La Coppa Intereuropa storica a Monza: da venerdì a domenica prossimi

La Coppa Intereuropa storica a Monza: da venerdì a domenica prossimi

Tre giorni di prove e gare all’Autodromo per le auto da corsa degli anni 50, 60 e 70 che hanno fatto la storia dell’automobilismo sportivo.
Otto categorie di vetture costruite fino al 1972, otto corse e duecento piloti in pista per la più importante manifestazione italiana riservata alle auto del passato. Annunciato anche l’arrivo di centinaia di mille vetture stradali d’epoca protagoniste di raduni al paddock e di grandi sfilate in pista. Celebrazioni per il cinquantenario dell’Autodelta e della Porsche 911. Mostra - mercato di mezzi e accessori d’epoca

Decine di leggendarie vetture da corsa che hanno fatto la storia dell’automobilismo sportivo scenderanno in pista a Monza nel prossimo week-end, dal 31 maggio al 2 giugno, in occasione della 61^ Coppa Intereuropa, la celebre corsa con partenza “tipo Le Mans” nata nel 1949 per le Vetture Turismo e ripresa nel 1982 in veste di revival per le autostoriche.

A contendersi la vittoria in vere competizioni, come nella loro gioventù, ci saranno modelli di 40, 50 e 60 anni fa (costruiti fino al 1972) come le indimenticabili Sport-Prototipo Porsche 917K, Alfa Romeo 33TT/3, Ferrari 365 GTB/4 e Lola T70 pre ’72 protagoniste del Mondiale Marche che gareggeranno nella corsa intitolata alla mitica “1000 Km” sulla distanza Endurance di 3 ore, al via sabato 1 giugno alle ore 15.00.

In questa gara da segnalare la presenza della pop star Chris Rea e del sempre attivo Arturo Merzario.


Ci saranno poi le eleganti e potenti stradali GT/GTS come Ferrari 250 SWB, Jaguar E Type, Porsche 356, Alfa Romeo TZ, AC Cobra, Austin Healey, impegnate nella gara GTSCC, pre ’63 e pre ’66; le popolari Turismo trasformate corsa come Mini Cooper S, Ford Lotus Cortina, Fiat Abarth 1000, Giulia Sprint, BMW 1800 nella corsa U2TC pre ’66; le piccole monoposto dei grandi campioni della Formula Junior italiane e inglesi nate nel ’58 (Stanguellini, De Sanctis, Branca, Wainer, Lotus, Lola, Brabham) alle quali fecero seguito nel ’64 le Formula 3, che scenderanno in pista tutte assieme in due prove sprint di mezz’ora ciascuna. Infine ci saranno le Alfa Romeo stradali più celebri e più “corsaiole” come la 1900 Ti Super, le varie Giulia e Giulietta, le Junior , le GTA e le GTAm (una quarantina di esemplari del periodo ’54 - ’72) in una corsa tutta per loro , il “Trofeo Tutto Alfa”, organizzata dalla Scuderia del Portello per celebrare il cinquantenario dell’Autodelta, il “reparto Corse” del Biscione fondato dall’ingegner Carlo Chiti nel 1963.

In totale saranno circa 150 le vetture di 8 categorie e 200 i piloti che animeranno le fasi di altrettante corse in un intenso programma che terrà impegnata la pista per le prove del venerdì e per le prove e le gare di sabato e domenica dalle ore 9 fin dopo le 18.

Ma a questo grande festival dell’auto d’epoca, che è la più importante manifestazione del suo genere in Italia e una delle maggiori d’Europa, sono attese almeno altre centinaia di auto d’epoca, provenienti dall’esterno e non in gara, che saranno protagoniste di alcune parate in pista, tra una corsa e l’altra, di esposizioni e raduni di marca nel paddock come quello dedicato alla Porsche 911 che compie anch’essa il mezzo secolo di vita.

Sicuramente da visitare, infine, la mostra-mercato di auto e moto d’epoca, accessori, oggettistica varia, editoria che raccoglie ogni anno numerosi espositori e alla quale si accede liberamente.

Il prezzo dei biglietti, validi per l’ingresso, tutte le tribune e il paddock, è di 5 euro il venerdì e 14 euro sabato e domenica (ridotto 10 euro). Parcheggio gratuito negli appositi spazi.

I soci ACI e i ragazzi dai 12 ai 17 anni pagano il biglietto ridotto. 
Le persone diversamente abili e invalidi al 100%, munite di certificato, e i bambini fino a 11 anni, entrano gratuitamente.
 
 
Una fotogallery esterna dedicata all'evento viene aggiornata durante il weekend sulla nostra pagina Facebook - immagini di Andrea Corbetta.

comments powered by Disqus