Test e prove su strada - ultimi articoli


GT-R Nismo: la supercar Nissan gira al Nürburgring in 7 minuti e 8,679 secondi

Dimostrando l’impegno di Nissan al costante miglioramento e perfezionamento della sua vettura dalle prestazioni eccezionali, la Nissan GT-R appena rinnovata ha percorso un giro di gara del temuto circuito Nordschleife di Nürburgring in Germania, in appena 7 minuti e 8,679 secondi. Il record sul tempo del giro di gara è stato registrato da Michael Krumm, pilota e collaudatore Nissan, al volante di una 2014 Nissan GT-R Nismo. Il tempo record per una vettura prodotta in serie rende chiaramente il tempo ottenuto dalla Nissan GT-R ancora competitivo con quelli ottenuti da altri racer ad altissime prestazioni sul giro Nordschliefe.

 

Jaguar 100 Around: una XF Sportbrake in prova a 100 persone

Jaguar propone per il 2013 una campagna di comunicazione davvero moderna, attiva e soprattutto condivisa attraverso persone protagoniste, nel corso di una stagione intera. Utenti automobilisti, ma anche narratori di esperienze e di giudizi: sono molto variegati e più o meno famosi, tra di loro ci sono: Margherita Buy, Filippo La Mantia, Gianmarco Tognazzi e Alessandro Preziosi. Sono in totale 100 i personaggi, che includono imprenditori e professionisti affermati del mondo della moda, del lusso, dell’automotive, dell’editoria e dello spettacolo, scelti per partecipare all’iniziativa JAGUAR 100 AROUND.

 

Test drive estremo per la nuova SEAT Leon

La terza generazione della Leon – un’icona della gamma SEAT –  completamente rinnovata e montata sulla nuova piattaforma MQB del Gruppo Volkswagen,  è stata messa alla prova in condizioni estreme, sia al Circolo Polare Artico che nel deserto spagnolo.  Per testare i limiti della nuova vettura, durante queste prove, gli ingegneri della SEAT hanno valutato ogni singolo particolare: dall’adeguatezza e finitura degli interni nelle situazioni più dure, alla resistenza dei motori.

 

Panamera Diesel 24 Hours Challenge: l'arrivo

L'arrivo alle 9.11 con le tre Panamera Diesel in parata. Tutti insieme appassionatamente dopo una 24 Ore ricca di fatti e colpi di scena che hanno reso elettrizzante la prima edizione della “Panamera Diesel, 24 Hours Challenge, Economy Run”. L'anello di velocità della pista prove del Technical Center di Nardò è stato lo scenario dove due Panamera condotte da 12 giornalisti divisi in due equipaggi si sono sfidate a confronto con la vettura dei piloti professionisti della Porsche Sport Driving School.

 

Panamera Diesel 24 Hours Challenge: aggiornamento delle 5.00

Mentre le tenebre lasciano il posto all'alba, si comincia a fare più chiaro lo scenario della prima edizione della “Panamera Diesel, 24 Hours Challenge, Economy Run”. La vettura “Blu” dei giornalisti diretta dal team leader Marco Scafati (La Repubblica) ha provato ad allungare il passo per preparare il rush finale nell'anello di velocità della pista prove del Technical Center di Nardò, ma la “Gialla” che ha in Enrico De Vita (Automoto.it) il team manager non si è arresa, facendo affidamento sul ritorno di temperature più calde rispetto alla notte per cercare un ribaltamento del risultato.

 

Panamera Diesel: una 24 Ore per giornalisti sul circuito di Nardò

E’ partita alle 9.11 di oggi la prima edizione della “Panamera Diesel, 24 Hours Chalenge, Economy Run" che si sta svolgendo sul ring più lungo al mondo della pista prove del Technical Center di Nardò. Come si comprende già dal nome dell’evento organizzato da Porsche Italia l’intenzione è quella di percorrere il maggior numero di chilometri possibile con il minor consumo simulando un lungo percorso autostradale con velocità massima ammessa di 130 e 150 km/h.

