Carrera Cup Italia 2014, Monza: Giraudi top in Gara 1 ma Postiglione comanda classifica

di Redazione Italia DueMotori.com

Carrera Cup Italia 2014, Monza: Giraudi top in Gara 1 ma Postiglione comanda classifica

Nel secondo appuntamento del monomarca riservato alle 911 GT3 Cup si registra il terzo successo di un pilota diverso in tre gare. Il piemontese della Cardeco Racing Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino si rilancia in Campionato centrando anche la pole e il giro veloce. Vito Postiglione (Ebimotors – Centri Porsche Milano) con il secondo posto scavalca di un punto Matteo Cairoli (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) nella classifica assoluta e terzo in Round 3. Angelo Proietti domina in Michelin Cup mentre Alex De Giacomi è costretto al ritiro. Domani Round 4 si potrà vedere streaming  live su www.carreracupitalia.it e in diretta Tv su AutomotoTv sul canale 148 di Sky a partire dalle ore 12,05.

Monza.

Tre gare e tre vincitori diversi: la Carrera Cup Italia nel secondo appuntamento stagionale in programma a Monza porta alla ribalta Gian Luca Giraudi. Il piemontese ha regalato il primo successo al team Cardeco Racing - Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino centrando una giornata da ricordare che è stata completata dalla pole position e dal giro più veloce in gara. Con questa affermazione l’esperto torinese risale al quarto posto della graduatoria assoluta del Campionato, dopo l’incerto avvio di Misano. Scattato in testa alla corsa con un buon avvio, Giraudi ha mantenuto il comando fino al 4. giro quando ha subito l’attacco di Matteo Cairoli. Il 17 enne comasco ha imposto alla corsa un ritmo forsennato, nella speranza di scrollarsi di dosso gli avversari, per inseguire la seconda affermazione di seguito, ma l’Under 26 dell’Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova non ha impiegato molto a capire che non sarebbe stato in grado di contenere il ritorno del torinese. Giraudi, infatti, nel corso della 10. tornata è ricorso anche ad una sportellata alla Prima Chicane per infilare il compagno di squadra: da quel momento Round 3 ha preso un’altra piega, perché Matteo Cairoli è stato costretto a difendersi dal ritorno di Vito Postiglione. Il lucano ha impiegato solo un giro per infilzare il giovane leader della serie che non ha potuto opporre resistenza patendo un maggiore degrado delle gomme. Con il sorpasso che valeva il secondo posto, il potentino dell’Ebimotors – Centri Porsche Milano si è assicurato i punti indispensabili a riconquistare la testa della graduatoria assoluta, totalizzando 41 punti, uno più del rookie che solo domani diventerà maggiorenne festeggiando il suo 18. compleanno.


Vito Postiglione ha concluso i 16 giri di Round 3 solo a mezzo secondo dal vincitore, ma non ha mai azzardato un attacco che avrebbe potuto compromettere il suo ritorno al vertice. Nella graduatoria generale al terzo posto c’è Edoardo Liberati, l’altro pilota di Enrico Borghi: il romano si è accontentato di un quarto posto: non è mai riuscito a entrare nel vivo della corsa che ha concluso con il volante leggermente storto che gli ha compromesso l’assetto nell’anteriore. Il capitolino ha avuto il suo d’affare per avere la meglio di Alberto De Amicis: l’ortonese del team Ghinzani Arco – Centri Porsche Roma è stato autore di una bellissima partenza che lo ha portato a essere terzo assoluto nelle prime fasi della gara, ma poi ha dovuto cedere il passo al ritorno dei due piloti dell’Ebimotors. Il campione in carica della Michelin Cup è soddisfatto del risultato conseguito, visto che domani in Gara 2 potrà partire in prima fila al fianco di Ilya Melnikov.

Il russo è il terzo Under 26 che partecipa allo Scholarship Programme, che Porsche Italia ha lanciato per sostenere e promuovere i giovani talenti, e già al secondo appuntamento della Carrera Cup Italia è stato capace di inserirsi nella top eight della qualifica entrando con piglio deciso in PQ2. Melnikov (Sportec Motorsport), dopo un via piuttosto burrascoso nel quale è venuto a contatto con Giovanni Berton, è risalito fino al sesto posto che lo porterà a partire dalla posizione al palo nella Gara 2 di domenica grazie all’inversione della griglia dei primi sei classificati di oggi.

