Carrera Cup Italia: Vallelunga incorona Balzan per la terza volta

di Redazione DueMotori.com

Carrera Cup Italia: Vallelunga incorona Balzan per la terza volta

Alessandro Balzan (Ebimotors – Centro Porsche Varese) conquista a Vallelunga il terzo titolo della Carrera Cup Italia con un appuntamento di anticipo. Al pilota veneto bastava un punto in Round 11 per chiudere la partita e si è accontentato di un quinto posto per festeggiare un Campionato che la squadra di Enrico Borghi sta dominando: oltre al successo nella graduatoria dei team è arrivata anche l'affermazione di Marco Mapelli nella Under 25.
 
Il successo in Gara 2 è andato ad Alex Frassineti (Petricorse Motorsport – Tsunami RT) alla prima vittoria stagionale nel monomarca riservato alle 911 GT3 Cup.

Posto d'onore per Max Busnelli (Centro Porsche Padova) davanti a Vito Postiglione (Petricorse Motorsport – Tsunami RT) che resta secondo nella classifica assoluta. Avvincente la sfida in Michelin Cup con Giorgio Piccioni (Centro Porsche Padova) che precede Angelo Proietti (Antonelli Motorsport) di due lunghezze: quella dei gentleman driver è l'unico titolo ancora da assegnare.

 
Alessandro Balzan è campione della Carrera Cup Italia per la terza volta. Al pilota
dell'Ebimotors – Centro Porsche Varese, dopo il successo di ieri, bastava un punto per festeggiare il titolo 2011 con un appuntamento di anticipo. Il veneto si è accontentato di un quinto posto per proseguire una striscia vincente che lo ha già visto imporsi nel 2009 e 2010. Il bottino stagionale di Balzan parla chiaro: 6 vittorie, 3 pole position e 6 giri più veloci.
   
“Dedico questo Campionato a mio zio Alcide che è scomparso all'inizio dell'anno per una grave malattia: lui, insieme a mio padre, è stato la persona che mi ha spinto a fare i primi passi nelle corse e gliene sono grato”. Rodigino di 31 anni, Alessandro ha interpretato al meglio la 911 GT3 Cup: “Ringrazio l'Ebimotors – prosegue Balzan – perché ho sempre avuto una vettura molto competitiva, ma al di là della qualità tecnica, ho apprezzato il fantastico clima che si è creato in squadra, di piena collaborazione con Mapelli e Bonacini, senza alcuna forma di rivalità”.
La squadra di Enrico Borghi torna a casa dalla trasferta romana (dove non aveva mai vinto) anche con il titolo dei team e la laurea di Marco Mapelli nella graduatoria dei giovani riservata agli Under 25.
  
Round 11 ha riportato alla ribalta Alex Frassineti (Petricorse Motorsport -Tsunami RT): il giovane laziale, infatti, cancella con il primo successo del 2011 (che è il quarto in Carrera Cup Italia) una serie di gare molto sfortunate, culminata con il capottamento in Gara 2 al Mugello. Frassineti è stato abile a mettere a punto una vettura che è stata completamente ricostruita e che non aveva più guidato fino alle prove libere di venerdì. Dopo il quinto posto di ieri, è partito in prima fila sfruttando il ribaltamento della griglia dei primi sei, al fianco del poleman Max Busnelli. Alex si è involato in testa dal via e non è stato più preso: “Sono molto contento – ammette Frassineti – questa vittoria mi ridà morale e motivazione. Negli ultimi giri ho sentito un calo della vettura e ho dovuto tenere d'occhio Busnelli fino a quando anche lui non ha dovuto alzare leggermente il passo”.
 
Max Busnelli (Centro Porsche Padova) recrimina per la partenza sullo sporco: “Ero in pole, ma sul lato della pista dove si patina: peccato, perché avrei finalmente potuto puntare alla vittoria. Il secondo posto indica che abbiamo imboccato la strada giusta nello sviluppo della 911 GT3 Cup”. Anche per il lombardo si tratta del miglior piazzamento stagionale che testimonia la sua continua crescita nel monomarca più selettivo del panorama nazionale.
 
Il dechappamento di una gomma ha tolto dalla scena Enrico Fulgenzi (Centro Porsche Firenze by Heaven19 Racing), più che mai intenzionato a ripetere il terzo posto di Gara 1: ne ha approfittato Vito Postiglione (Petricorse Motorsport – Tsunami RT) per tornare sul podio e riprendersi il secondo posto assoluto in Campionato. Il potentino a Monza dovrà vedersela con Marco Mapelli (Ebimotors – Centro Porsche Varese): il lombardo non è riuscito a infastidire Vito, sebbene avesse potuto saltare Balzan
che era partito meglio di lui. Massimo Monti (Antonelli Motorsport) torna dalla Capitale con una sesta piazza che certo non soddisfa le sue ambizioni.
Alessandro Bonacini (Centri Porsche Milano) ha combattuto contro un debilitante attacco influenzale e ha accusato un inevitabile calo fisico nella seconda parte della gara, mentre Stefano Costantini (AB Racing Team) nell'appuntamento di casa è riuscito ad entrare per due volte in zona punti. Il romano è riuscito a infilare proprio all'ultimo giro Andrea Amici (Petricorse Motorsport – Tsunami RT), ma il più giovane della serie, appena 18enne, è già in grado di stare stabilmente nella top ten.