 

Le scoperte della Ferrari

Lo so, lo so, la benzina costa. E provare due auto che hanno, in totale, quasi 1000 CV, e che quindi del prezioso liquido si nutrono in quantità smodate, ora come ora è un po' stupido. Ma nessuno ha mai detto che gli appassionati di auto siano persone normali. E io certamente non lo sono. Quindi, in attesa di poter provare la nuova, fantastica 458 Spider, ecco le due ultime "scoperte" Ferrari, l'F430 Spider e la California.Le accomuna tre cose: il fatto di essere appunto auto guidabili a cielo aperto, il marchio, e, in questo caso, il colore.

 

Mercedes-Benz SLS AMG, un'auto analogica

BMW M3? Maserati Gran Turismo? Aston Martin DB9? educande.Ferrari F430? Lamborghini Gallardo? ragazzine un po' maleducate.No, qui siamo su un altro livello. Da macchina americana, e vecchio stile, perché anche la Corvette Z06, che a ignoranza non è messa male, in confronto è una tranquilla puledrina.L'SLS no. E' una purosangue. Una cavalla di razza pronta a disarcionarti in qualunque momento, anche quando credi di averla in pugno.Ti mette già in ansia quando la vedi da lontano, con quel cofano smisurato e il piccolo abitacolo accucciato sulle ruote posteriori.

 

Milano - Napoli con la Jaguar XF 2.2: efficienza nei consumi

La nuova XF equipaggiata con il motore 2.2 diesel è l'auto più efficiente che Jaguar abbia mai prodotto. E, per dimostrarlo, quattro XF hanno completato un viaggio da Milano a Napoli con un solo pieno di carburante. Scopo del viaggio dimostrare sia l'efficienza della nuova XF diesel in termini di consumi, ma anche l'eccellenza in termini di comfort ed affidabilita'.      Un viaggio dal nord al sud dell'Italia, su un itinerario autostradale che ha toccato alcune delle principali città italiane, percorso ogni giorno da chi utilizza l'auto come strumento principale della propria attività lavorativa.

 

Abbiamo guidato l'auto sportiva del futuro: Tesla Roadster Sport

Gianfranco è un tipo per bene e con la velocità ha un rapporto confidenziale. Solo negli ultimi diciamo sei mesi ha guidato una Lamborghini Gallardo Spyder, una Ferrari F430 Spider, una Mercedes SLS AMG, un’Aston Martin DB9 Volante, un’Audi R8 e una Mercedes C63 AMG. Per cui quando gli ho detto che saremmo andati a Milano per guidare la Tesla Roadster Sport era incuriosito ma scettico. “Fidati” gli ho detto io “questa va più forte di qualunque auto tu abbia guidato finora.

 

Tesla Roadster: Un futuro elettrizzante

Milano, venerdì 11 febbraio.E' nel centro di Milano, a due passi da Piazza San Babila, che Tesla Motors ha inaugurato oggi il suo primo showroom e concesso alla stampa la prova (breve) della sua innovativa Tesla Roadster, prima auto veramente sportiva a trazione elettrica. Ovvero sotto il cofano solo batterie, niente motore a combustione interna. E con una linea che più sportiva non si può, anzi quasi retrò. Quindi niente salti in avanti ma un design solido e tradizionale, che ricorda, in certe curve, alcune Ferrari del passato ma anche Lotus più attuali.

 

Audi RS4: lock, stock and barrel

  Curva a sinistra con leggera pendenza che mi spinge fuori e poi curva a destra aperta, vedo che non arriva nessuno dalla corsia opposta, aspetto pazientemente il punto di corda e poi premo senza ritegno sul pedale. L’asfalto è umido, ha smesso di nevicare la sera prima, ma nonostante viaggi praticamente sul sapone, l’auto non manca l’appoggio e segue fedelmente la curva che ho impostato. Non faccio in tempo a mettere gli occhi su una curva che già ne sto accarezzando un’altra.

