collocato nel bel mezzo del Giappone, vicino a Nagoya. Suzuka è conosciuto per le curve particolarmente veloci, come la 130R e la Spoon, che incidono notevolmente sul consumo e sul degrado delle gomme.

 

GP Corea 2013, Gara: Vettel inarrestabile avvicina il Mondiale

Sebastian Vettel, Red Bull, ha conquistato la sua terza vittoria di fila, aumentando così il suo vantaggio in Campionato. Il tedesco è il primo pilota a vincere il Gran premio di Corea partendo dalla pole: con questo risultato, il 4 titolo mondiale sembra ancora più vicino. Se dovesse vincere a Suzuka, e Fernando Alonso non si piazzasse almeno al nono posto, Vettel, infatti, potrebbe laurearsi Campione del 2013 già la prossima gara. Tutti i piloti hanno iniziato il Gran premio con gli pneumatici P Zero Red supersoft, ad eccezione di Daniel Ricciardo, Toro Rosso, partito con i P Zero White medium.

 

GP Corea 2013, Sabato: sesta pole stagionale di Vettel e Ferrari in terza fila

Cambiano i continenti dove il circus si piazzi, ma i protagonisti rimangono gli stessi e ancora una volta assistiamo a delle qualifiche dominate dal mattatore della F1 contemporanea, Seb Vettel. Per domani però le carte potrebbero mescolarsi, in gara.   Vettel, Red Bull, ha ottenuto la sua sesta pole position della stagione, la seconda per lui in Corea, diventando il pilota che ha collezionato il maggior numero di pole dell’anno. Vettel ha fatto registrare un tempo di 1m37.202s su pneumatici supersoft, scelti insieme ai P Zero White medium per questo fine settimana.

 


Prec. Prec.Pag. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54Succ. Succ.