Nuovo Quadro4: a primavera 2015 il primo scooter con quattro ruote

di Redazione Italia DueMotori.com

Nuovo Quadro4: a primavera 2015 il primo scooter con quattro ruote


Quest’anno a EICMA una novità davvero interessante e dalla valenza tecnica non indifferente è stata portata dalla casa svizzera Quadro: dopo lunga attesa, è finalmente pronto al debutto sul mercato il nuovo quadriciclo QUADRO4, il primo e unico scooter al mondo con quattro ruote. Stabilità e sicurezza fanno un ulteriore balzo in avanti, dopo il già grande passo oggettivamente compiuto con il Quadro S, tre ruote, provato con ottimi riscontri da MotoCorse.com nel 2013.
  
Chiaramente quattro ruote significano sicurezza e comfort, dato che si hanno due ruote motrici (e frenanti) al posto di una e doppie sospensioni HTS (davanti e dietro) ma senza rinuncia a divertimento, libertà e immagine, grazie alla ricerca ergonomica e stilistica compiuta in questo caso.

Oggettivamente gradevole da guardare anche senza contarne il valore tecnico, QUADRO4 crea un nuovo concetto di mobilità, puntando a un’ampia fascia di utenti: utilizzatori abituali di moto e scooter oltre tutti coloro che prima d’ora non avevano mai pensato di guidare un mezzo a due ruote, senza distinzione tra uomini e donne, giovani e adulti, esperti o principianti. Il design dello scooter è moderno e dal buon profilo aerodinamico, studiato e integrato per offrire non solo sicurezza ma anche classe ed eleganza, abbinate ad un tocco di sportività.

  
MOTORE
Sotto la carena troviamo un monocilindrico da 346cc con differenziale integrato, testata a 4 valvole, doppio contralbero per ridurre al minimo le vibrazioni, raffreddamento a liquido e iniezione elettronica: un propulsore nuovo, progettato da Quadro Vehicles in esclusiva per il quattro ruote. La scelta è motivata dalla necessità di dedicare allo scooter un propulsore altrettanto innovativo, posizionato centralmente e con distribuzione della potenza sulle due ruote tramite differenziale integrato. Il serbatoio carburante ha una capacità 15 litri, per un’autonomia stimata in circa 300 km. Non vediamo l’ora di poterlo mettere seriamente alla prova, ma dal punto di vista motoristico ci sono già pochi dubbi circa la buona prestazione offerta, con possibilità di raggiungere agevolmente la velocità di percorrenza autostradale.
 
SOSPENSIONI HTS
Punto caratterizzante e di forza, è il doppio HTS (Hydraulic Tilting System), il rivoluzionario e inimitabile sistema di sospensioni (con brevetto internazionale, in costante evoluzione) che consente allo scooter d’inclinarsi agevolmente (fino a 45°), garantendo una guida istintiva e precisa oltre che un assetto ottimale in ogni condizione di guida. HTS permette un contenimento del peso generale considerata la struttura e un abbassamento del baricentro, con l’evidente vantaggio di rendere QUADRO4 estremamente maneggevole, leggero e bilanciato, garantendo così piacere di guida. L’utente più esperto ha la possibilità di sfruttare le maggiori prestazioni offerte in tutte le condizioni, mentre l’utente meno esperto può guidare in sicurezza, con una sensazione naturale di stabilità.
 
FRENATA COMBINATA
Sono quattro i dischi presenti, con diametro da 240 mm. Oltre a frenare efficacemente e in modo combinato, QUADRO4 è in grado di fermarsi anche in curva e sui terreni sconnessi, senza la perdita dell’assetto ottimale. Questo grazie alla leva del blocco di pendolamento, utilissima e fruibile in qualsiasi condizione: è attivabile separatamente dal freno di parcheggio e consente il blocco dell’HTS, senza togliere la possibilità di spostare lo scooter, per poter essere collocato in spazi limitati. L’esclusivo freno di parcheggio, posizionato sul lato destro, permette il blocco integrale per soste prolungate.
  

 
DOTAZIONE
L’ampia doppia sella è studiata per garantire al conducente e al passeggero una seduta ottimale. Il conducente, gode di adeguato spazio tra scocca e sella, per la migliore  postura di di guida in base alla corporatura. Il vano sottosella accoglie un casco integrale e ospita una presa 12 volt. Nel vano anteriore è presente una seconda presa 12 volt per accessori come il GPS. Un secondo vano, più piccolo, è funzionale al posizionamento di piccoli oggetti o documenti. La strumentazione, con display LCD, è completa, elegante e ben visibile; studiata per garantire un’immediata visibilità delle informazioni utili alla guida.

ACCESSORI
Tra gli altri troviamo un bauletto posteriore da 48 litri, che ospita due caschi integrali, completato da un guscio superiore in tinta e da uno schienalino che garantisce maggior comfort al passeggero. La coperta copri-gambe, un parabrezza regolabile estremamente protettivo, le manopole e la sella riscaldate, equipaggiano al meglio QUADRO4 per il commuting urbano. Completano la gamma di accessori gli pneumatici invernali e gli pneumatici da neve, perchè con questo veicolo, contrariamente ai due ruote, si può anche osare dove gli altri scooter necessariamente si fermano.

ARRIVA IN PRIMAVERA E SI GUIDA CON LA PATENTE AUTO
La disponibilità sul mercato è prevista per la primavera 2015, con quattro colorazioni: Swiss Red, Titanium Grey, Snow White e Raw Black. Ultimo rilevante fatto è che QUADRO4 è omologato nella categoria tricicli (L5e) e si guida nell’Unione Europea con la sola patente auto.
 
  



 

comments powered by Disqus