 

Porsche 911 Carrera S: Teutonica Sinfonia

Quando parli di Porsche ti immagini i vari modelli, dal Cayenne alla Boxter, dalla Cayman alla Panamera ma c’è un modello che rappresenta l’intima essenza del marchio e quella è la 911. Vera e propria icona Porsche, la 911 è forse il modello più longevo nella storia dell’automobilismo mondiale, nasce infatti nel lontano 1963 ed è giunta immutata nella sostanza ma evoluta nelle caratteristiche fino ai giorni nostri.  E la sostanza era e rimane il motore 6 cilindri posteriore a sbalzo, la linea da sempre fedele a se stessa, la capacità di essere usata come auto quotidiana per poi scatenarsi in pista la domenica.

 

Gallardo Spyder vs. Copen: il gigante e la bambina

La Daihatsu Copen è un po’ speciale. Questo lo capisco subito appena, incastrato nell’abitacolo minimale, esco dalla sede Daihatsu di Treviglio in direzione Milano, dove farò sosta per una giornata e poi ritornerò a casa mia a Firenze. Così vediamo subito com’è la convivenza su una distanza di 300 km. Un tipo su una Copen di color grigio canna di fucile viene dalla direzione opposta. Fa un saluto. Quando guidi un giocattolino di appena 3 metri e 40 di lunghezza (è la spider più piccola in circolazione), tutta tonda e con quel muso lì non puoi che star simpatico a chi ti vede passare, soprattutto se anche lui ne guida una.

 

Mini Countryman Cooper S ALL4

Adesso potete portare i bambini a scuola, il cane a caccia e un armadio dall’Ikea a casa vostra. Il tutto a centomila chilometri orari.Alla BMW sanno quello che fanno. I gusti, si dice, non si discutono, quindi potete dire quello che volete sul look, potete fare i commenti che volete sui prezzi e sulla dotazione, ma non si può dire niente sul piacere di guida. Partiamo dalle banalità come l’ABS per esempio. Quello delle BMW interviene solo quando sei davvero in difficoltà e non appena accenni una frenata un po’ più spinta come in molte altre auto.

 

Mercedes-Benz C63 SW AMG, la trasformista

AMG. Da pronunciare, mi raccomando, rigorosamente alla tedesca, "a" "em" "ghe", altrimenti sembra un'oscura marca di elettrodomestici, dalle origini incerte. Invece, questa è la sigla con cui la Mercedes marchia i suoi modelli più sportivi. Un'azienda a parte, relativamente indipendente. Che fornisce i motori a Horacio Pagani per le sue esclusivissime supercar. E che fa auto insieme alla ditta di Stoccarda dal 1967. Cioè, non propriamente gli ultimi arrivati.Di AMG ce ne sono poche in giro, specie in Italia, il che per molti è un bene.

 

Porsche Boxter S: un sogno possibile

Quando si dice Porsche si pensa subito ad oggetti bellissimi ma costosi, praticamente irraggiungibili per il comune mortale, dominio di pochi facoltosi acquirenti. Invece non è sempre così, esistono anche modelli accessibili ad un più vasto pubblico di appassionati, l'auto oggetto della nostra prova è proprio uno di questi. Stiamo parlando dell'ultima versione della Porsche Boxter, modello entry level della grande famiglia Porsche. Il concetto Boxter nasce nei primi anni del '90 con presentazione al pubblico del prototipo al salone dell'auto di Detroit del 1993.

 

Maserati, GranTurismo di nome e di fatto

Quando la Maserati presentò quest'auto (nel 2007), pensai che ben difficilmente fosse possibile creare un mezzo più bello. Perfettamente proporzionata, sportiva, aggressiva, ma allo stesso tempo elegante, chic. Pininfarina, mica discorsi.Sono passati ormai tre anni, ma la GranTurismo rimane una delle più belle auto in circolazione. Difficile trovare un mezzo più "instant classic" di questo, fusione perfetta di passato, presente e futuro, con maestria tutta italiana, sia vista da fuori, sia, anzi ancor di più, da dentro.

