Anteprima mondiale Peugeot: re-generation 208

di Redazione DueMotori.com

Anteprima mondiale Peugeot: re-generation 208


Arriverà la prossima primavera sulle nostre strade, ma già oggi possiamo darvi l’anteprima della nuova vettura Peugeot per il segmento B, quello delle vetture compatte e polivalenti. La 208 sarà proposta in due diverse tipologie di carrozzeria, 3 e 5 porte.
  
Per immaginare una vettura in grado di sedurre e riunire intorno a sé i clienti più diversi, con aspettative in profonda evoluzione, non bastava un semplice rinnovamento. Il progetto «A9» si è dunque dotato, sin dall’origine, del capitolato più ambizioso mai presentato dal Marchio per realizzare un veicolo che rappresenta un vero e proprio salto generazionale.
Peugeot non ha esitato a sovvertire alcuni principi, con l’intento di reinventare i codici che hanno costruito il successo delle “star” 205, 206, 207 e di  «ri-generarle», per creare la Peugeot 208.
 
I COMMENTI
« Con 208, Peugeot cambia epoca.» Vincent Rambaud, Direttore Generale di Peugeot
 
«Penso che ci sarà un prima e un dopo 208.

Questa vettura segna davvero una nuova tappa, decisiva per Peugeot.» Alain Tranzer, direttore del Progetto A9

  
«208 è un nuovo esempio del progetto di Marchio lanciato due anni fa, e si impone come una nuova tappa nel percorso   di Peugeot verso una modernità sempre maggiore.» Xavier Peugeot, Direttore Marketing e Comunicazione Peugeot
  
«Con 208, Peugeot ha tutti i  mezzi per creare una  nuova icona». Laurent Blanchet, direttore della Gamma Prodotto Peugeot
 
 
Re-generation architettonica
208 ha in sé i concetti di agilità e di efficienza. Le scelte tecniche iniziali la rendono una vettura leggera (in media -110 kg rispetto alla 207, e fino a – 173 kg, con una gamma che parte da 975 kg), aerodinamica (Cx 0,29, SCx 0,61), e molto compatta  (- 7 cm di lunghezza, - 1 cm in altezza). Questi guadagni sono accentuati da un’abitabilità notevolmente aumentata, con uno spazio maggiore in corrispondenza dei posti posteriori (+ 5 cm alle ginocchia) e un bagagliaio più generoso (+ 15 dm3 in volume), dimostrazione di una resa architettonica ottimizzata. 
 
«Rispetto alla 207, volevamo una vettura che fosse più piccola all’esterno e più grande all’interno.» Christophe Clochard, responsabile "Synthèse Véhicule 208".
  
Re-generation stilistica
208 concretizza e sublima i nuovi codici estetici del Marchio. Calandra sospesa, fari con un’inconfondibile “firma” visiva, gruppi ottici posteriori a boomerang: ogni dettaglio è disegnato in assoluta coerenza con il volume generale, strutturato da una « colonna vertebrale » la cui impronta è visibile persino sul padiglione. Scolpito, atletico, puro e allo stesso tempo sofisticato, il suo stile proietta il Marchio verso una modernità rinnovata e seducente, suggerendo sensualità ed energia, dolcezza e malizia. Le due carrozzerie sono state sottoposte a un trattamento differenziato, con una tre porte il cui montante posteriore ricorda un illustre modello che l’ha preceduta.
  
«Gruppo piccolo e molto affiatato, avevamo la stessa visione della direzione da seguire. Questo ci ha dato  l’ispirazione, la forza e l’energia per realizzare con successo tutte le nostre idee.»
Pierre Authier, responsabile Stile 208
«La forza della 208 è il suo stile: è un autentico concentrato di energia. Ha il potenziale per piacere a tutti, senza essere un compromesso troppo morbido, come una canzone di successo che tocca l’animo umano indipendentemente dalle culture.» Gilles Vidal, direttore Stile Peugeot
   
Re-generation ergonomica 
Gli interni amplificano la promessa di innovazione dello stile esterno. Vera e propria proposta di rottura rispetto alle offerte esistenti, al di là dei vincoli tecnici e dei continui riferimenti culturali, il posto di guida è stato ripensato completamente per diventare del tutto intuitivo e immediato. Si sviluppa intorno a un volante di dimensioni ridotte, a un quadro strumenti posto in posizione rialzata e a un grande schermo Touch Screen. Quest’insieme « connesso » con i suoi passeggeri contribuisce alla praticità, alla sicurezza, al design interno di qualità e dalle linee pure, nonché alle sensazioni di guida.

«Decidere di ripensare completamente il posto di guida, sin dall’inizio del progetto, sul modello destinato ad essere il più venduto del Marchio significava correre un grosso rischio. Tutti insieme abbiamo dato prova di un’audacia eccezionale, integrandolo nella 208» Jérôme Micheron, responsabile "Projet Marque 208".
 
«Con il sistema « Head-Up display » lanciato sulla 3008, in cui le informazioni sono proiettate su una lamina trasparente, abbiamo aperto una nuova strada : la sua utilità è stata unanimamente riconosciuta e il suo successo è stato immediato. 208 va ancora più lontano. L’idea del volante piccolo e del quadro strumenti in posizione rialzata aveva un elevato potenziale. Quando abbiamo provato i primi prototipi, tutti ne sono rimasti affascinati: era così naturale, facile, intuitivo… » Marion David, capo "Projet Produit 208".
  
Re-generation ambientale 
Con emissioni medie di CO2 inferiori di 34 g/km rispetto alla 207, 208 si posiziona come leader del suo segmento. Le tecnologie dei motori di ultima generazione e la diffusione quasi generalizzata del sistema di micro-ibrido e-HDi si aggiungono alla diminuzione del peso e al miglioramento dell’aerodinamica della vettura.
Con cinque proposte, di cui quattro equipaggiate con il sistema Stop & Start di nuova generazione (e-HDi), l’offerta Diesel parte da emissioni di 87 g/km di CO2, pari a 3,4 l /100 km e non supera mai i 99 g! 208 inaugura i nuovi motori benzina 3 cilindri 1.0 e 1.2  VTi, particolarmente prestazionali, con emissioni a partire da  99 g/km di CO2, ossia 4,3 l /100 km.
E 208 non si ferma qui. Con il 25% di « materiali verdi » (riciclati o di origine naturale) che compongono la sua massa di polimeri, stabilisce un nuovo riferimento in termini di eco-progettazione. In prima mondiale, il paraurti posteriore e le ventole sono realizzati interamente con questi materiali. Questo tipo di paraurti permetterà, da solo, di risparmiare in un anno 1600 tonnellate di petrolio.
  
Re-generation dell’esperienza di guida
208 rinnova il piacere di guida caro a Peugeot grazie:
- al volante di dimensioni ridotte che offre una nuova ergonomia, il conducente sperimenta un’inedita agilità di guida,
- alla nuova sintesi di alto livello tra comfort e tenuta di strada, derivata dal  know-how storico del Marchio che va a vantaggio della compattezza e dell’alleggerimento della vettura.
 
« Il nuovo posto di guida dà un apporto importante in termini di sensazioni di guida. Quando si entra nell’abitacolo, si ha il desiderio immediato di guidare e di approfittare del tempo trascorso nella 208. » Gaëtan Demoulin, responsabile " Synthèse Clients Peugeot ".
  

 

comments powered by Disqus

Articoli più letti