Formula 1 - ultimi articoli


GP di Turchia, Scuderia Ferrari: Gara

Soltanto tre punti all’attivo per la Scuderia Ferrari Marlboro nel Gran Premio della Turchia, frutto del sesto posto di Felipe Massa; Kimi Raikkonen ha concluso la gara in nona posizione. Il primo giro della corsa è stato decisivo. Dopo una buona partenza Felipe era in quinta posizione ma poi, nel tentativo di superare Trulli in fondo al rettilineo principale, è stato passato anche da Rosberg. Le ultime curve del tracciato sono state determinanti anche per Kimi che, uscito largo dalla curva 9, è stato superato da Alonso all’entrata della 12 e poi, urtando la gomma posteriore della Renault, ha riportato il danneggiamento della parte esterna sinistra dell’ala anteriore ed è stato anche superato da Kubica.

 

GP di Turchia, Scuderia Ferrari: Il primo dei 58 giri è stato decisivo

La Scuderia Ferrari Marlboro ha chiuso il Gran Premio della Turchia con il sesto posto e i 3 punti di Felipe Massa e con la nona posizione di Kimi Raikkonen. La squadra è ancora quarta nella classifica del Campionato Costruttori, con 12.5 punti di distacco dalla Toyota. Un primo giro pieno di azione è ciò che ha creato dei problemi per tutta la gara ai due piloti Ferrari, senza contare un'andatura lontana dall'essere ottimale. La gara è stata vinta da Jenson Button, che ha conquistato a questo punto sei GP su sette.

 

GP Turchia, qualifiche; delusione in casa Toro Rosso

Per sapere come sarebbe andata la loro qualifica, gli uomini della Toro Rosso avevamo fatto ricorso ad indovini, capaci di predire il futuro guardando i fondi del caffé turco nella tazzina. Come potete osservare nella foto qui sopra, erano stati avvertiti che,oggi, non sarebbero andati oltre la... Q1. Sebastien Buemi:“E’ stata un giornata dura, in particolar modo con le gomme soft, che non siamo proprio riusciti a sfruttare. La miglior cosa che possiamo fare, ora, è concentrarci sulla gara pensando al modo per avere la migliore strategia possibile.

 

Gian Carlo Minardi: 'Alla Ferrari serve un pilota tecnico'

Tra le voci di mercato di questo inizio di mondiale si parla sempre con più forza di un Fernando Alonso in rosso, soprattutto nel caso di ritiro della Renault e del suo acquisto da parte di Flavio Briatore. Proprio durante la trasmissione “Speed” Gian Carlo Minardi, interpellato dal presentato Nicola Zama., è tornato sull’argomento Alonso-Ferrari. “L’acquisto della Renault da parte di Flavio non è certamente una cosa impossibile visto che già in passato aveva comprato dalla Benetton il team, per poi rivenderlo alla Renault.

 

Minacce dei team di F1: tanto rumore per nulla, arrivano anche nuovi team

Alla fine hanno firmato tutti. I 10 team iscritti al Mondiale di Formula 1 hanno tutti inviato l'iscrizione anche per la stagione 2010 entro la scadenza di venerdì scorso, chiudendo così una saga iniziata dalla Ferrari (ma presto seguita da altri) riguardo ai limiti di spesa previsti dal nuovo regolamento.Erano state soprattutto Ferrari, Renault, Red Bull, Toyota e Toro Rosso a minacciare il ritiro dal campionato di F1 per la prossima stagione, una mossa che non ha però convinto la federazione internazionale dell'automobile (FIA) a fare passi indietro sul regolamento 2010, che prevede un tetto volontario al budget di ogni squadra pari a 60 milioni di dollari.

 

GP Montecarlo: Button sempre più leader ma si rivede la Ferrari

Quello del principato monegasco è il GP più discusso, commentato, vissuto e (giustamente) criticato. Ogni anno i puristi della competizione sportiva e della sicurezza ne sottolineano rischiosità e limiti, ma alla fine l'interesse dei poteri forti porta sempre l'evento ad essere uno dei più movimentati della stagione e non solo nei paddock e nelle tante VIP area. In pista abbiamo assistito ad una gara abbastanza interessante, con la quinta bella vittoria stagionale di Jenson Button, sulla Brawn; ormai il ragazzo inglese sta dimostrando di poter gestire sempre al meglio il potenziale tecnico della sua vettura ed avere quindi, tutte le doti necessarie per puntare seriamente al Mondiale, almeno finché le altre squadre patiranno quel gap che consente alle vetture bianco / gialle di esser le migliori in pista.