 

Infiniti FX50S, la SUV esotica

Chissà da cosa viene il nome "Infiniti". Forse, molto semplicemente, suona bene all'orecchio di un giapponese. Come del resto capita spesso con nomi e parole latine o simil tali agli orecchi di un orientale (così almeno dicono). E visto che la marca è nata per contrastare Lexus e Acura sul mercato americano, probabilmente ha un bel suono, e (o) evoca qualcosa di piacevole, anche per un americano.Ma ad un italiano, o almeno all'italiano che sta scrivendo queste righe, dicendo infiniti vengono in mente i testi di Mogol, generalmente su canzoni di Battisti, in cui molte cose erano "infinite", dagli orizzonti, agli spazi.

 

Peugeot e l’inedita sfida sui consumi

La Eco Cup che Peugeot ha recentemente organizzato, è una sfida inedita: far affrontare a normali cittadini, un percorso di 1000 km premiando il miglior “eco pilota”, vale a dire colui capace di ridurre al minimo i consumi della propria vettura. I risultati ottenuti sono stati notevoli, secondo quanto dichiarato al termine delle prove: l’equipaggio slovacco, a bordo di una 308 1.600 HDi (versione da 110 CV), ha terminato la gara con un consumo medio di soli 3,14 l/100 km.

 

Volkswagen Passat Ecofuel, risparmio brioso

Chi ha detto che le auto a metano debbano essere dei lumaconi buoni solo per macinare tanti km a basso costo? La nuova Volkswagen Passat Ecofuel rivoluzione il concetto di auto a metano, perlomeno come inteso fino ad ora. Molti infatti si dotavano di questa tipologia di vetture ad esempio per poter circolare liberamente in caso di blocco del traffico, ma le prestazioni spesso erano meno che decenti.La Volkswagen Passat 1.4 TSI Ecofuel è una delle prime vetture a metano davvero interessanti, che abbina il risparmio consentito dall'uso del gas alle prestazioni dei motori a benzina Volkswagen.

 

Test Audi R8 4.2 FSI Quattro R-tronic

Questa è indiscutibilmente una supercar.Ne ha l'aspetto.Il rumore.L'impatto emotivo.E anche la diffusione, perché a giro se ne vedono davvero pochissime.Questo però è strano, e viene da chiedersi perché.In fondo costa quanto una Porsche, ben più diffusa.Ha sulla calandra un marchio blasonato, solido, e con un background sportivo di tutto rispetto.Ne parlano tutti bene.Quindi?Bah, lo capirò, intanto accomodiamoci al posto di guida.Che è inconfondibilmente Audi.

 

Impressioni di guida Mercedes Benz GLK 320 CDI 4matic Sport

"Io vorrei capire che ci facciamo qui. Tutte queste buche. La strada stretta....Mi fai vestire coi tacchi, tubino nero attillato, calze nere.... e poi? mi porti tra i boschi! No, dico io...Oddio... e ora? ma che fai?!? Ecco, ci siamo. Lo sapevo. No. Lì non ci vado. Scordatelo! C'é il fango. Mi strappo le calze. I rami degli alberi mi spettinano. Ma sei matto?!?" Secondo me, se quest'auto potesse parlare, oggi mi avrebbe apostrofato in questo modo.Perché, dopo averla goduta in autostrada, esibita in città, mostrata agli amici e alle amiche (che hanno gradito particolarmente) e provata su statali e strade di montagna, ma sempre asfaltate in maniera accettabile, mi son detto: ma si, in fondo, è o non è una SUV?Beh, la risposta è ".

