BMW, il futuro dei quattro cilindri è turbo

BMW, il futuro dei quattro cilindri è turbo

Secondo quanto scitto dalla rivista britannica Autocar, BMW avrebbe intenzione di utilizzare la sovralimentazione tramite turbocompressore in tutti i motori quattro cilindri a benzina, che saranno basati sull'unità da 2.0 litri interamente in alluminio e differenziati nelle prestazioni solamente tramite diverse turbine e mappature della centralina elettronica. Si tratta di un percorso non certo inedito, seguito ad esempio da Volkswagen con grande successo, che permette di offrire una gamma completa di potenze con un pratica solamente un motore di base.

Il nuovo motore quattro cilindri di BMW utilizza anche una nuova tecnologia che permette di avere un rivestimento superficiale dei cilindri dallo spessore di soli 3 decimi di millimetro, invece dei classici quindici decimi, migliorando l'affidabilità e riducendo i pesi.



La versione più potente di questo motore sarà presto utilizzata sulla BMW X1, con la sigla xDrive28i, mentre occorerà attendere il prossimo anno per vederlo su una Serie 3, ed avrà una doppia turbina capace di lavorare a pressioni fino a 200 bar.


comments powered by Disqus

Articoli più letti

Articoli precedenti su DueMotori.com

Peugeot protagonista nella moda a Milano Loves Fashion

Peugeot protagonista nella moda a Milano Loves Fashion
in Eventi e raduni

Il bioetanolo per l'auto? Facciamocelo in casa

Il bioetanolo per l'auto? Facciamocelo in casa
in Auto ecologiche