Mazda6 di seconda generazione

Mazda6 di seconda generazione

La nuova Mazda6 è il secondo modello della gamma Zoom- Zoom Mazda (dopo Mazda2) ad aver subito un‘evoluzione ad un livello superiore, ed è progettata per offrire tre valori chiave alla clientela. È ’emozionante e sportiva’ offrendo design attraente combinato a divertimento di guida. Fornisce un‘ ’esperienza esclusiva’ con sensazione di qualità e caratteristiche di guida superiori ed ha un ‘allestimento intuitivo’ che offre spaziosità e comodità senza compromettere lo stile dinamico della vettura.

La combinazione di questi tre valori è concepita per generare forti legami emotivi fra la vettura ed il suo proprietario, come una profonda amicizia, che in Giapponese è denominata Kizuna.

Design – Senso Estetico Giapponese
La nuova Mazda6 eredita lo stesso ‘aspetto atletico’ dell’apprezzato modello precedente, inoltre trasmette questa sensazione in maniera ancora più significativa.

Più lunga, più larga e più alta con un passo maggiore, il suo design esterno è realizzato con un‘eccellente qualità costruttiva ed una concezione di stile basata sul gusto estetico giapponese, grazie al legame emotivo che Mazda esercita indiscutibilmente. La nuova Mazda6 berlina è più lunga (4.735 mm + 65 mm), più larga (1.795 mm + 15 mm), più alta (1.440 mm + 5 mm) ed ha un passo più lungo (2.725 mm + 50 mm) del precedente modello. Presenta una linea del tetto fluente che è più accentuata in corrispondenza del montante posteriore, con la parte posteriore perfettamente scolpita con evidente eleganza sportiva. La nuova Sport Tourer (disponibilità a seconda del mercato) è molto diversa. Ha le stesse dimensioni della berlina e presenta un profilo del tetto affusolato in corrispondenza al montante posteriore, che le conferisce un carattere da coupé. La Wagon è più lunga (4.765 mm + 75 mm), più larga (1.795 mm + 15 mm) e più alta (1.490 mm + 10 mm) del modello precedente, con una linea di cintura più elevata e finestrini dalla linea fluida. All’interno, la nuova Mazda6 è ancora più spaziosa ed accogliente di prima. Trasmette una elevata sensazione di qualità, con interni particolarmente curati dal punto di vista del look e dell’ergonomia. L’abitacolo consente al guidatore di sentirsi un tutt’uno con la vettura, ed ha una plancia dalle linee fluenti, che conferisce un senso di spaziosità.

Qualità, Confort & Dotazioni – Sensazione e Aspetto di Prima Qualità
Il design attraente di Mazda6 non va a scapito della spaziosità e della praticità tipica del segmento D. Infatti, la vettura è stata migliorata da entrambi i punti di vista. La nuova Mazda6 ha maggior spazio posteriore per le gambe (+ 20 mm) e per le spalle (+ 9 mm), grazie alle maggiori dimensioni del veicolo. Il guidatore usufruisce di un maggiore campo visivo grazie alla visibilità (sia in avanti che dall’alto) migliore nel segmento, ed ai poggia testa posteriori e specchietti retrovisori dal nuovo design, per una migliore visibilità posteriore. Nuova Mazda6 presenta anche un altro miglioramento rispetto al modello precedente, infatti il portellone del vano bagagli ha un’apertura di 1.066 mm (per la versione Wagon), uno tra i valori più alti del segmento, ed è anche dotata del sistema Karakuri di abbattimento dei sedili posteriori.

Questo sistema non solo permette l’abbattimento 60/40 dei sedili posteriori tirando un fermo nel bagagliaio, inoltre ha una nuova copertura del vano bagagli Karakuri che automaticamente si solleva quando si apre e chiude il portellone (solo per la carrozzeria Wagon). E’ stato migliorato anche il comfort con le nuove strutture dei sedili e del supporto laterale, per garantire piacevoli lunghi viaggi, e si ha un nuovo sistema di riscaldamento, ventilazione ed aria condizionata (HVAC) con i comandi di regolazione della temperatura separati per il conducente ed i passeggeri sui due sedili anteriori. Il posto di guida ora è ancora più sportivo, e il guidatore arriva a sentirsi un tutt’uno con esso. Nuova Mazda6 dispone di indicatori di tipo “Blackout”(a seconda della versione) con una nuova illuminazione color ambrato-rossa mescolata a quella indiretta blu, una nuova e sportiva impostazione del volante e la leva del cambio più vicina al guidatore.