 

Kimi Raikkonen: non posso essere contento per un terzo posto

Primo podio della stagione per la Scuderia Ferrari, ottenuto a Montecarlo da Kimi Raikkonen che si è classificato al terzo posto davanti al compagno di squadra Felipe Massa. Proprio il brasiliano è stato autore del giro più veloce della corsa. Grazie agli undici punti conquistati oggi, la Scuderia è risalita al quarto posto nella classifica del Campionato Costruttori, mentre i suoi piloti occupano l’ottavo e il decimo posto in quella Piloti, rispettivamente con Raikkonen e Massa.

 

GP di Monaco: primo podio per la Ferrari

La Scuderia Ferrari si è assicurata il suo primo podio della stagione, grazie alla guida determinata di Kimi Raikkonen arrivato terzo, mentre Felipe Massa ha concluso dietro di lui, per dare alla Scuderia il miglior risultato finale della stagione. Questo risultato concreto vede la squadra salire al quarto posto del Campionato Costruttori. La stagione incredibile di Jenson Button continua con la quinta vittoria in sei gare per il pilota inglese mentre il suo compagno della Brawn, Rubens Barrichello, è arrivato secondo.

 

GP di Monaco, Scuderia Ferrari: Qualifiche

Miglior qualifica della stagione per la Scuderia Ferrari Marlboro, con Kimi Raikkonen che partirà dalla seconda posizione della griglia e Felipe Massa dalla quinta. “Questo è un buon risultato, ed è una conferma che la squadra sta lavorando bene” – ha commentato Stefano Domenicali – “C’è ovviamente un po’ di rammarico per una pole che è sfuggita per un soffio a Kimi e perché Felipe non è praticamente riuscito a fare un giro pulito in Q3, cosa che gli avrebbe consentito di ottenere un posto più avanti in griglia.

 

GP di Monaco, Scuderia Ferrari: Così va molto meglio!

Per la prima volta in questa stagione, la Scuderia Ferrari Marlboro ha una vettura che partirà dalla prima fila della griglia e non poteva avvenire in un'occasione migliore, visto che a Monaco partire senza nessuno davanti è un bel vantaggio. E' stato Kimi Raikkonen che ha fatto segnare il secondo miglior tempo, ad una manciata di millesimi di secondo dalla Brawn dall'uomo-pole Jenson Button, con quest'ultimo che si è assicurato la quinta pole position della stagione. Felipe Massa ha avuto un percorso più travagliato per raggiungere la quinta posizione, all'interno della terza fila, avendo danneggiato il musetto contro le barriere al primo giro , a causa del bloccaggio delle ruote che è stato provocato dalla combinazione freni- gomme dure.

 

GP di Monaco, Scuderia Ferrari: Prove libere

E’ stata una prima giornata di prove senza problemi per la Scuderia Ferrari Marlboro. Le F60 di Kimi Raikkonen e Felipe Massa hanno completato in totale 73 giri ciascuna, piazzandosi nei primi dieci posti della classifica in entrambe le sessioni. “Cominciamo il fine settimana di Monaco con il piede giusto, vale a dire lavorando tanto e senza perdere tempo per problemi tecnici” – ha commentato Stefano Domenicali – “Le prestazioni sono molto vicine quindi è difficile farsi un’idea dei rapporti di forze in campo ma possiamo dire che, per quello che abbiamo visto oggi, siamo in una buona condizione di forma.

 

GP di Monaco, Scuderia Ferrari: Un inizio senza problemi

Da qualsiasi punto di vista – acquisizione dati, valutazione del tracciato, confidenza del pilota – su questo circuito unico e difficile è fondamentale trascorrere molto tempo in pista nel corso delle due sessioni di prove libere. Questo giovedì è stato quindi positivo sia per la Scuderia Ferrari Marlboro che per i nostri piloti Kimi e Felipe, che nelle due sessioni di 90 minuti l’una non hanno avuto intoppi, mettendo insieme un buon chilometraggio complessivo.