 

Volvo Cars simula l'insolazione per garantire basse emissioni nell'abitacolo delle proprie vetture

Tutti i nuovi modelli vengono verificati in condizioni simili a quelle in cui si troverebbero se fossero parcheggiati sotto il sole del Mediterraneo; ciò consente di misurare le emissioni dell'abitacolo a 65 °C, una temperatura alla quale i materiali dell'abitacolo rilasciano normalmente emissioni nocive. Volvo ha tuttavia ridotto al minimo tali emissioni all'interno delle vetture utilizzando tessuti anallergici e materiali accuratamente selezionati. Dato che non esistono norme generalmente accettate riguardo la qualità dell'aria presente all'interno delle vetture, Volvo Cars ha stabilito propri requisiti in merito e li utilizza durante lo sviluppo dei suoi nuovi modelli.

 

Ford Galaxy e S-MAX campioni di affidabilità per DEKRA

L’ultima generazione di Multi-Activity Vehicle di Ford Europa ha convinto DEKTRA e.V., agenzia tedesca operante nel settore dei test sui veicoli.  Nella relazione sui guasti 'Failure Report 2009' pubblicata da DEKRA, i modelli Ford Galaxy e S-MAX non solo hanno dimostrato la propria affidabilità vincendo nella categoria di riferimento (chilometraggio fino a 50.000 km), ma hanno ottenuto un’ulteriore riconoscimento grazie alla percentuale di guasti più bassa in assoluto tra quelle rilevate nei test di certificazione sui veicoli condotti da DEKRA in Germania.

 

Mercedes AMG SL 55: una stella filante per tutto l’anno.

E’ una di quelle mattine dal risveglio difficile, ti siedi a tavola per fare colazione e mentre bevi un cappuccino osservi con interesse le chiavi di una Mercedes AMG SL 55 V8 Kompressor abbandonate vicino allo zucchero. Ecco come ti si addolcisce una giornata partita con il piede sbagliato. Ora sai che il dì prenderà risvolti diversi e sul tuo volto appare un cenno di sorriso che brevemente si trasforma in un beffardo trentadue denti. In un’ afosa mattinata d’estate, sedersi su di una SL AMG cabrio ti può regalare un bagaglio di emozioni che difficilmente potrai disfare al ritorno dalla vacanza.

 

Alfa Romeo MiTo 1.4 turbobenzina distinctive

Era da tempo che non si vedevano così tante belle auto italiane in giro per le nostre strade! Mi riferisco ovviamente a quelle che fanno sognare ogni appassionato, come la Maserati GranTurismo, ma anche a mezzi più “popolari”, come la Fiat 500 e la Lancia Delta.Un’altra bella auto italiana, che non si vede ancora, ma comparirà presto, ha sul musetto lo scudo dell'Alfa Romeo. Si chiama MiTo, e rappresenta l'entry level per il mondo della storica casa automobilistica.

 

Mitsubishi Lancer Evo IX RS 508 CV

Sviluppata sulla versione destinata alle competizioni, questa Evo IX RS ora è una vera vettura da corsa. Ogni componente è stato cambiato o modificato alla ricerca delle performance. Il risultato è un valore di 480 CV per soli 1.340 kg!Partendo dalla base di una RS si è raggiunto il valore record di 508 CV senza trascurare nessun particolare. L’estetica è bella e funzionale, l’assetto e l’impianto frenante fanno invidia a chi non possiede una vettura da mondiale! Esterni Nella lista dell’intervento vetri e lunotto posteriore in policarbonato della Cusco, cofano motore e baule in carbonio rispettivamente AlexMotorsport e Hks kansai.

 

Fiat Idea 1.4 16V 95cv BlackMotion

Difficilmente si può provare un coup de foudre per la Fiat Idea. La sua linea da parallelepipedo smussato, simile a quella di altri MPV (multi-purpose vehicle) compatti, non può e non vuole far vibrare le corde del cuore di quegli automobilisti che non scelgono la propria vettura principalmente sulla base di un budget e di concrete necessità di trasporto. L'Idea non fa tendenza, e il suo guidatore non viene abbinato ad alcuno stereotipo sociale, diversamente, ad esempio, da quanto può accadere a chi è al volante della sorella gemella eterozigote Lancia Musa.

