Nuova Opel Agila: simpatica, dinamica, flessibile

Nuova Opel Agila: simpatica, dinamica, flessibile


La nuova Opel Agila non ha solo la praticità del modello precedente, ma anche un aspetto molto più dinamico. Questa piccola e versatile automobile a 5 porte / 5 posti sarà presentata in anteprima al Salone dell’Automobile di Francoforte, in programma dal 13 al 23 Settembre prossimo, per essere poi posta in vendita a Primavera 2008.

Esternamente si impone all’attenzione per l’equilibrio delle proporzioni, la fluidità della linea e l’originalità del profilo. Al suo interno guidatore e passeggeri siedono in alto con la schiena diritta. mentre il tetto, scendendo verso la parte posteriore, rende la linea particolarmente slanciata e ne caratterizza il profilo con una specie di arco.



Ciò contribuisce a conferire alla vettura un ottimo coefficiente di penetrazione aerodinamica (Cx 0,35), decisamente basso per un’automobile di questo tipo. Rispetto alla serie precedente (di cui Opel ha venduto oltre 440.000 esemplari), la nuova Agila è 20 cm più lunga, 6 cm più larga, ma 7 cm più bassa.

Principali misure della nuova Opel Agila:

Lunghezza mm
3.740
Larghezza mm
1.680
Altezza mm
1.590
Passo mm
2.350
Carreggiata anteriore / posterioremm
1.470 / 1.480
Diametro di sterzata m
9.6


Il frontale riprende la tipica immagine degli attuali modelli Opel. Come nel caso della nuova Corsa, ad esempio, igrandi fari circolari sono inseriti in elementi che sembrano grandi occhi amandorla con i quali Agila guarda il mondo circostante. I paraurti anteriori eposteriori, che si assottigliano progressivamente, ed il rialzo al centro delcofano motore sono altri tipici elementi stilistici Opel. Nella parte posterioredella carrozzeria ci sono parecchi elementi di forma circolare. I sottili gruppiottici verticali con luci di forma sferica sono disposti in modo da consentirela realizzazione di un ampio portellone che facilita l’accesso al vano dicarico.

Lo stesso discorso vale per gliinterni: un’ampia gamma di colori vivaci e di moderne stilizzazioni creaun’atmosfera speciale che è ulteriormente valorizzata dallamaggiore spaziosità dell’abitacolo. La posizione elevata dei sediliassicura una buona visibilità dell’esterno. Il selettore del cambiosistemato in alto, il volante regolabile in altezza ed i comandi sul volante perla regolazione dell’impianto audio sono tutti facilmente raggiungibili. Ilcontagiri è separato dagli altri strumenti e tutte le altre informazionisono rappresentate su grande strumenti di formacircolare.

Come si richiede adun’automobile destinata ad un uso prevalentemente urbano, la nuova Agilaha molti vani e scomparti dove i suoi occupanti possono riporre i loro oggetti.La nuova Opel non si limita però a trasportare facilmente lo strettoindispensabile: nonostante le sue contenute dimensioni esterne, ha un vano dicarico incredibilmente spazioso. Nella sua configurazione minima, ha unacapacità di 225 litri (quanto basta, ad esempio, per ospitare unpasseggino); abbassando però lo schienale dei sedili posteriori si arrivaa 1.050 litri, che rappresentano il massimo per un’automobile di questosegmento. Il fatto che il piano e lo schienale dei sedili posteriori sianodivisi asimmetricamente (60:40) aumenta ulteriormente laflessibilità.

La nuova Agila sipresenta con un’ampia dotazione di serie che comprende ABS, doppi airbagfrontali e laterali, disattivazione degli airbag lato passeggero ed attacchiISOFIX per seggiolini (le cinque porte permettono di assicurare rapidamente ibambini ai loro seggiolini di sicurezza). La dotazione di serie comprende ancheservosterzo ad effetto proporzionale alla velocità della vettura, sedilianteriori regolabili in altezza, lava-tergilunotto con intermittenza regolabilee chiusura elettrica del portellone a “sfioramento”. Ancorapiù ampia è poi la dotazione di serie della versioneEnjoy.