 

Ferrari minaccia di lasciare la F1

Il regolamento della Formula 1 non piace a Ferrari, ma soprattutto alla casa di Maranello non sembra piacere la terribile situazione del campionato, che vede i due piloti delle rosse stantare a fondo classifica.Si tratta decisamente si una situazione inconsueta, che ha visto questo inizio di campionato dominato da un'outsider, quella Brawn GP nata dalle ceneri delle poco competitiva Honda.Ieri c'è stato a Maranello il consiglio di amministrazione della Ferrari, che sotto la presidenza di Luca di Montezemolo ha espresso parole forti contro l'attuale regolamento.

 

GP di Spagna, Scuderia Ferrari: Gara

Ancora un sesto posto per la Scuderia Ferrari Marlboro nella quinta gara della stagione, ottenuto stavolta da Felipe Massa. Il pilota brasiliano, autore del terzo miglior tempo in gara, ha lottato a lungo per un piazzamento fra i primi quattro fino a quando è stato costretto a rallentare vistosamente per risparmiare benzina dopo che nel secondo pit-stop non era entrata nel serbatoio la quantità di carburante prevista. Kimi Raikkonen si è dovuto ritirare al giro 18 a causa di un problema idraulico nel controllo dell’acceleratore.

 

GP di Spagna, Scuderia Ferrari: Veloce, ma fragile

Felipe Massa è riuscito finalmente ad andare a punti per la prima volta in questa stagione, raccogliendo al Gran Premio di Spagna i tre punti che spettano al sesto classificato. Il brasiliano sembrava poter concludere la gara al quarto posto, forse anche salire sul podio, ma è scivolato in sesta posizione nelle battute finali della gara a causa di un problema al riflusso nel rifornimento, che lo ha costretto a rallentare per risparmiare carburante. Il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen era riuscito a risalire la china, fino ad arrivare in zona punti, ma un problema all'acceleratore lo ha costretto al ritiro al 17esimo giro.

 

GP del Bahrain: Ferrari, finalmente a punti!

Kimi Raikkonen ha concluso il Gran Premio del Bahrain al sesto posto, dopo aver condotto una gara all'attacco per portare a casa i primi punti della stagione, (tre), per la Scuderia Ferrari Marlboro. Felipe Massa è arrivato quattordicesimo, a causa di un contatto al musetto della sua vettura, avvenuto ad inizio gara. Un miglioramento quindi, perlomeno un piccolo passo avanti in termini di prestazioni e di affidabilità, quando il tour de force d'inizio stagione volge al termine e la stagione europea inizia fra due settimane in Spagna.

 

GP del Bahrain: Felipe Massa, la mia corsa si è decisa alla partenza

Primi punti iridati per la Scuderia Ferrari, che ha concluso la sesta edizione del Gran Premio del Bahrain con un pilota, Kimi Raikkonen, in sesta posizione ed uno, Felipe Massa, in quattordicesima.Stefano Domenicali: “Oggi puntavamo a portare entrambe le vetture in zona punti e ci siamo riusciti a metà. Purtroppo, Felipe ha visto la sua corsa compromessa dal contatto con il suo compagno di squadra nelle concitate fasi successive alla partenza, che gli ha danneggiato l’ala anteriore: finito in fondo al gruppo, non ha potuto far molto pur dimostrando di poter tenere un buon ritmo con tanta benzina a bordo.

 

Ecco il videogame F1 2009

Codemaster ha annunciato l'arrivo di una nuova generazione di videogiochi di Formula 1, in cui divertirsi correndo contro tutti i piloti ufficiali del campionato. Con il nuovo F1 2009 si potrà lottare contro Lewis Hamilton, Fernando Alonso, Sebastian Vettel, i team ed i circuiti del Mondiale Formula Uno 2009.Il videogioco F1 2009 sarà disponibile per Wii e PSP a partire dal prossimo autunno, e comprenderà anche la gara in notturna di Singapore.MA Codemaster è già al lavoro per sviluppare il prossimo F1 2010, che arriverà fra un anno per Playstation 3, Xbox 360 e PC.