 

Chevrolet Corvette Z06 Luxury Car

629 CV bastano per rendere la Corvette Z06 una supercar senza pari. Una belva in grado di seminare il panico tra le blasonate avversarie europee…MeccanicaIl V8 Chevrolet della Z06 è già al vertice dell’esclusiva gamma Corvette, almeno fino all’arrivo della ZR1 sovralimentata. Si tratta di un 7 litri, 427 pollici cubi: il classico small block V8 in grado però di erogare di serie 511 CV e 634 Nm di coppia massima a 4.800 giri/min. Con l’adozione del kit compressore centrifugo Procharger, fornito di tubazioni, intercooler, iniettori e pompa benzina maggiorata e di ciò che serve per ottenere un rendimento ottimale.

 

Panda 100 HP: quando le city cars si arrabbiano

Ha smesso di piovere all’alba e ora l’asfalto viene asciugato da un caldo sole. La temperatura è alta già di primo mattino e sembra di essere in una foresta della Nuova Guinea tanta è l’umidità. Una giornata perfetta per mettere alla prova il fisico e la nuova Panda; insieme ad un amico, decido di giocarci per tutto il giorno. Giocarci, già, perché quando ti metti alla guida della piccola Fiat sembra di pilotare una macchina telecomandata che si agita in mezzo al traffico: è ottima per fare il tempo al mattino quando la sveglia ha deciso di tradirci, scatta molto bene ai semafori ed è un piacere dare la paga agli altri metropolitani.

 

Mitsubishi Lancer Evo IX da 421 CV!

La base di partenza della Mitsubishi Lancer Evo IX non è una normale Evo IX GSR, modello comunemente acquistabile dai concessionari, ma una più rara e corsaiola Evo IX RS, cioè la versione destinata ai preparatori per farne la base delle vetture Gruppo N che corrono nei vari campionati rally nazionali e internazionali. La RS, rispetto alla GSR, pesa di meno e ha un motore con specifiche giapponesi anziché europee, che a parità di elaborazione consente di tirare fuori qualche CV in più.

 

Honda Integra Type-R by Best Car Motorsport

La Best Car Motorsport, che importa prestigiose vetture dai mercati più importanti (USA, Giappone e Inghilterra), ha elaborato questa Integra proprio con l’intento di metterla in vendita (a 14.000 Euro). Dobbiamo segnalare che tutte le modifiche estetiche apportate sull’Integra (ad eccezione dei fender e delle pellicole sui vetri anteriori) sono omologate, e lo stesso vale per i cerchi da 17”! Design Anche la versione JDM, con i gruppi ottici allungati al posto dei quattro fari, non colma questa lacuna e, proprio partendo da questa constatazione, alla Best Car hanno lavorato sodo per incattivire il look di questa coupé.

 

Fiat 500 1.4 Turbo by TRC - Marangoni: L'abbiamo provata!

Bellissima,aggressiva e con tanto motore. E’ questa l’interpretazione e il filo conduttore del progetto “Cinque Zero Zero” sviluppato da TRC Italia e Marangoni Tyre.L’auto è stata presentata in anteprima mondiale al recente salone di  Essen e noi siamo stati i primi a provarla e metterla a nudo sul web.Cinquina. Così la chiamano tutti da almeno 50 anni. Un nome uno status symbol dell’Italianità dell’auto: La nostra Miss Italia insomma. Numeri di vendita impressionanti,grandi attese per poterla mettere in garage,un vero dominio tra le city car.

 

Alfa Romeo 147 Distinctive 1.9 MJT 120 CV: la classe dell'aggressività

di Niccolò De PisiNonostante l’età si faccia sentire e l’anno del suo debutto in società sia ormai lontano, la piccola di gamma Alfa Romeo rimane sempre una delle più affascinanti medie sul mercato. Dall’estate del 2000, quando è stata presentata al pubblico, ha catturato gli sguardi per la sua eccezionale unione di linee dolci e aggressive, di eleganza e sportività. Il recente restyling (autunno 2004) l’ha resa ancora più ammiccante: il muso con i suoi due grandi occhi affilati e lo scudetto cromato le danno un tono grintoso, quasi volesse graffiare l’asfalto.