Sulla nuova Opel Agila debuttano duemotori a benzina, con testata e monoblocco in alluminio e distribuzione a dueassi a camme in testa, frutto della collaborazione con Suzuki. Il primo èun 3 cilindri di quasi un litro di cilindrata a 4 valvole per cilindro chesviluppa 65 CV (48 kW) e consente alla vettura di raggiungere unavelocità di 160 km/h1. Il secondo è un 4 cilindri di1.200 cc da 86 CV (63 kW) con il quale la nuova Agila raggiunge i 100 km/h conpartenza da fermo in meno di 12 secondi ed una velocità di 174 km/h.Queste prestazioni sono ottenibili dalla versione con cambio manuale a 5 marce.A richiesta, la nuova Opel Agila 1.2 sarà infatti disponibile anche conuna trasmissione automatica a 4 marce, particolarmente adatta all’usourbano.

Il 1.300 turbodieselcommon-rail montato su Opel Agila si segnala per il suo ridottissimo consumi digasolio. Sviluppato da GM Powertrain, è stato già utilizzato consuccesso sulle più recenti edizioni di Corsa ed Astra. La versionemontata sulla nuova Agila sviluppa 75 CV (55 kW) e permette alla vettura diraggiungere una velocità di 162 km/h e di raggiungere i 100 km/h conpartenza da fermo in appena 13.5 secondi. La coppia motrice ha un valore massimodi 19,3 kgm (190 Nm) e contribuisce ad una gestione molto economica dellavettura che percorre 100 chilometri con meno di 5 litri di gasolio, cosa che sitraduce in un’emissione di 130 grammi di CO2 al chilometro(dato ancora provvisorio).

Unamaneggevolezza superiore perfino a quella della serie precedente è statouno dei principali obiettivi di sviluppo della nuova Agila, il cui aspettodinamico riflette il comportamento su strada della vettura. Le sospensionianteriori utilizzano bracci oscillanti a forma di “A” e puntoniMcPherson, mentre quelle posteriori sono del tipo ad assale torcente. A secondadel mercato e della versione, la nuova Opel Agila può essere dotata dicontrollo elettronico della tenuta di strada(ESP).

Giovani mamme cercasi...
  • Clientela potenziale: persone giovani e checomunque conducono una vita attiva
  • Mercato in espansione: le maggiori richieste sonopreviste per l’utilizzo urbano
  • Una storia di successo: oltre 440.000 esemplaridella prima generazione Agila sono stati venduti inEuropa

“La nuova Opel Agila si rivolge soprattutto ad una clientela femminile, giovane e giovanile. Questa moderna automobile da città risponde alle sue esigenze di mobilità urbano, in quanto abbina contenute dimensioni esterne ad un aspetto elegante, grande funzionalità ed una piacevole guidabilità”.

Alain Visser, direttore esecutivo Marketing Opel

A differenza di molte sue dirette concorrenti, questa nuova minimonovolume Opel ha 5 porte e 5 comodi posti. Per non parlare dell’ampio e versatile vano di carico, che ne fa un’automobile estremamente funzionale, delle contenute dimensioni esterni e dell’ottimo rapporto prodotto/prezzo.

Quando parliamo del modo di vivere attivo di molte donne moderne, la parola d’ordine è senza dubbio equilibrio. Lavoro, fitness, shopping, vita sociale e voglia di riuscire: un’automobile può rendere loro tutto più semplice, specialmente se è flessibile come chi la guida. A questo hanno pensato i progettisti e gli ingegneri che hanno sviluppato l’ultima generazione di Opel Agila. Il risultato finale è un’automobile da città– una minimonovolume - compatta e maneggevole quanto basta per parcheggiare in spazi ristretti, ma spaziosa dentro quanto serve per trasportare ingombranti attrezzature sportive e per il tempo libero o la famiglia e gli amici. Uomini e donne di tutte le età apprezzeranno la facilità con cui su accede e si esce della nuova Opel Agila, che non ha dimenticano neppure i bambini: attacchi ISOFIX per montare seggiolini di sicurezza sono infatti presenti di serie.

Nel 2006 sono state circa 1.100.000 le persone che nei Paesi dell’Europa Occidentale e Centrale hanno acquistato un’automobile da città: il 6,6% di questa persone ha scelto Agila. Secondo recenti indagini di mercato, a partire dal 2008, dobbiamo aspettarci un forte aumento della domanda da parte del pubblico di questo segmento che dovrebbe attestarsi su 1.300.000 unità all’anno. Tale crescita è supportata da due fattori: innanzitutto l’introduzione, prevista per il 2008, di nuovi interessanti modelli, come la seconda generazione Agila; in secondo luogo, il fatto che le dimensioni delle automobili da città sono ormai molto simili a quelle dei modelli del segmento immediatamente superiore.

