Spie in Renault, c'è la Cina dietro?

Spie in Renault, c''è la Cina dietro?

Secondo quanto riportato stamani da numerosi fonti giornalistiche in Australia, dietro i sospetti di spionaggio industriale in Renault di cui vi abbiamo parlato ieri ci potrebbe essere la Cina. I report parlano di un network di spionaggio professionale, che avrebbe coinvolto tre manager del gruppo Renault per trafugare brevetti ed informazioni sulle future auto elettriche della casa, un settore in cui la Cina sta puntando moltissimo.



A soffiare sul fuoco delle polemiche è stata anche una dichiarazione del deputato francese Bernard Carayon, che ha affermato come molte provate ed affidabili fonti indichino la responsabilità della Cina nella questione, ma l'amministrazione Sarkozy (del cuo partito Carayon fa parte) ha per ora declinato di commentare la vicenda.

Dopo le rivelazioni di Wikileaks sullo spionaggio industriale effettuato dalla Francia negli altri paesi europei (si afferma che la Francia è attiva in questo senso ben più di Russia e Cina), ecco che la situazione sembra stavolta rivoltarsi contro proprio la Francia; secondo dei cablogrammi dell'ambasciata americana a Berlino, nell'ottobre 2009 l'amministratore della società tedesca OHB Technology, che si occupa dello sviluppo del sistema GPS Galileo, "la Francia è l'Impero del Male in termini di furto di tecnologia, e la Germania lo sa".

comments powered by Disqus

Articoli più letti

Articoli precedenti su DueMotori.com

Nuovo Honda Fit Shuttle, la brochure con le foto

Nuovo Honda Fit Shuttle, la brochure con le foto
in Novità auto

Mercedes Classe C Coupè, ecco le foto ufficiali

Mercedes Classe C Coupè, ecco le foto ufficiali
in Novità auto

Video: tutta nuova la Mercedes Classe C Coupè

Video: tutta nuova la Mercedes Classe C Coupè
in Novità auto