Tutti i miglioramenti offrono sulla nuova Mazda6 “un’esperienza esclusiva” con la qualità di Mazda che adesso si è evoluta al livello superiore . Nell’abitacolo, in cui sono stati diminuiti i livelli di rumorosità (- 2,5 db da 70 db a 67.5 db a 60 km/ora su strada sterrata). sono stati usati pelle e tessuti lussuosi, e la console centrale ha una finitura di prima qualità e un bracciolo scorrevole in pelle (a seconda delle versioni). E’ anche disponibile un nuovo sistema di Illuminazione attiva, che regola l’intensità delle luci anche quando vengono utilizzati CD e radio. Saranno offerti quattro livelli di allestimento (a seconda del mercato), ciascuno con un’ampia gamma di equipaggiamenti, alcuni mai inseriti prima a bordo di una Mazda.

Impiegando una rete funzionale trasversale (CF-Net) , per esempio, nei comandi al volante è stato per la prima volta integrato il controllo di più funzioni (audio, navigazione, aria condizionata, computer di bordo e Bluetooth). La nuova dotazione include fari Bi-Xenon e, a seconda della versione, illuminazione Anteriore Adattativa (AFS), sistema di controllo della pressione dei pneumatici, il sistema Bluetooth per telefono cellulare in sette lingue, sensori di parcheggio ed il Sistema qualità audio BOSE, ed un navigatore touch screen a comando vocale con schermo da 7”.

Motorizzazioni – Nuovo Motore MZR 2.5-litri
Un nuovo propulsore, al vertice della gamma motori, accresce ulteriormente l’’esperienza esclusiva’ di Mazda6, il motore MZR da 2.5 litri, che sostituisce il 2.3 litri MZR del modello uscente. Non solo eroga la potenza massima di 125 kW/170 CV (+ 4 CV rispetto al 2.3 litri) a 6.000 giri e coppia massima di 226 Nm a 4.000 gpm (+ 19 Nm rispetto al 2.3 litri), inoltre usa il 6,9% in meno di combustibile (per la berlina). È armonioso e preciso con bassa rumorosità grazie al suo blocco motore ad alta rigidità, un albero motore più robusto, e un volano a doppia massa . Impiega un sistema di fasatura sequenziale (S-VT) e un sistema di collettori a geometria variabile (VIS). Allo stesso tempo, il nuovo Motore MZR da 2.5 litri ha ridotto ancora di più, per l’efficienza del motore, la resistenza passiva dello scarico.

Mazda6 di seconda generazione eredita tre motori divertenti dal modello precedente, tutti aggiornati per consentire di ridurre ulteriormente i consumi. Nuova Mazda6 è equipaggiata con il motore più popolare della gamma: il 2.0 litri MZR-CD common-rail turbo diesel con filtro antiparticolato (DPF). Eroga 103 kW/140 CV a 3.500 giri e 330 Nm di coppia massima a appena 2.000 giri, ed utilizza il 6,7% di combustibile in meno della versione uscente turbo-diesel da 2.0 litri (versione berlina). Inoltre, derivati dal modello precedente, sono due motori MZR a benzina da 2.0 e da 1.8 litri (a seconda del mercato). Il 2.0 litri eroga 108 kW/147 CV di potenza massima a 6.500 giri e una coppia massima di 184 Nm a 4.000 giri, usando il 10.3% in meno combustibile (versione berlina). Il 1,8 litri MZR eroga 88 kW/120 CV di potenza massima a 5.500 giri e una coppia massima di 165 Nm a 4.300 giri, usando l’11,7% in meno di combustibile (versione berlina). Mazda6 di seconda generazione viene offerta con possibilità di scelta di tre tipi di trasmissione (a seconda del modello e del mercato): il cambio Mazda manuale a cinque rapporti e sei rapporti per tutti i modelli (a seconda del mercato), a cui si aggiunge un cambio automatico a cinque rapporti con inserimento manuale per il quale, per la prima volta per Mazda, è stato utilizzato un controllo attivo ad inserimento adattativo (motore benzina da 2.0 litri) per una sensazione di guida che in ogni marcia è simile a quella di una vettura con cambio manuale.

