Fiat in Russia con una joint venture nei veicoli industriali: il sogno è produrre un domani anche jeep

di Omar Fumagalli

Fiat in Russia con una joint venture nei veicoli industriali: il sogno è produrre un domani anche jeep

Nell’ultima settimana, il gruppo Fiat è stato al centro dell’attenzione per l’annuncio di una nuova joint venture, in Russia.

L’accordo prevede che CNH, in altre parole la New Holland (società americana partecipata al 91% da Fiat), attiva nel campo delle macchine industriali, in primis trattori per l’agricoltura, ma anche macchine per le costruzioni, vada ad avviare una produzione congiunta di nuovi veicoli in Russia, insieme a Kamaz JSC, uno dei maggiori produttori di veicoli industriali pesanti al mondo.

Si tratterà nello specifico di veicoli come mietitrebbiatrici e trattori, ma anche di attrezzature e macchine per le costruzioni.

L’avvio della produzione, presso gli stabilimenti russi di Kamaz, è previsto già per il 2010.

Nel corso dell’incontro, svoltosi a Mosca ed a cui presenziava anche il primo ministro locale, Vladimir Putin, Sergio Marchionne ha dichiarato che Fiat avrebbe un sogno, mai realizzato sinora: “Produrre una jeep in Russia”. L’affermazione è all’unisono con quelle di Putin, che, riferendosi allo stato della viabilità russa (un problema di particolare rilevanza, anche dal punto di vista economico) ha ricordato come jeep e suv, potranno avere una forte domanda in Russia, nel futuro a breve termine: “Dato che dobbiamo ancora costruire un gran numero di strade”.

Ovviamente, quando parliamo di Fiat, dobbiamo  ricordare che gli intrecci finanziari ed industriali intercorsi negli anni, fanno si che nella galassia di quello che per noi è semplicemente "il marchio della 500", siano compresi molti altri brand automobilistici. Diviene allora interessante notare che le linee di produzione del gruppo Chrysler, includono anche i più celebri fra suv e jeep (quella ad esempio il cui nome è proprio Jeep con la J maiuscola, il modello Cherokee, tanto per intendersi).

Marchionnne ha poi anche aggiunto che cercherà di sviluppare ulteriormente la partnership con la casa automobilistica Sollers, altro produttore locale, che attualmente ha risentito di un tracollo delle vendite, per via della crisi, ma con cui Fiat ha in programma di produrre veicoli di piccole e medie dimensioni.

comments powered by Disqus