 

GP del Bahrain: due Ferrari nei primi dieci nelle qualifiche

Due vetture nei primi dieci posti: questo il bilancio delle qualifiche del Gran Premio del Bahrain per la Scuderia Ferrari, che ha piazzato Felipe Massa all’ottavo posto e Kimi Raikkonen al decimo. I due ferraristi hanno superato Q1 con il sesto e il nono tempo e Q2 con il quarto e il nono, sempre con Kimi davanti a Felipe. Nell’ultima parte delle prove ufficiali, Felipe ha potuto sfruttare nell’ultimo tentativo il rimanente treno di gomme più morbide mentre Kimi ha usato due treni di gomme usate, sempre della mescola più morbida.

 

GP del Bahrain, prove: ancora qualifiche difficili per Ferrari

Il solo fatto di aver portato entrambe le F60 fra i primi dieci sulla griglia di partenza è già un buon risultato per la Scuderia Ferrari Marlboro, che dimostra chiaramente quale sia la situazione in questo momento, ma è un segnale incoraggiante il fatto che Massa, ottavo sul foglio dei tempi, senta che la vettura sia migliorata sensibilmente. Il decimo posto di Kimi è arrivato perché, per essere certo di qualificarsi per la Q3, ha usato le gomme morbide nei primi giri della sessione e ha dovuto correre l'ultima parte con quelle già usate.

 

GP Bahrain - Venerdì: nelle prime libere si rivede Hamilton

Con la sessione di prove libere del venerdì mattina, ha preso ufficialmente il via il weekend del Gran Premio del Bahrain: per l'ennesima volta quest'anno i piloti si trovano di fronte a condizioni di pista non ottimali, così come in parte era successo anche durante le prove di quest'inverno, a Sakhir un forte vento intermittente ha infastidito i lavori in pista, causando presenza di sabbia depositata lungo il tracciato. Il più rapido è per ora stato Lewis Hamilton, con il tempo di 1'33"647, frutto anche del momento favorevole in cui è stato realizzato.

 

Incentivi per l'ingresso di nuovi team: con i nuovi limiti di spesa interessata anche Aston Martin?

Il nuovo piano di possibile riforma finanziaria per la F.1, sommariamente anticipato qualche mese fa da Max Mosley e che potrebbe essere prossimamente varato dalla FIA, prevede un tetto di 30 milioni di sterline (circa 33,5 milioni di euro) quale budget stagionale disponibile ad ogni team. Tale regola, che sicuramente sarà da articolare e definire nei dettagli (soprattutto per quanto riguarda i criteri di verifica) mira a far fronte ad una seria minaccia per la F.1 del futuro, ovvero che alcuni costruttori possano lasciare il circus per via della crisi finanziaria internazionale.

 

Gran Premio di Cina: Bridgestone Motorsport

In occasione del Gran Premio di Cina, disputato sul Circuito Internazionale di Shanghai sotto una pioggia incessante, sono stati utilizzati pneumatici Bridgestone Potenza da bagnato. La vittoria è andata meritatamente a Sebastian Vettel, che ha ottenuto il secondo successo in Formula Uno e il primo per la scuderia Red Bull Racing. Il pilota tedesco ha tagliato il traguardo con un vantaggio di 10,9 secondi sul compagno di squadra Mark Webber, che ha conquistato il suo miglior risultato in Formula Uno.

 

Classifiche inedite dopo tre GP: due team indipendenti in vetta al Circus

E' davvero bravo il giovane Sebastiano di Germania, così come a Monza, nello scorso settembre sulla Toro Rosso, ha ora di nuovo avuto l'onore di portare per la prima volta una vettura sul gradino più alto di un podio di F.1, si è trattato questa domenica della Red Bull, squadra sorella maggiore di quella di sei mesi orsono, appartenente anch'essa all'orbita di patron Dietrich Mateschitz (il magnate austriaco della bibita energetica). La meritata festa Red Bull è stata al completo con il secondo posto del buon 33-enne Mark Webber, pilota valido ma ormai non più giovane promessa al pari del compagno.