I mercati potenzialmente più interessanti sono quelli dell’Europa Meridionale, dove la prima generazione di Opel Agila può contare sulla più ampia base di clienti. L’Italia è il principale mercato di questo modello (57%), seguita dalla Germania (23%). Da quando Opel Agilaè stata presentata nel 2000, ne sono stati venduti oltre 440.000 esemplari in tutta Europa.

Design: fascino e personalità, dentro e fuori

  • Simpatico: frontale originale con fari di grandidimensioni
  • Slanciato: linee arrotondate che creano un fascinonaturale
  • Vivace: brillanti colori degliinterni

“La nuova Agila ha un’aria abbastanza sfacciata che colloca perfettamente nell’attuale gamma Opel: due grandi “occhi” simpatici ed una mascherina che sembra “sorridere” la renderanno molto simpatica”.

Uwe Müller, Agila Designer

Opel Agila è sempre stata un’automobile molto pratica. «Con la seconda generazione di Agila avevamo però un obiettivo ancora più ambizioso: volevamo che il nostro modello più piccolo fosse ancora più affascinante, senza tuttavia comprometterne la funzionalità» dice il capo-progettista Uwe Müller, raccontando come è stata concepita.

Missione compiuta! La carrozzeria ha proporzioni equilibrate, curve morbide e fiancate molto originali. Guidatore e passeggeri siedono diritti in posizione elevata, ma la linea del tetto scende all’indietro formando una specie di arco che contribuisce al buon coefficiente di penetrazione aerodinamica della vettura (Cx 0,35) – valore abbastanza basso per un’automobile lunga appena 3,74 metri.

Il frontale riprende il tipico stile Opel. Come nel caso della nuova Corsa, i grandi fari circolari sono inseriti in elementi che sembrano grandi occhi a mandorla con i quali Agila guarda il mondo circostante. Altri elementi tipici del design Opel sono la finitura che circonda i fendinebbia ed i paraurti anteriori e posteriori che si assottigliano progressivamente. La forma di quello anteriore, in particolare, è ulteriormente messa in risalto dal tipico rialzo Opel al centro del cofano motore. Un grande marchio Opel inserito in una nicchia circolare collega in modo naturale la mascherina cromata ed il cofano motore.

Nella parte posteriore della carrozzeria ci sono parecchi elementi di forma circolare. I sottili gruppi ottici verticali con luci di forma sferica sono disposti in modo da consentire la realizzazione di un ampio portellone che facilita l’accesso al vano di carico.

La nuova Agila anticipa anche elementi stilistici che avranno un ruolo importante nel futuro design Opel. Questo è il caso, ad esempio, della linea che partendo dai passaruota anteriori passa sotto la linea di cintura e si collega dinamicamente alla parte posteriore in prossimità dell’estremità inferiore dei parafanghi. L’illuminazione di colore rosso della strumentazione è stata proposta in anteprima mondiale sul prototipo Opel GTC Coupé, presentato a Marzo 2007 al Salone dell’Automobile di Ginevra.

Lo stesso discorso vale per gli interni della vettura. «Un’ampia gamma di colori vivaci e di moderne stilizzazioni crea un’atmosfera speciale, ulteriormente valorizzata dalla maggiore spaziosità dell’abitacolo» dice Belinda Müller, che ha progettato gli interni di Agila. Non è più tempo di accostamenti grigio su grigio. La console centrale, la finitura della plancia strumenti ed i rivestimenti sono realizzati in colorazioni gradevoli come arancione e blu che creano una gradevole atmosfera interna.

La finitura degli interni è un altro importante passo avanti. La posizione elevata dei sedili assicura una buona visibilità dell’esterno. Il selettore del cambio sistemato in alto, il volante regolabile in altezza ed i comandi sul volante per la regolazione dell’impianto audio sono tutti facilmente fruibili da parte del guidatore. Il contagiri è separato dagli altri strumenti. Tutte le altre informazioni sono rappresentate su grande strumenti di forma circolare.

Vivibilità: le condizioni migliori per affrontare la giungla del traffico urbano

  • Ogni cosa a portata di mano: molti praticiscomparti porta-oggetti
  • Ogni cosa al suo posto: grande e pratico vano dicarico
  • Ogni cosa a bordo: molti equipaggiamenti prodottiinfabbrica

“E’ bella ed affascinante. La nuova Opel Agila è un’automobile davvero pratica: merito della sua grande flessibilità e di una dotazione molto completa”.