 

Impressioni di guida: BMW M3 (2001)

Poche auto come l’M3 rappresentano l’essenza dell’auto sportiva buona anche per tutti i giorni. Personalmente, l’ho sempre considerata un punto di riferimento: potente il giusto, non eccessivamente vistosa, specie se in colori “normali”, ripartizione dei pesi perfetta, un bel motore li’ davanti, la trazione ovviamente dietro. Una certezza, insomma.Il problema e’ che le poche volte che ne ho guidata una (col penultimo motore, quello da 343CV), ero sempre in pista. Certo, non si può dire che sia una brutta cosa, anzi!, però mi è sempre rimasta la sensazione di non averne sviscerato tutte le qualità, o scoperto le eventuali magagne.

 

Fiat Grande Punto Sport Starjet: punto di svolta

di Niccolò De Pisi  La Grande Punto rappresenta concretamente, insieme alla nuova Panda, il modello di svolta della casa automobilistica torinese. Oramai un punto di riferimento nel settore delle compatte, la GP rimane saldamente nella top ten delle auto più vendute in Italia. Il perché è ormai risaputo: linea accattivante e sportiva, interni spaziosi e confortevoli, optionals da grande e notevole versatilità d’uso. L’allestimento Sport rappresenta la variante più giovane della gamma: minigonne laterali, terminale di scarico cromato ovale, spoiler, cerchi in lega da 17 pollici, volante, pomello del cambio e leva freno a mano rivestiti in pelle con cuciture in contrasto, assetto irrigidito ed abbassato.

 

Prova anteprima: Mini Clubman Cooper S

La denominazione CLUBMAN evoca di sicuro, all’orecchio degli appassionati, il celebre modello che vide la luce nel 1969. Nata come versione di lusso della Mini è diventata nel tempo sinonimo di station wagon. A quasi quarant’anni dal lancio, il mito ritorna. Guardandola frontalmente non si notano differenze sostanziali rispetto alla sorella corta. Le innovazione si trovano spostando lo sguardo più indietro. Il tettuccio si allunga, sul posteriore le linee della carrozzeria si fanno meno sinuose in virtù dell’adozione di una nuova apertura del bagagliaio.

 

Prova Fiat 600 50th Anniversary

Presentata nel 1998 come sostituta della Cinquecento, la Seicento non ha ancora giocato tutte le sue carte. Ultimamente è stata ribattezzata, e ora si chiama 600, in cifre. Non cambia niente? Solo in Italia. Un turco ora la può chiamare Altiyuz, per un cinese invece è la Liubai. Per un greco si chiama Fiat Exakòssii. Comunque la pronunciate, resta l'economicissima utilitaria di cui le nostre strade sono piene. Per festeggiare i cinquant'anni dall'entrata in scena della sua antenata omonima, l'anno passato venne lanciata la versione "50th Anniversary", caratterizzata da alcuni colori pastello e da una striscia longitudinale che percorre il cofano, il tetto e il portellone.

 

Porsche 911 Carrera 4S Cabriolet

Saprà di già visto, un po’ imbolsita, quasi una statua di cera di se stessa, ma la Porsche è sempre la Porsche. Ovviamente, parlo della 911. In realtà, provare c’hanno provato, nel passato e nel presente, a fare qualcosa di diverso, con scarsi risultati fino a qualche anno fa, un po’ più interessanti nel presente. Negli anni ’80, e fino a metà anni ’90, a parte la 928, che aveva un suo perché – ma era una gran turismo, non certo un’auto sportiva –, le varie 924/944/968 & C.

 


Pag. 1, 2Succ. Succ.