 

GP di Cina, disastro Ferrari dopo la speranza del podio

Kimi Raikkonen ha chiuso il Gran Premio della Cina al decimo posto, mentre Felipe Massa si è ritirato al 21esimo giro, parcheggiando la sua F60 al lato della pista, a causa di un problema elettronico, proprio quando sembrava che potesse arrivare al terzo posto, grazie alla splendida condotta di gara tenuta fino a quel momento.La gara si è conclusa con una doppietta per la Red Bull, che si è assicurata la sua prima vittoria in assoluto grazie a Sebastian Vettel, mentre il suo compagno di squadra Mark Webber è giunto secondo.

 

GP di Cina, anzora zero punti per la Scuderia Ferrari

Anche in Cina la Scuderia Ferrari ha concluso le gara senza punti all’attivo. In una corsa disputata interamente sotto la pioggia Kimi Raikkonen si è classificato al decimo posto mentre Felipe Massa si è ritirato al ventunesimo giro quando si trovava in terza posizione, a causa di un problema di carattere elettronico.Stefano Domenicali: “Oggi proviamo un grandissimo dispiacere per quello che è accaduto a Felipe. Stava facendo una gara straordinaria quando un problema elettronico ha provocato lo spegnimento del motore: in quel momento era terzo e, pur con tanta benzina a bordo, girava sui tempi dei migliori e avrebbe potuto finire la gara quasi certamente sul podio.

 

Stefano Domenicali: niente di personale contro Ross Brawn

Il Direttore della Gestione Sportiva Stefano Domenicali, ha fatto oggi il punto della situazione riguardo la "questione del diffusore" e le prestazioni della Scuderia Ferrari Marlboro in questo inizio di stagione.La sentenza che la Corte d'Appello ha emesso ieri a Parigi implica indirettamente che le squadre debbano adottare il nuovo diffusore per essere competitive con la Brawn GP e con gli altri team, la cui interpretazione del nuovo regolamento è stata dichiarata legale. "Ci vorrà del tempo prima di adeguarci - ha detto Domenicali - perché per noi questo significa che dobbiamo cambiare il nostro diffusore e per farlo dobbiamo modificare il retro della vettura.

 

GP Cina - Sabato: Vettel alla sua seconda pole

Il sabato delle qualifiche di Shangai ha visto la prima pole position della storia per il team Red Bull, ottenuta dal giovane pilota tedesco Sebastian Vettel, che replica così la partenza al palo dopo quella da lui ottenuta lo scorso settembre in un bagnato GP d'Italia a Monza (che Vettel stesso poi vinse sulla vettura sorella, la Toro Rosso). Vettel è stato, come allora, davvero bravo ad ottenere questo risultato, compiendo soli undici giri in totale e segnando il miglior tempo assoluto della sessione in Q2.

 

GP di Cina: qualifiche difficili per le Ferrari

Una vettura fra i primi dieci, un’altra in settima fila: questo il bilancio della Scuderia Ferrari Marlboro nelle qualifiche del Gran Premio della Cina. Kimi Raikkonen ha ottenuto l’ottava posizione in Q3, Felipe è stato eliminato con il tredicesimo tempo al termine di Q2. “Una squadra come la Ferrari non può dirsi soddisfatta per aver portato una macchina nell’ultima fase delle qualifiche ma, considerata l’attuale situazione tecnica, è quello cui potevamo puntare oggi” – ha dichiarato Stefano Domenicali – “Peccato per Felipe che avrebbe potuto anch’egli entrare in Q3.

 

GP di Cina: il regolamento continua a regalare brutte sorprese alle Ferrari

Kimi Raikkonen comincerà il Gran Premio della Cina partendo dalla quarta fila sulla griglia, all'ottavo posto, mentre il suo compagno della Scuderia Ferrari Marlboro, Felipe Massa, vedrà le luci dei semafori spegnersi dalla tredicesima posizione, in settima fila. E' un segno dei tempi che nessuno si sia sorpreso di quello che fino all'anno scorso sarebbe stato considerato uno spettacolo deludente, o perlomeno fino a qualche anno fa. Comunque, la squadra sapeva che il Cavallino Rampante avrebbe avuto delle difficoltà a galoppare alla stessa velocità dei primi classificati ed effettivamente la gara di domani e quella che si disputerà fra sette giorni in Bahrain daranno la possibilità di vedere il massimo che può offrire la F60 nella sua configurazione attuale.