Sara Nicholson, responsabile europeo Marketing Opel

Tutto quello che ad una donna serve per affrontare la giungla del traffico cittadino – e spesso anche qualcosa di più! – sta nella sua borsetta. E la borsetta è un importante accessorio di moda. Questa non è l’unico elemento somiglianza con la nuova Opel Agila – un’automobile da città con molti vani e scomparti porta-oggetti.

Tutti i più piccoli oggetti – ed anche qualcuno di quelli più grandi – che sono fondamentali per gli spostamenti quotidiani possono essere riposti in:

  • un grande vano chiuso ricavato sopra alla planciadegli strumenti, dotato di porta-monete e di contenitore di tre CD
  • una tasca dietro allo schienale del sedile delpasseggero anteriore
  • un ampio cassetto porta-oggetti
  • le tasche rigide all’interno delle porteanteriori che possono contenere una guida stradale oppure una bottiglia diplastica da un litro
  • un piccolo vano sotto ai comandi del climatizzatoreper portafogli, telefoni cellulari, ecc
  • un porta-bicchieri ed un porta-bottiglie sul tunnelcentrale (che può accogliere anche una bottiglia di plastica da 1,5litri)
  • un vano aggiuntivo (solo su Enjoy) ricavato sottoalla superficie del bagagliaio con spazi appositi per il triangolo, il kit delpronto soccorso, ecc
  • un porta-occhiali sul lato delguidatore
La nuova Opel nonsi limita però a trasportare facilmente lo stretto indispensabile:nonostante le sue contenute dimensioni esterne, ha un vano di caricoincredibilmente spazioso. Nella sua configurazione minima, ha unacapacità di 225 litri (quanto basta, ad esempio, per ospitare unpasseggino); abbassando però lo schienale dei sedili posteriori si arrivaa 1.050 litri, che rappresentano il massimo per un’automobile di questosegmento. Il fatto che il piano e lo schienale dei sedili posteriori sianodivisi asimmetricamente (60:40) aumenta ulteriormente laflessibilità.

La nuova Agila, dibase, parte con un equipaggiamento di serie tale da soddisfare le esigenzeprimarie dei clienti cui si indirizza:; la dotazione di serie che comprendeimportanti equipaggiamenti di sicurezza come ABS, airbag frontali e laterali peril guidatore ed il passeggero anteriore, attacchi ISOFIX per i seggiolini deibambini sui sedili posteriori esterni (le cinque porte permettono di assicurarerapidamente i bambini ai loro seggiolini di sicurezza). La dotazione di seriecomprende anche servosterzo ad effetto proporzionale alla velocità dellavettura, sedili anteriori regolabili in altezza, lava-tergilunotto conintermittenza regolabile e chiusura elettrica del portellone a“sfioramento”.

“Tuttocompreso” è invece il tema della personalizzazione Enjoy, la cuidotazione di serie comprende:
  • Chiusura centralizzata con telecomando
  • Climatizzatore
  • Computer di bordo
  • Contagiri
  • Retrovisori esterni riscaldabilielettricamente
  • Alzacristalli anteriori elettrici
  • Volante regolabile in altezza
  • Fari fendinebbia anteriori
  • Autoradio con lettori MP3 e CD
  • Comandi sul volante per la regolazionedell’impianto audio
  • Divanetto posteriore diviso asimmetricamente (60:40)e ripiegabile in avanti per formare un unico piano di carico
  • Ruote da 15pollici
Motori edautotelaio: un passo avanti
  • Brillanti: motori a benzina di 1.000 e 1.200cc
  • Potente: efficiente 1.300 turbodiesel common-rail
  • Comodo: nuovo cambio automatico a 4 marce (per laversione1.2)

“La nuova Opel Agila si comporta bene in tutte le situazioni: oltre ad essere molto maneggevole, può contare su tre brillanti motorizzazioni che consumano poco e hanno basse emissioni di CO2”.

Hans Demant, amministratore delegato Opel

Sulla nuova Opel Agila debuttano due motori a benzina, frutto della collaborazione con Suzuki. Entrambi hanno testata e monoblocco in alluminio, due assi a camme in testa ed iniezione multi-point. Differenti sono però numero di cilindri, cilindrata e potenza.

Il primo è un 3 cilindri di 1.000 cc con distribuzione a 4 valvole per cilindro che sviluppa 65 CV (48 kW) e ha una coppia massima di 9,2 kgm (90 Nm). Così equipaggiata, la nuova Opel Agila raggiunge i 100 km/h con partenza da fermo in 14.8 secondi ed una velocità massima di 158 km/h. Abbinato ad un cambio manuale a 5 marce, consuma solo 5,3 litri di benzina ogni 100 chilometri, valore che corrisponde ad un’emissione di 126 grammi di CO2 per chilometro.

