Ginevra '12, Peugeot: prima mondiale per la 208

di Redazione DueMotori.com

Ginevra ''12, Peugeot: prima mondiale per la 208

All’82° Salone dell’Auto di Ginevra, la Peugeot svela, con cinque prime mondiali, le carte della sua offensiva prodotto per il 2012. Il Marchio crea l’evento con 208, ribadisce la sua strategia di ampliamento della gamma e il suo progresso tecnologico e ambientale attraverso tre modelli ibridi diesel HYbrid4. Con 4008, Peugeot svela un altro tassello della sua dinamica di globalizzazione.  
 
Grande evento al Salone di Ginevra 2012: fra i 30 veicoli di serie e concept-car esposti sui 2 700 m2 dello stand Peugeot, i 700 000 visitatori attesi al Salone potranno scoprire, nello spazio 208, almeno 10 esemplari rappresentativi dell’offerta di lancio della nuova vettura-simbolo del Marchio.

Peugeot 208 : RE-GENERATION
Dopo lo storico successo delle vetture che l’hanno preceduta – più di 15 milioni di vetture della « serie 200 » prodotte negli ultimi 30 anni -  208 reinventa i codici del suo segmento, con un unico obiettivo: riconquistare la leadership  nella sua categoria in Europa. 
Per proporre un veicolo che punta a sedurre e a conquistare clienti più diversi, il progetto « A9 » della futura 208 si è sviluppato in base al capitolato più ambizioso mai presentato dal Marchio, e destinato a realizzare un veicolo che rappresenta un vero e proprio salto generazionale.

208, la « re-generation » 
re-generation architettonica, che associa compattezza (lunghezza: 3,97 m), riduzione della massa (in media – 110 kg rispetto a 207) e maggiore abitabilità,
re-generation stilistica mediante il rinnovamento dei codici estetici e il dinamismo delle due carrozzerie differenziate, 
re-generation ergonomica, che si concretizza in un posto di guida interamente ripensato, nella connettività intuitiva del suo grande touch-screen e in un ambiente interno raffinato, 
re-generation ambientale, alla quale contribuisce una gamma di dieci gruppi motopropulsori prestazionali e sobri, tra cui un’offerta e-HDi estesa e le prime applicazioni di una nuova generazione di motori benzina tre cilindri
re-generation dell’esperienza di guida, grazie a una nuova sintesi di comportamento stradale che riflette tutto il know-how del Marchio, una sicurezza attiva e passiva ai massimi livelli, equipaggiamenti innovativi come la funzione Park Assist.

208 sarà lanciata a partire dai primi giorni di primavera; in un anno di produzione completa (2013), i suoi obiettivi commerciali superano le 550 000 vendite mondiali.

Per accompagnare la « prima mondiale » di 208, Peugeot svela a Ginevra due concept-car, evidenti espressioni dell’ampliamento della gamma del Marchio nel mondo delle supercompatte: «XY Concept » e  GTi Concept.
Sviluppate sulla base della 208 3 porte, le due concept interpretano, attraverso personalità forti ma distinte, il salto generazionale realizzato da 208: «XY Concept» è destinata a una clientela cittadina amante di distinzione e raffinatezza, mentre GTi Concept è una rigenerazione del mito.
Le due concept condividono il procedimento esclusivo con cui sono state realizzate le tinte di carrozzeria, elementi stilistici e aerodinamici perfettamente integrati, interni forti e riccamente equipaggiati.

Tecnologia HYbrid4
Il Marchio avanti continua nella riduzione delle emissioni di CO2 dei veicoli delle sue gamme: le emissioni medie dei modelli Peugeot sono state pari a 129 g/km nel 2011, scendendo sotto il livello dei 130 g/km fissati dalla Commissione europea entro il 2015.
La politica ambientale del Marchio passa per la costante ottimizzazione dei motori termici (downsizing, stop&start e-HDi), compresa l’introduzione delle motorizzazioni di nuova generazione come la famiglia dei motori benzina EB (tre cilindri 1.0 litri e 1.2 litri).
Il vero progresso tecnologico di Peugeot, punto forte dell’impegno ambientale del Marchio nel contesto di un mercato europeo a forte tasso di dieselizzazione, è comunque l’ ibridazione  diesel HYbrid4.
Con la catena di trazione HYbrid4, Peugeot propone un’offerta inedita in termini di prestazioni ambientali e di sensazioni di guida.
L’ibridazione di un motore diesel 2.0 HDi FAP® da  163 CV che muove le ruote anteriori e di un motore di elettrico con una potenza di 37 CV integrato nell’assale posteriore, permette di conciliare un nuovo piacere di guida – attraverso la motricità delle quattro ruote, una potenza massima di 200 CV, una modalità « zero emissioni » – e consumi in calo del 35 % rispetto ad un veicolo equipaggiato con un motore termico di analoga potenza.

 


Tre modelli esposti a Ginevra illustrano la trasversalità della catena di trazione HYbrid4.
• 3008 HYbrid4, commercializzata in febbraio, la inaugura in prima mondiale.
• Con 508 RXH, lanciata a poche settimane di distanza, la tecnologia ibrida diesel e l’eleganza distintiva si uniscono per offrire una visione originale del mondo all road e un piacere di guida rinnovato.
• 508 HYbrid4 berlina, in prima mondiale a Ginevra, sarà disponibile nell’estate 2012.


L’offensiva Prodotto
Gli altri modelli Peugeot presentati a Ginevra sono un’ulteriore testimonianza del rinnovamento della gamma e di un Marchio pronto a sferrare l’offensiva, sull’esempio di  508, che ha ottenuto un grande successo nei suoi lanci in Europa e in Cina nel 2011, ma anche sull’esempio di 3008 e 5008 il cui successo non si smentise, della nuova 107, della coupé sportiva RCZ, dei nuovi PARTNER ed EXPERT esposti in anteprima mondiale.

4008, non commercializzata in Italia, anch’essa in prima mondiale al Salone di Ginevra, simboleggia le esigenze di ampliamento della gamma e di internazionalizzazione di Peugeot. 
Grazie aspetto alla sua linea distintiva e alle sue prestazioni da SUV 4x4, 4008, le cui vendite saranno per oltre il 70% nei paesi extraeuropei, fornisce una risposta alle esigenze dei clienti dei veicoli fuoristrada, nel segmento in forte crescita dei SUV compatti. 
Frutto della cooperazione tra PSA e Mitsubishi,  4008 doveva possedere una forte personalità radicata nell’universo del marchio Peugeot.
Una scommessa riuscita, perché i nuovi codici stilistici sono riproposti in modo accorto, l’aspetto da lottatore è sottolineato dall’adozione di una calandra dal disegno verticale, dagli elementi di protezione nella parte inferiore della carrozzeria e dalle modanature dei passaruota molto rientranti.
Gli interni di 4008, valorizzati dalla scelta dei materiali e dalla ricchezza degli equipaggiamenti, nonché dal tetto panoramico in vetro, offrono agli occupanti un ambiente esclusivo. 
La sua compattezza (lunghezza: 4m34), garanzia di una reale maneggevolezza, e la sua abitabilità ne fanno un veicolo davvero polivalente, adatto all’uso quotidiano ma anche al tempo libero.  
Le 4 motorizzazioni di 4008 (2 diesel, 2 benzina) saranno abbinate, in Europa, a una trasmissione 4X4 a gestione elettronica.
Con livelli di emissioni di CO2 record nella sua categoria, 4008 merita la definizione di SUV moderno e la sua collocazione alla stessa stregua delle berline nel cuore delle nostre città.



comments powered by Disqus

Articoli più letti