 

GP di Cina, Scuderia Ferrari: occorre ridimensionare il problema

Non è un mistero che in questo momento la Scuderia Ferrari Marlboro abbia delle difficoltà ad essere competitiva. Comunque Felipe Massa ha ridimensionato il problema quando, alla fine delle tre ore di prove libere in vista del Gran Premio della Cina di domenica, ha fatto notare che queste circostanze negative non sono paragonabili a quello che è accaduto alle vittime del terremoto in Italia, che ha colpito la regione dell'Abruzzo nella notte dopo il Gran Premio della Malesia.

 

GP Cina - Venerdì: nelle libere Brawn al top e Ferrari in ritardo

Anche in Cina, dove avrà luogo la terza tappa del Mondiale 2009, la Brawn GP sembra essere la vettura favorita, nonostante qualcuno la abbia paragonata ad una squadra calcistica di categoria minore che a sopresa vince in serie A. Jenson Button è primo dopo le due sessioni e Barrichello terzo, a precedere la coppia di Red Bull pilotate da Webber e Vettel. Al secondo posto troviamo Rosberg, sulla Williams. Sul tracciato che vede ufficializzati in pista i nuovi diffusori, inizialmente sviluppati dalle sole Brawn, Toyota e Williams, si sono riscontrati problemi di degrado agli pneumatici; la classifica odierna non è quindi del tutto indicativa, visto che molti teams si sono concentrati sulla messa a punto per la gara, piuttosto che nella ricerca della prestazione sul singolo giro.

 

GP di Cina, Scuderia Ferrari Felipe Massa: 'Dobbiamo iniziare un Campionato più positivo da questa gara'

In un clima insolitamente freddo per Shanghai in questo periodo, Felipe Massa ha parlato oggi durante il consueto appuntamento del giovedì con i media. "Qui a Shanghai, la nostra macchina è abbastanza simile a quella che avevamo in Malesia due settimane fa, anche se abbiamo fatto alcuni importanti aggiornamenti aerodinamici" - ha detto il pilota brasiliano riguardo le modifiche della Ferrari F60 per questa gara. "Non sarà una gara facile per noi, ma perlomeno la monoposto ha fatto alcuni passi avanti.

 

GP di Cina, Scuderia Ferrari: Stefano Domenicali: 'niente di personale contro Ross Brawn'

Il Direttore della Gestione Sportiva Stefano Domenicali, ha fatto oggi il punto della situazione riguardo la "questione del diffusore" e le prestazioni della Scuderia Ferrari Marlboro in questo inizio di stagione. La sentenza che la Corte d'Appello ha emesso ieri a Parigi implica indirettamente che le squadre debbano adottare il nuovo diffusore per essere competitive con la Brawn GP e con gli altri team, la cui interpretazione del nuovo regolamento è stata dichiarata legale. "Ci vorrà del tempo prima di adeguarci - ha detto Domenicali - perché per noi questo significa che dobbiamo cambiare il nostro diffusore e per farlo dobbiamo modificare il retro della vettura.

 

Sentenza Fia favorevole ai nuovi diffusori double decker: legali Brawn, Toyota e Williams

La corte d'appello internazionale della FIA ha respinto ieri il ricorso presentato dalle scuderie Ferrari, Red Bull e Renault (con BMW e McLaren a supportarle nel ruolo di parti lese) sugli ormai famigerati diffusori che utilizzano Brawn, Toyota e Williams,  i cosiddetti "double decker", ora quindi riconosciuti ufficialmente conformi al regolamento. Nel comunicato della FIA si legge che "date le argomentazioni e le evidenze, è da considerarsi respinto il ricorso contro le decisioni 16 e 24 prese dai commissari del Gran Premio d'Australia in data 26 Marzo 2009", i commissari allora, durante la prima prova del Mondiale, avevano già esaminato il caso, a loro volta indirizzati da un primo reclamo, respingendolo.