Telaio & Sicurezza – Sportiva, Prevedibile e Sicura
Per agire sul valore chiave “emozionante e sportiva”, i tecnici hanno migliorato ulteriormente la maneggevolezza ed il sistema sterzante di Mazda6. Non è stato facile, poiché la vettura è più grande ed ha una maggiore dotazione. Per evitare un incremento del peso, che avrebbe inciso negativamente sulla maneggevolezza ed il consumo di combustibile, i tecnici hanno controllato rigorosamente il peso durante la fase di sviluppo, come è stato fatto con la terza generazione di Mazda MX-5 e con la nuova Mazda2. Per esempio, la nuova struttura della carrozzeria di Mazda6 contiene il 7% in più di acciaio ad ultra o alta resistenza, che determina un incremento di due ordini di grandezza sia nella rigidità flessionale che torsionale - e ciò per ogni corpo vettura – senza un aumento di peso. Questi sforzi hanno fatto sì che la nuova Mazda6 sia del 2,4% più leggera (- 35 kg) del modello uscente, il che contribuisce ad una migliore maneggevolezza, resistenza agli urti ed efficienza nei consumi.

Per la sospensione anteriore viene utilizzato un doppio braccio oscillante trasversale superiore (montato in posizione elevata) è impiegato con due nuovi punti di ancoraggio del telaio perimetrale (arrivando a sei punti contro quattro del modello uscente), nuovi ammortizzatori dinamici per i bracci superiori e regolazioni più rigide dell’ammortizzatore per una eccellente rigidità generale e confort di marcia. Ciò è combinato con un nuovo braccio inferiore della sospensione anteriore con singolo perno (il modello uscente usa un tipo a doppio perno) che determina un sistema sterzante più preciso e controllabile. Per l’asse posteriore è impiegata la sospensione tipo multilink con schema ad E caratteristica di Mazda con l’adozione di diversi miglioramenti, che includono un diametro maggiorato (+ 10 mm) dei cuscinetti del braccio che sono stati disposti 25 millimetri più in alto per migliorare la portanza posteriore e per ottenere una più lineare variazione della convergenza durante l’oscillazione. Gli ammortizzatori posteriori ora hanno una posizione elevata ed è incrementato il rapporto della leva dell’ammortizzatore, e tutto ciò determina una assetto di marcia lineare del veicolo ed un maggiore senso di stabilità.

Il nuovo sistema di sterzo a cremagliera servoassistito (EPAS) offre un maggiore controllo del sistema sterzante, ed un generale minor consumo di carburante (- 2%).

Mazda6 inoltre ha migliorato notevolmente le prestazioni aerodinamiche e la stabilità alle alte velocità, grazie al suo profilo esterno fluido e dinamico. Tutti i componenti esterni sono stati ottimizzati nella galleria del vento per ottenere un coefficiente di resistenza (Cx) di solo 0,27 (berlina e Sport Tourer (disponibilità a seconda del mercato)) e di appena 0,28 (Wagon).

I sistemi attivi e passivi di sicurezza completano la nuova straordinaria dotazione di Mazda6. Ha freni a disco anteriori ventilati di diametro maggiorato (ora 299 mm + mm 16) e freni a disco posteriori da 280 mm per una frenata affidabile; supportato da ABS, servofreno, DSC e TCS quale standard su tutti i modelli. La sua nuova struttura della carrozzeria presenta nella parte frontale un’ estensione della cornice perimetrale del telaio di nuova concezione , e giunti estesi fra i longheroni delle traverse anteriori, che permettono di ottenereunincrementodel10%nell’assorbimentodell’energia di impatto in confronto al modello precedente.

All’interno troviamo ora nuovi poggiatesta attivi per proteggere il collo in caso di tamponamento, sei airbag, cinture di sicurezza anteriori con i pretensionatori e limitatori di carico, freno e pedali della frizione collassabili, per limitare le probabilità di lesioni agli arti inferiori in caso di impatto frontale. Inoltre ora a bordo abbiamo il sistema supporti di sicurezza del bambino ISOFIX e le cinghie sui sedili posteriori, un rivestimento del montante con nervature assorbenti e un miglioramento ulteriore delle misure di protezione dei pedoni.

comments powered by Disqus

Articoli più letti

Articoli precedenti su DueMotori.com

Chrysler Grand Voyager al Motor Show 2007

Chrysler Grand Voyager al Motor Show 2007
in Novità auto