Il 1.200 è invece un 4 cilindri a 16 valvole che ha una potenza di 86 CV (63 kW) ed una coppia massima di 11,6 kgm (114 Nm). La nuova Agila 1.2 raggiunge una velocità i 100 km/h con partenza da fermo in 12 secondi ed una velocità di 170 km/h (versione con cambio manuale a 5 marce). Nonostante queste brillanti prestazioni, la nuova Opel Agila 1.2 con cambio manuale resta pur sempre una vettura molto economica: consuma solo 5,7 litri ogni 100 chilometri che corrispondono a 135 g CO2 per chilometro. Una novità è rappresentata dalla trasmissione automatica a 4 marce, ottenibile a richiesta solo su questa versione, che si annuncia un’alternativa molto interessante nella guida in città.

La motorizzazione che permette di consumare meno è però la 1.300 turbodiesel ad iniezione diretta common-rail, che si è già fatta apprezzare per le sue doti di economia e progressione di funzionamento soprattutto da coloro che hanno avuto modo di fare lunghe percorrenze con la prima generazione Agila. Sviluppato da GM Powertrain, è un propulsore davvero polivalente, utilizzato con successo anche su Corsa ed Astra. La versione da 75 CV (55 kW) permette alla nuova Opel Agila di raggiungere una velocità di 162 km/h ed i 100 km/h con partenza da fermo in 13.5 secondi. La coppia massima di 19,3 kgm (190 Nm) a 2.000 giri/minuto contribuisce all’economicità d’uso della vettura che consuma meno di 5 litri di gasolio ogni 100 km che corrispondono ad emissioni di CO2 inferiori a 130 grammi per chilometro. Il serbatoio della nuova Agila contiene 45 litri di carburante.

Motorizzazioni della nuova Opel Agila:

Motore
1.0
1.2
1.3 CDTI
Numero cilindri
3
4
4
Cilindrata (cc)
997
1.242
1.248
Potenza (CV/kW a giri/minuto)
65 / 48 a 6.000
86 / 63 a 6.000
75 / 55 a 3.500 – 4.000
Coppia max (kgm/Nm a giri/minuto)
9,2 / 90 a 4.000
11,6 / 114 a 4.000
19,3 / 190 a 2.000
Velocità (km/h)*
160
174
162
Accelerazione 0 – 100 km/h(s)
14.8
12.0
13.5
Consumo, ciclo misto (l/100 km)
5,3
5,7
< 5,0
* I dati si riferiscono alle versioni con cambiomanuale

Una maneggevolezza superioreperfino a quella della serie precedente è stato uno dei principaliobiettivi di sviluppo della nuova Agila, il cui aspetto dinamico riflette ilcomportamento su strada della vettura. Le sospensioni anteriori utilizzanobracci oscillanti a forma di “A” e puntoni McPherson, mentre quelleposteriori sono del tipo ad assale torcente. Oltre all’ABS (di serie sututte le versioni), secondo il mercato e la versione, la nuova Opel Agilapuò essere dotata di controllo elettronico della tenuta di strada (ESP) edi airbag a tendina. All’ESP è abbinato un sistema elettronico dicontrollo trazione TCC disinseribile che è di grande aiuto quando, adesempio, si procede su una strada innevata con le catene daneve.

Cinque porte, cinque comodiposti, grande vano di carico, molti scomparti porta-oggetti e tutta laflessibilità tipica del marchio Opel pongono una vettura molto bene equipaggiata come la nuova Agila ben al di sopra delle altre auto dacittà. Tutta questa grande funzionalità varrebbe poco se non fosseaccompagnata da una validità estetica degli esterni e degli interni.L’ottimo comportamento su strada è garantito da tre brillantimotorizzazioni, mentre un ulteriore tocco al comfort di marcia viene dalladisponibilità della trasmissione automatica a 4marce.

1Tutti i dati relativi a prestazioni e consumi sono ancora provvisori

comments powered by Disqus

Articoli più letti

Articoli precedenti su DueMotori.com

Kelleners Sport: BMW 3 series program

Kelleners Sport: BMW 3 series program
in Tuning

WTCC: Chevrolet domina le strade, tripletta in Portogallo

WTCC: Chevrolet domina le strade, tripletta in Portogallo
in Competizioni auto