 Alexandr Gayday (Petricorse Motorsport – Tsunami RT) si è visto dimezzare i punti in classifica generale perché è stato escluso dalla classifica di Round 10, dopo che aveva concluso la gara al 17. posto: i commissari tecnici in sede di verifica hanno riscontrato che un particolare del cambio non era originale come richiesto espressamente da regolamento. Di conseguenza anche la squadra di Simone Petri, che era seconda nella graduatoria dei team, si è vista dimezzare il bottino ed è precipitata al sesto posto.
 
Nella Michelin Cup è appassionante il testa a testa fra Giorgio Piccioni (Centro Porsche Padova) e Angelo Proietti (Antonelli Motorsport): al successo del romano di ieri, ha replicato il milanese oggi. I due che sono separati solo di due punti hanno leggermente distanziato Alberto De Amicis (Erre Esse – Antonelli Motorpsort) che ora è scivolato a 14 lunghezze dalla vetta della graduatoria riservatata ai gentleman driver.
 
L'appuntamento finale della Carrera Cup Italia si terrà a Monza il 15 e 16 ottobre.
 
La classifica provvisoria di Round 11: 1. Alex Frassineti (Petricorse Motorsport -Tsunami RT) 18 giri in 30'11”849; 2. Max Busnelli (Centro Porsche Padova) a 0”508; 3. Vito Postiglione (Petricorse Motorsport -Tsunami RT) a 3”842; 4. Marco Mapelli (Ebimotors - Centro Porsche Varese) a 4”187; 5. Alessandro Balzan (Ebimotors - Centro Porsche Varese) a 6”982; 6. Massimo Monti (Antonelli Motorsport) a 8”729; 7. Alessandro Bonacini (Ebimotors - Centri Porsche Milano) a 10”806; 8. Stefano Costantini (AB Racing Team) a 26”393; 9. Andrea Amici (Petricorse Motorsport -Tsunami RT) a 26”650; 10. Giorgio Piccioni (Centro Porsche Padova) a 32”492; 11. Angelo Proietti (Antonelli Motorsport) a 32”805; 12. Gianluca Giraudi (Erre Esse – Antonelli Motorsport) a 33”086; 13. Alberto De Amicis (Erre Esse  - Antonelli Motorsport) a 33”624; 14. Massimo Giondi (Antonelli Motorsport) a 43”294; 15. Alexandr Gayday (Petricorse Motorsport -Tsunami RT) a 1'10”633; 16 Walter Ben (GT Motorsport by Autotecnica Tadini) a 1 giro; 17. Marco Bonamico (GO Race) a 1 giro; 18. Stefano Comandinii (AB Racing Team) a 4 giri.
Giro più veloce: il 7. di Balzan in 1'39”370 alla media di 147,992 km/h.
 
Classifica assoluta di Campionato : 1. Balzan punti 159; 2. Postiglione 108; 3. Mapelli 106; 4. Monti 93; 5. Frassineti 83; 6. Busnelli 75; 7. Bonacini 66; 8. Comandini 58; 9. Fulgenzi 41; 10 De Amicis 26; 11. Piccioni, Proietti e Giraudi 25; 14. Gayday 20; 15. Costantini 9; 16. Maestri 6; 17. Pezzucchi 3; 18. Petrini e Blieninger 1.
Michelin Cup: 1. Piccioni punti 69; 2. Proietti 67; 3. De Amicis 55; 4. Maestri 20; 5. Giannoni 16; 6. Blieninger e Giondi 15; 8. Petrini 12; 9. Pezzucchi 10; 10. Bonamico 9.

Under 25: 1. Mapelli punti 84; 2. Frassineti 62; 3. Fulgenzi 41; 4. Amici 26.
 
Team: 1. Ebimotors punti 178; 2. Antonelli Motorsport 108; 3. Centro Porsche Padova 91; 4. AB Racing Team 80; 5. Erre Esse – Antonelli Motorsport 79; 6. Petricorse Motorsport -Tsunami RT 75,5; 7. Centro Porsche Firenze by Heaven19 Racing 62; 8. Pole Team 24; 9. Go Race 14; 10. Gt Motorsport by Autotecnica Tadini 13.




comments powered by Disqus

Articoli più letti