Giovanni Berton raccoglie un settimo posto con la 911 GT3 Cup della Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna: il veneto ha fatto fruttare la sua esperienza per difendere la posizione dagli attacchi finali di Oleksandr Gaidai (Tsunami RT), visto che l’ucraino ci ha provato a strappargli la posizione, ma ci si aspetta di vedere  Berton entrare in lizza per le posizioni di vertice. Poco fortunato il debutto di Matteo Torta (Ghinzani Arco – Centri Porsche Roma) costretto allo stop anticipato per il ripetersi di un problema al servosterzo che non è ancora stato risolto.

Nella Michelin Cup si registra il successo di Angelo Proietti (Antonelli Motorsport – Centri Porsche Padova): partito 11. il romano è riuscito a effettuare una partenza fantastica che lo ha portato a essere ottavo assoluto. Il laziale con questa vittoria si porta ad un solo punto da Alex De Giacomi nella graduatoria riservata ai gentleman driver. Il bresciano della Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena è stato costretto al ritiro nel corso del 1. giro: per evitare proprio Angelo Proietti che era arrivato lungo alla staccata della Parabolica è finito a sua volta nella sabbia, non potendo ripartire dalla via di fuga. E così sul podio sono saliti anche Davide Roda (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) e Walter Ben  (GT Motorsport by Autotecnica Tadini): il toscano che è il decano della Carrera Cup Italia ha colto il suo primo applauditissimo podio.

Round 4 si disputerà domenica con partenza alle ore 12,20 sulla distanza di 28 minuti + 1 giro: la gara sarà trasmessa in diretta televisiva da AutomotoTv sul canale 148 di Sky e in live streaming da www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad) a partire dalle ore 12,05 con il commento di Guido Schittone e gli approfondimenti di Mauro Gentile dalla pit lane.  


La classifica di Gara 1: 1. Gian Luca Giraudi (Cardeco Racing Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino) 16 giri in 30’19”042 alla media di 183,435 km/h; 2. Vito Postiglione (Ebimotors – Centri Porsche Milano) a 0”533; 3. Matteo Cairoli (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 2”304;  4. Edoardo Liberati (Ebimotors – Centri Porsche Milano) a 5”427; 5. Alberto De Amicis (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 6”999; 6. Ilya Melnikov (Sportec Motorsport) a 12”863; 7. Giovanni Berton (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 17”193; 8. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) a 17”887; 9. Angelo Proietti (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 28”420; 10. Davide Roda (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 31”418; 11. Rinat Salikhov (Sportec Motorsport) a 39”541; 12. Walter Ben (GT Motorsport by Autotecnica Tadini) a 1’30”438; 13. Matteo Torta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 3 giri.
Giro più veloce: il 7. di Giraudi in 1’52”962 alla media di 184,617 km/h. 

Le Classifiche
Assoluta: 1. Postiglione 41 punti; 2. Cairoli  40; 3. Liberati 31; 4. Giraudi 27; 5. De Giacomi e Berton 18; 7. Gaidai e De Amicis 14; 9. Melnikov 7; 10. Proietti 4; 11. Negra 3; 12. Roda 1.

Michelin Cup: 1. De Giacomi punti 20; 2. Proietti 19; 3. Roda 13; 4. Negra 8; 5. Cassarà e Ben 6.

Team: 1. Ebimotors-Centri Porsche Milano 41; 2. Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova 39; 3. 3. Cardeco Racing - Antonelli MS– Centro Porsche Torino 24; 4. Dinamic Motorsport 22; 5. Tsunami RT e Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma 14; 7. Sportec Motorsport 7.

comments powered by Disqus

Articoli precedenti su DueMotori.com

Preview 24 Heures du Mans: Le Mans begins this weekend

Preview 24 Heures du Mans: Le Mans begins this weekend
in Le Mans Series