Concept-car : Peugeot HR1

Concept-car : Peugeot HR1

HR1 è una concept-car urbana innovativa, che mescola vari generi (city-car, coupé, SUV…), destinata teoricamente ai giovani, attivi, appassionati del design e delle innovazioni e alla ricerca di un veicolo che assomigli a loro.

I punti rilevanti della vettura sono: 1)lLa cinematica delle porte, che facilita l’accessibilità ad un abitacolo inedito totalmente trasformabile con due posti e un grande bagagliaio o quattro posti; 2) all’interno, un’interfaccia dotata di sistema di riconoscimento del movimento semplice e intuitiva rende l’abitacolo innovativo; 3) la tecnologia HYbrid4, che qui associa un inedito 3 cilindri benzina 1.2 l THP anteriore ad un motore elettrico posteriore, con emissioni di CO2 contenute, un sufficiente potenziale di potenza (147 CV) e 4 ruote motrici.

La HR1 ha misure compatte (lunghezza 3,69 m, sbalzi anteriori e posteriori cortissimi) ma anche di un originale sistema di aperture.

Infatti dispone di due porte ad apertura elettrica ad ala di gabbiano per favorire l’accessibilità al veicolo in tutte le situazioni (parcheggi stretti, box piccoli…). La vettura ovviamente ha in sé i geni del marchio Peugeot: proiettori dall’aspetto felino, dalle linee finemente cesellate, e una calandra unica e sospesa che sembra staccarsi dal resto della carrozzeria. I proiettori e gruppi ottici posteriori sono full led e rappresentano una vera e propria firma visiva del veicolo, di giorno e di notte.

Gli interni sono proposti con un posto di guida definito da Coupé High Tech, il guidatore e il passeggero hanno ognuno il proprio spazio, separato da una consolle che contribuisce al design futurista dell’insieme e al suo ambiente luminoso (sono inseriti dei diodi elettroluminescenti). La luce viene trasmessa anche attraverso due zone vetrate del padiglione, dedicate ai rispettivi occupanti di destra e di sinistra, che hanno la particolarità di essere elettrocromatiche, per illuminarsi a richiesta. La strumentazione di bordo è progettata per un quadro strumenti head up, che permette di visualizzare tutte le indicazioni senza mai distogliere lo sguardo dalla strada.


La concept-car dispone di un sistema di riconoscimento del movimento, semplice e intuitivo, permette al guidatore di navigare tra le funzioni e di selezionare i parametri disponibili con un gesto della mano. Ad esempio, con un movimento di rotazione della mano, l’utente fa girare i menu che sono visualizzati in base a un sistema rotatorio. Il conducente può allora scegliere di trasferirne la gestione al passeggero anteriore, limitandosi a ruotare la mano da sinistra a destra. Tra le tecnologie controllate da questo sistema, troviamo l’impianto audio, la navigazione e la climatizzazione. Il conducente può anche selezionare, in base alle proprie esigenze, il tipo di informazione che desidera vedere visualizzata sul cruscotto: contagiri, temperatura dell’acqua e dell’olio o le informazioni turistiche. Il passeggero anteriore dispone, invece, di una tavoletta PC portatile con la quale può scegliere, ad esempio, di condividere e scambiarsi dei dati con lo schermo del guidatore.

Gruppo motopropulsore ibrido
Questa concept-car integra la tecnologia HYbrid4 e i vantaggi ad essa connessi. Con un motore termico anteriore e un motore elettrico posteriore, può circolare, nella maggior parte dei casi, in modalità emissioni zero, in città a bassa velocità, o con entrambi i motori contemporaneamente, per la motricità a 4 ruote quando le condizioni di aderenza lo richiedono.
Sotto il cofano, il motore termico che muove le ruote anteriori è un inedito 3 cilindri benzina. E’ la motorizzazione 1.2 THP da 81 kW (110 CV), una delle versioni della futura famiglia di motori 3, ora in fase di sviluppo. Abbinato a un motore elettrico da 27 kW (37 CV), l’insieme offre dunque un potenziale di 108 kW (147 CV) a fronte di consumi misti di soli 3,5 l/100 km e di emissioni di CO2 di soli 80 g/km.
Il cambio robotizzato a 6 rapporti (con comandi sulla leva del cambio o al volante), associato a questa catena cinematica, è progettato per offrire al guidatore la massima precisione e reattività, con la scelta tra il modo sequenziale o automatico.

 

comments powered by Disqus

Articoli più letti

Articoli precedenti su DueMotori.com

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Passuti domina gara2

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Passuti domina gara2
in Competizioni auto

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Massimo Monti vince gara1

Carrera Cup Italia, Vallelunga: Massimo Monti vince gara1
in Competizioni auto

Consiglio tecnico: mancato avviamento Opel Corsa C

Consiglio tecnico: mancato avviamento Opel Corsa C
in Tecnica

FIA GT1, Algarve: trionfo Maserati

FIA GT1, Algarve: trionfo Maserati
in Competizioni auto