 

Gian Carlo Minardi 'Non sono sorpreso di questa decisione'

La Corte Internazionale d’Appello della FIA ha messo la parola fine sulla questione diffusori: reclamo di Ferrari, Red Bull, BMW Sauber e Reanult respinto, in quanto le vetture portare nei prime due gran premi in Australia e Malaysia da Brawn GP, William e Toyota sono state dichiarate confermi al nuovo regolamento. "Non sono sorpreso dalla decisione della Corte d’Appello della FIA anche se sono molto curioso di conoscere le motivazioni che hanno spinto la Corte ad arrivare a questa decisione.

 

Al GP di Malesia la pioggia interrompe la gara e fa tornare la Formula Confusion

Quello della Malesia è stato un GP movimentato e quindi sportivamente interessante, con la seconda vittoria consecutiva di Jenson Button sulla ormai non più sorprendente Brawn GP ed il nuovo tracollo della Ferrari, che non riesce a piazzare i suoi pur validi mezzi (guidati da altrettanto validi piloti, checché se ne dica in giro). La modalità di gestione dell'evento da parte dell'organizzazione non è però parsa all'altezza di un Mondiale di F.1. La scelta dell'orario tardo, voluta per esigenze televisive di noi europei (eppure ai tempi di Senna o Schumacher, ci si alzava anche alle 5, per vedere un bel Gran Premio in diretta) ha fatto sì che non si sia potuto riprendere il GP una volta interrotto per la forte turbolenza climatica: si era ormai arrivati a sera e la luce non era più adeguata! In mezzo a condizioni tecniche incerte e valori poco comprensibili dall'esterno, si è quindi aggiunta un'incertezza sul risultato, con i piloti fermi in griglia dopo lo stop al 31-esimo giro, senza sapere se e quando si sarebbe ripartiti.

 

GP di Malesia, Scuderia Ferrari: C'è bisogno di un approccio diverso

Nessun punto per i due piloti della Scuderia Ferrari Marlboro al termine del caotico Gran Premio della Malesia. Felipe Massa si è qualificato al nono posto mentre Kimi Raikkonen è giunto quattordicesimo. La sola piccola consolazione è stata che, siccome la corsa è stata fermata prima che fossero coperti i tre quarti della distanza, quei piloti che sono andati a punti ne hanno ottenuti soltanto la metà. Il pilota della Brawn GP Jenson Button ha ripetuto la prestazione di Melbourne di una settimana fa, vincendo la gara dalla pole position,raggiunto sul podio sotto una pesante pioggia dal secondo classificato Nick Heidfeld su BMW, con Timo Glock che è giunto terzo sulla Toyota.

 

GP di Malesia: Ferrari, occorre ripensare la strategia

Nessun punto per i due piloti della Scuderia Ferrari al termine del caotico Gran Premio della Malesia. Felipe Massa si è qualificato al nono posto mentre Kimi Raikkonen è giunto quattordicesimo. La sola piccola consolazione è stata che, siccome la corsa è stata fermata prima che fossero coperti i tre quarti della distanza, quei piloti che sono andati a punti ne hanno ottenuti soltanto la metà.Il pilota della Brawn GP Jenson Button ha ripetuto la prestazione di Melbourne di una settimana fa, vincendo la gara dalla pole position,raggiunto sul podio sotto una pesante pioggia dal secondo classificato Nick Heidfeld su BMW, con Timo Glock che è giunto terzo sulla Toyota.

 

Consegnata ad Hong Kong la millesima Ferrari

Ferrari ha consegnato il mese scorso la millesima vettura a Hong Kong, con una speciale cerimonia cui hanno preso parte più di 65 giornalisti internazionali provenienti da Hong Kong, Macau e dai Paesi confinanti, per celebrare la significativa presenza del Cavallino Rampante nella Regione Asia Pacifico. La prima vettura Ferrari era stata consegnata al primo cliente di Hong Kong agli inizi degli anni Sessanta e ieri, 45 anni dopo, Mr. Didier Li ha ricevuto la sua nuova 612 Scaglietti 'One-to-One', appositamente commissionata alla Casa di Maranello lo scorso anno.

 


Prec. Prec.Pag. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54Succ. Succ.